7 Naturali Alternative all’Ibuprofene per Calmare il Dolore

Dolore alle gambe e alla schiena? Mal di testa? Combattiamoli con delle alternative all’ibuprofene naturali al 100%. L’ibuprofene è il principio attivo di molti antinfiammatori e antidolorifici che troviamo in farmacia. La sua funzione principale è quella di ridurre dolore, infiammazione o anche spasmi muscolari in diverse parti del corpo, e, poiché si tratta di un composto chimico, agisce più rapidamente rispetto a degli antidolorifici naturali.

Tuttavia, è pur vero che rispetto a questi ultimi la lista degli effetti collaterali è molto più lunga e anche preoccupante. Numerosi studi hanno evidenziano che l’uso costante o per un tempo prolungato di ibuprofene può causare notevoli disturbi, tra cui problemi cardiaci e di circolazione, crampi gastrointestinali, e addirittura perforazione delle pareti dell’intestino.

Fortunatamente, la natura ci mette a disposizione delle alternative all’ibuprofene che ci consentono di calmare i dolori o gli stati infiammatori dell’organismo con un’azione altrettanto efficace ma sicuramente meno dannosa. Tali alternative all’ibuprofene sono solitamente disponibili in erboristeria o in parafarmacia, sia sottoforma di erbe o tisane che di prodotti erboristici (compresse, capsule, ecc.). La lista degli antidolorifici naturali che proponiamo è costituita da alimenti che utilizziamo spesso nelle nostre ricette e che sono pertanto facilmente reperibili.

Leggi anche: I Migliori Antidolorifici Naturali per Combattere il Dolore

7 Naturali Alternative all’Ibuprofene per Calmare il Dolore

alternative-all-ibuprofene

Oggi, come in passato, curare il nostro fisico è possibile ricorrendo a degli antidolorifici naturali che agiscono in modo mirato su infiammazione e dolori di vario tipo. Ci soffermiamo in particolare su alcune salutari alternative all’ibuprofene (il maggiore componente delle medicine che si acquistano frequentemente in farmacia); analizziamole insieme.

1. Salice bianco

Si tratta di una delle alternative all’ibuprofene più antica che esista. I suoi effetti benefici infatti sono conosciuti da ben 2000 anni. Il salice bianco, o meglio, la sua corteccia, contiene salicina, uno dei componenti della nota aspirina. Vera e propria aspirina naturale, il salice bianco è in grado di diminuire infiammazioni e dolori articolari, tendiniti, mal di testa e anche febbre. A seconda del formato che acquistiamo possiamo preparare delle tisane (da bere 2-3 volte al giorno in caso di febbre o dolori di varia natura) o compresse (ad esempio in caso di mal di testa; non bisogna in questo caso superare i 240 mg di salicina).

Leggi anche: Salice Bianco: l’Aspirina Naturale per Eccellenza

2. Curcuma

Un alimento che abbonda ormai nei piatti di tutto il mondo è la curcuma. I suoi molteplici effetti terapeutici sono stati per primi indagati nella medicina ayurvedica ed oggi sono noti in tutto il mondo. La curcuma contiene curcumina, uno degli antidolorifici naturali che riescono a bloccare la trasmissione degli impulsi del dolore e a sedare le infiammazioni alle articolazioni (in particolare artrite e reumatismi) e ai muscoli. Come introdurla? Prepariamoci una tazza di golden milk, oppure una tisana con 1-2 gr di curcuma, o ancora, assumiamo fino a 3 volte al giorno compresse da 300-400 mg.

Leggi anche: 5 Bevande alla Curcuma Antinfiammatorie e Depurative

3. Capsaicina

La capsaicina è invece il principio attivo del pepe di cayenna, anch’esso largamente utilizzato non soltanto in cucina ma anche in medicina. Essa viene considerata una tra le alternative all’ibuprofene in quanto la sua azione è simile alla curcuma, cioè inibisce la percezione del dolore e al contempo allevia infiammazioni che provocano mal di testa e che in generale colpiscono i nervi (nevralgie). La capsaicina viene generalmente usata sottoforma di crema o unguento: va applicata fino a 4 volte al giorno. Un leggero pizzicore durante le prime applicazioni è del tutto normale, ma scomparirà a poco a poco.

4. Zenzero

Come la curcuma, anche lo zenzero è noto per essere tra gli antidolorifici naturali più apprezzati e conosciuti. Alcuni studi hanno sottolineato come il potere antinfiammatorio di questa spezia sia maggiore rispetto all’ibuprofene e agli antidolorifici più comuni. Lo zenzero è particolarmente indicato per le infiammazioni articolari e muscolari (migliorando la circolazione sanguigna in queste zone) e per l’emicrania. Può essere assunto sia come tisana (le dosi sono quelle della curcuma), oppure in capsule (250 mg per 2 volte al giorno).

Leggi anche: 6 Bevande allo Zenzero Antinfiammatorie e Digestive

5. Boswelia

Forse ancora poco nota ai più, la boswelia è un albero dal quale si ricava una resina che ha un’azione antinfiammatoria molto valida e per questo rientra a pieno titolo tra le migliori alternative all’ibuprofene naturali. Il suo potere antidolorifico e antinfiammatorio è dovuto alla presenza dell’acido boswellico che migliora le condizioni di artriti, reumatismi e contusioni potenziando la circolazione sanguigna in queste parti del corpo, scongiurandone il peggioramento e sanando le stesse. Può essere adoperata come pomata da applicare più volte al giorno o compresse da 300 mg da prendere 2 volte al giorno.

6. Arnica

Un’altra delle naturali alternative all’ibuprofene che vogliamo consigliare è l’arnica. Quest’ultima è indicata per pressoché qualsiasi tipo di dolore muscolare o articolare, nonché contusioni e strappi muscolari. La sua azione non solo permette di ridurre il dolore, ma anche gli effetti visibili sulla pelle dei traumi, come gli ematomi e il gonfiore. L’arnica infatti riesce a riassorbire il sangue fuoriuscito in caso di lividi apportando un miglioramento generale. È possibile acquistare creme e pomate all’arnica (da adoperare più volte al giorno), oppure acquistare i granuli (2 compresse da 5CH 2 volte al giorno).

Leggi anche: Arnica Montana: Potente Antinfiammatorio e Antidolorifico Naturale

7. Artiglio del gatto

Molto utile nel trattamento di osteoartrite e infiammazioni di cartilagini e dolori cervicali è l’artiglio del gatto. Diffusosi a partire dal Sud America, esso è uno tra gli antidolorifici naturali in grado di inibire la produzione di prostaglandine, ormoni responsabili del dolore fisico. Poiché questi ormoni sono anche causa dei crampi mestruali, l’artiglio del gatto è efficace per combattere i fastidi legati a tale condizione. Se usato in compresse, si possono prendere fino a 4 capsule (da 300 mg), oppure, se è disponibile l’erba stessa, si usano fino a 5 gr in mezzo litro di acqua per prepararne un infuso.

Leggi anche: 9 Tisane per Dolori Mestruali e Premestruali

Ibuprofene e farmaci da banco non sono sempre una “valida” soluzione ai nostri problemi di salute. Delle alternative all’ibuprofene che siano naturali, e quindi più sicure, rappresentano invece il metodo migliore per combattere processi infiammatori e dolori muscolari o articolari. Rispetto ai farmaci, le alternative all’ibuprofene non causano effetti indesiderati severi e possono essere utilizzati non soltanto come rimedio per agire in un determinato momento, ma anche come forma preventiva contro ulteriori manifestazioni dolorose.


loading...
loading...