Alga Fucus per Dimagrire, Curare Cellulite e Tiroide

L’alga fucus, comunemente conosciuta come quercia marina, è una tipologia di alga particolare che offre numerosi benefici per determinate condizioni fisiche in cui ognuno di noi potrebbe incorrere. Quest’alga, il Fucus vesiculosus, sebbene costituita da fronde dal caratteristico colore verde o marrone, presenta delle vescicole che si riempiono d’aria per permettere alla pianta di stare a galla. Altra particolarità dell’alga fucus è quella di crescere sugli scogli rocciosi dei mari freddi e moderatamente temperati. Infatti, si tratta di una specie che vive nelle zone più fredde di Mar Mediterraneo, Oceano Atlantico e addirittura Mar del Nord.

Numerosi studi hanno confermato il legame stretto tra il consumo dell’alga fucus e tiroide. Sembra infatti che le proprietà naturali della stessa siano in grado di stimolare l’azione di questo organo in soggetti che presentano delle disfunzioni (cui spesso consegue un aumento di peso). Per tale motivo, è ormai diffuso l’’uso del fucus per dimagrire. I sali minerali, primi fra tutti lo iodio, la rendono infatti un valido aiuto per patologie come l’obesità (specie se legata al malfunzionamento della tiroide e ad un metabolismo lento) e per contrastare la cellulite.

Leggi anche: 5 Tisane Anticellulite Efficaci contro Gonfiore e Ritenzione Idrica

L’elemento principale dell’alga fucus è proprio lo iodio, un minerale che si trova in quantità variabili in determinati tipi di terreni e di mari. Tra gli altri sali minerali spiccano il magnesio, il calcio e il potassio che esercitano un’azione stimolante del sistema immunitario, nonché reidratante ed energizzante (in casi di notevole dispendio fisico o mentale). Presenti anche le vitamine, soprattutto la vitamina C, B e K (quest’ultima responsabile dell’azione coagulante del sangue). Dal punto di vista dei nutrienti, l’alga fucus è costituita principalmente da: carboidrati (81%) e proteine (14%), ed apporta solo 43 kcal ogni 100 g.

Infine, al di là del rapporto tra fucus e tiroide e metabolismo, l’alga possiede anche delle proprietà lassative e protettive della mucosa gastrica (rivelandosi un aiuto in caso di ulcera, gastrite e reflusso gastro-esofageo). Di notevole interesse è anche la capacità di ridurre il livello di grassi nel sangue.

alga-fucus-per-dimagrire

Alga Fucus: Proprietà e Benefici

Come si è appena osservato, l’alga fucus può essere utile per porre rimedio a numerose patologie. Ricordiamo inoltre che questa specie ha dato ottimi risultati soprattutto per quanto concerne una condizione di obesità e i disturbi che si accompagnano a quest’ultima, il che ha spinto ad associare fucus e tiroide nei trattamenti naturali. Scopriamo a questo punto nel dettaglio come agisce l’alga e perché viene consigliato il fucus per dimagrire.

1. Fucus e Tiroide

È ormai ben noto il legame che unisce fucus e tiroide. L’alga fucus, infatti, sembra riuscire a contrastare alcune condizioni determinate da un malfunzionamento della ghiandola tiroidea, si tratta in particolare dell’ipotiroidismo. Chi soffre di ipotiroidismo non produce ormoni tiroidei a sufficienza e pertanto deve ricorrere a dei farmaci che stimolino la produzione di tali ormoni. L’alga fucus agisce proprio in questo senso: lo iodio sollecita in modo del tutto naturale la tiroide ad incrementare la quantità di ormoni riportandoli a livelli ottimali.

2. Fucus per Dimagrire

Agendo sulla tiroide, la quercia marina ha effetti anche sul metabolismo, in quanto strettamente connesso al funzionamento delle ghiandole tiroidee. Queste ultime vengono stimolate dallo iodio che contemporaneamente accelera il metabolismo basale, consentendo al corpo di bruciare più velocemente le calorie e soprattutto i grassi (il cui accumulo non fa che aggravare la condizione di sovrappeso creata dall’ipotiroidismo). Aumentando l’apporto di iodio nella nostra dieta il metabolismo si riattiva e ci consente di perdere peso, pertanto l’uso del fucus per dimagrire è un’alternativa valida rispetto a prodotti farmaceutici.

3. Fucus contro la cellulite

Combattere i depositi di grasso con l’alga fucus è una realtà. Dal momento che l’alga consente di accelerare il metabolismo, ciò si traduce nella possibilità effettiva di bruciare grassi in modo veloce e naturale. La quercia marina sembra inoltre avere un leggero effetto diuretico che aiuta nel prevenire la ritenzione idrica. Oltre che dall’interno, questa specie di alga agisce anche dall’esterno, attraverso fanghi e creme che donano alla pelle un aspetto più liscio nel caso dell’antiestetica buccia d’arancia.

Leggi anche: 8 Tisane Diuretiche per Combattere la Ritenzione Idrica

4. Fucus per la salute del cuore

Non è da sottovalutare la capacità dell’alga fucus di salvaguardare il sistema cardiovascolare. L’alga infatti è costituita da grassi acidi Omega 3 che combattono il colesterolo cattivo, impedendo che questo si depositi nelle arterie, e dalla fucoidina. Quest’ultima è uno dei principi attivi che caratterizzano la quercia marina e che possiede delle proprietà antitrombotiche e anticoagulanti; ciò significa che consente una migliore circolazione sanguigna e riporta la pressione a livelli ottimali.

5. Fucus contro la stitichezza

L’alga fucus è costituita da alginati, vale a dire componenti simili alle fibre alimentari solubili che attirano l’acqua presente nell’intestino e aumentano dunque le dimensioni dei materiali di scarto. Tutto ciò permette di stimolare la peristalsi intestinale e favorire l’evacuazione. Gli alginati, inoltre, a contatto con i liquidi formano anche una sostanza vischiosa, simile ad un gel, che riveste la materia fecale e facilita l’espulsione delle scorie. Gli alginati, presenti nell’alga fucus, formano una pellicola che riveste lo stomaco dando sollievo in caso di ulcere e acidità.

Leggi anche: Semi di Lino per la Stitichezza: 4 Rimedi Veloci ed Efficaci

Come si Assume l’Alga Fucus?

Sia che si decida di acquistare l’alga fucus per dimagrire o come rimedio naturale per stimolare l’attività tiroidea, è opportuno conoscere i formati e i prodotti a disposizione sul mercato. L’alga fucus infatti è reperibile sia sotto forma di integratori in compresse, come tisana, tintura madre, nonché polveri. Per quanto riguarda le compresse di alga fucus, generalmente è consigliabile assumere una sola capsula al giorno prima di uno dei pasti principali (ma consigliamo di rispettare sempre le dosi indicate nelle confezioni in quanto la posologia varia da prodotto a prodotto).

La preparazione di un infuso di alga fucus prevede semplicemente di lasciare a macerare circa 20 g di alga disidratata in 250-300 ml di acqua bollente per 10-15 minuti, poi filtrare e consumare. Per aumentare i benefici della tisana è inoltre possibile aggiungere altre erbe (betulla, malva) nelle stesse quantità. La tisana al fucus andrà consumata 2 volte al giorno.

La tintura madre di fucus è una preparazione lievemente alcolica attraverso la quale si fa macerare l’alga e per la quale sono previste 20-30 gocce circa da assumere 2 volte al giorno (preferibilmente al mattino e comunque prima dei pasti principali). Le gocce vanno sempre diluite in poca acqua o altro liquido e prima di essere deglutite devono rimanere qualche istante sotto la lingua.

Passiamo infine alle polveri. Queste possono essere adoperate sia per via interna che esterna. Nel primo caso è opportuno assumere non più di 200 mg di polvere di alga fucus al giorno da aggiungere a qualsiasi liquido (brodo, zuppe, yogurt); riguardo l’uso esterno la polvere può essere associata ad argilla verde e acqua oppure a olio di mandorle per creare una pasta densa da applicare sulle zone da trattare, caratterizzate da cellulite o da leggeri arrossamenti.

Controindicazioni dell’Alga Fucus

L’applicazione di impacchi di alga fucus è totalmente sicura e non comporta alcun effetto collaterale. Il discorso cambia tuttavia quando si assume il fucus per dimagrire e quando lo si utilizza per il suo effetto sulla tiroide. Proprio per via della correlazione fucus e tiroide, è bene non consumare i preparati con l’alga in caso si soffra di ipertiroidismo, poiché ciò potrebbe peggiorarne i sintomi (tachicardia, perdita di peso, insonnia ecc.). È altresì sconsigliato il consumo nei casi di ipertensione e di patologie a carico di reni, come ad esempio calcoli.

L’uso di questa specie è da evitare durante i periodi di gravidanza e allattamento per proteggere la salute della madre e del bambino. L’alga fucus, come gran parte delle alghe, riesce ad assorbire anche dei metalli (arsenico, mercurio, piombo) estremamente nocivi per il corpo umano. Pertanto si consiglia di usare prodotti che derivano da specie coltivate in modo biologico.

Infine, viste le proprietà anticoagulanti, è sconsigliata l’assunzione di preparati a base di alga fucus per coloro che soffrono già di problemi legati alla coagulazione del sangue. In questi soggetti è possibile che si verifichino lividi sulla pelle ed in generale un maggiore rischio di emorragie (motivo per cui bisogna sospendere l’assunzione di alga fucus in caso di operazioni chirurgiche). Per tutte queste ragioni è fondamentale consultare il proprio medico prima di assumere qualsiasi tipologia di prodotto, per evitare di incorrere in spiacevoli effetti collaterali o peggiorare le proprie condizioni di salute.