Alternative alle Patatine Fritte: 10 Ricette Leggere e Sfiziose

Le ricette contenute in questo articolo riguardano delle sane alternative alle patatine fritte. È noto come le patatine fritte siano uno degli alimenti più apprezzati da grandi e piccini, ma non spiccano certo per un corretto equilibrio di sostanze nutritive, a causa dell’eccessivo sale e olio con cui vengono preparate. Al contrario, le nostre alternative alle patatine fritte, sempre ed esclusivamente vegetali, ci consentono di assaporare una grande varietà di verdure per le quali opteremo per una cottura in forno (o in essiccatore), riducendo di conseguenza il contenuto di grassi.

Si tratta pertanto di piatti molto più leggeri e sicuramente più salutari, che mantengono intatti i principi nutritivi, e allo stesso tempo sfiziosi e appetitosi. Le alternative alle patatine fritte a cui abbiamo pensato prevedono inoltre l’uso di spezie e talvolta gomasio, vale a dire dei condimenti che danno sapore e che possono sostituire il sale (riducendo pertanto i rischi connessi al suo consumo).

10 Alternative alle Patatine Fritte Leggere e Salutari

alternative-alle-patatine-fritte

Possiamo preparare comodamente delle sane alternative alle patatine fritte a casa nostra. Al posto della frittura, scegliamo la cottura in forno, oppure, qualora disponessimo di un essiccatore, è possibile usare quest’ultimo (generalmente per molti degli alimenti che vedremo occorrono 8 ore di essiccazione a 40°). Ricordiamo infine che in base ai propri gusti, ognuno è libero di sperimentare i condimenti che soddisfano di più il proprio palato come erbette aromatiche e spezie.

1. Chips di carote

La prima delle alternative alle patatine fritte è forse quella più conosciuta: le chips di carote, ricchissime di beta-carotene, un antiossidante che protegge le vie respiratorie e la salute degli occhi. Preparare delle chips di carote è facilissimo: bastano 4 carote grandi, del pangrattato, erbe a piacere (timo, rosmarino), gomasio e un goccio d’olio. Laviamo, peliamo e tagliamo le carote a rondelle; asciughiamole.

Prepariamo ora il pangrattato, a cui aggiungiamo le nostre erbe, un filo d’olio e il gomasio. Passiamo le rondelle nel pangrattato e disponiamole su una teglia rivestita con carta forno. Inforniamo a 180° fino a quando le rondelle non diventeranno dorate e croccanti.

2. Chips di zucca

Al pari delle carote, anche la zucca contiene buone percentuali di beta-carotene dalle proprietà antitumorali. Tra le alternative alle patatine fritte, le chips di zucca mantengono quel sapore zuccherino che si sposa perfettamente con le spezie e le erbe. Tagliamo la zucca già sbucciata a fettine sottili (preferibilmente con la mandolina), disponiamole su una teglia con carta forno e bagniamole con un goccio di olio.

Spolveriamo quindi con del rosmarino secco e un pizzico di sale. Se invece volessimo cucinare dei bastoncini di zucca, basterà tagliare la zucca a tocchetti, bagnarli con dell’olio e cospargere con pepe di Cayenna, curry e rosmarino. Quindi infornare a 200° per circa 20 minuti; otterremo dei bastoncini molto saporiti, gustosi e leggeri.

3. Chips di topinambur

Ricco di fibre, il topinambur combatte la stitichezza e riduce l’assorbimento di colesterolo e zuccheri. Le chips di topinambur sono molto semplici da preparare: abbiamo bisogno di 4 topinambur (lavati e sbucciati), olio, sale marino (meglio se integrale), rosmarino.

Affettiamo sottilmente il tubero e poniamo le fettine in acqua fredda per mezz’ora. Asciughiamole e mettiamole in una teglia. Versiamo un filo d’olio sulle stesse, sale e rosmarino, quindi mescoliamo il tutto all’interno della teglia. Inforniamo le nostre alternative alle patate fritte a 200° fin quando le fettine non saranno dorate e…voilà, pronte per essere gustate!

Leggi anche: 3 Ricette con Topinambur Deliziose e Semplici

4. Triangoli di mais (tortilla chips)

Tra le nostre ricette alternative alle patatine fritte figurano anche i classici triangolini di mais, conosciuti anche come tortilla chips. Prepararle in casa vuol dire ancora una volta cucinare un piatto leggero e soprattutto salutare. Il mais è un alimento molto energetico che contiene buone percentuali di ferro.

Per le tortilla chips versiamo in una terrina 100 gr di farina di mais; aggiungiamo 1 cucchiaio di paprika, peperoncino (o curry) e del sale. Riscaldiamo 80 ml di acqua e versiamola negli ingredienti secchi insieme a 2 cucchiai di olio. Impastiamo il tutto e lasciamo riposare per 30 minuti, dopo di che stendiamo la pasta su un piano infarinato e formiamo dei triangoli. Inforniamo infine a 200° per una decina di minuti.

5. Chips di cavolo nero

Chi avrebbe mai pensato che una delle alternative alle patatine fritte potessero essere le foglie di cavolo nero? Una verdura che contiene ferro e vitamine dal potere antinfluenzale. Per le chips di cavolo è necessario lavare bene la verdura e tagliare le foglie più grandi a pezzetti, togliendo la costa centrale. Dopo averle asciugate, le condiamo con un goccio d’olio, del sale marino integrale e le appoggiamo sulla carta forno. Poniamo nel forno a 175° per 10 minuti. Nulla vieta di aggiungere spezie come peperoncino o aglio in polvere per un gusto ancora più deciso, oppure spolverare il tutto con un po’ di gomasio.

Leggi anche: Gomasio: che Cos’è e la Ricetta per Farlo in Casa

6. Chips di zucchine

Le comunissime zucchine verdi rappresentano una delle più comini alternative alle patatine fritte. Povere di calorie, sono invece ricche di potassio, fondamentale per la salute del cuore e per prevenire i crampi muscolari. Anche le chips di zucchine sono facili da preparare: basta affettare sottilmente le zucchine e passarle in un po’ di olio di semi, quindi salare a piacere. Una spezia che si sposa bene con il sapore dolce delle zucchine è il curry che andiamo eventualmente a versare sulla verdura prima di infornare il tutto a 180° (per circa 20 minuti).

7. Bastoncini di zucchine

Una variante della ricetta precedente ugualmente appetitosa sono i bastoncini di zucchine. La preparazione è leggermente più lunga ma il gusto ripagherà del tempo speso. Per prima cosa tagliamo le zucchine a bastoncini, quindi in lungo. Creiamo una pastella con 90 gr di farina (va bene anche quella di ceci), 150 ml di latte vegetale (preferibilmente di soia), un pizzico di sale, un goccio di olio extravergine e, volendo, erbe e spezie.

Prendiamo i nostri bastoncini di zucchine e infariniamoli nella farina di mais; immergiamo poi i bastoncini nella pastella e passiamoli nel pangrattato. Inforniamo infine per 20 minuti a 180°. Avremo delle alternative alle patate fritte leggere, sfiziose e croccantissime!

8. Chips di verdure

Trovare delle alternative alle patatine fritte è semplice e scatena la fantasia. La maggior parte delle verdure che consumiamo possono essere cucinate in modo da creare delle chips sane, nutrienti e con pochi grassi. L’unica accortezza da osservare è quella di tagliare sottilmente la verdura e rispettare i diversi tempi di cottura. Scopriamo insieme quali verdure utilizzare:

- Spinaci

Fonte di ferro e antiossidanti, le chips di spinaci sono estremamente veloci da cucinare. Dopo avere lavato e asciugato gli spinaci freschi, versiamoli in un contenitore e condiamoli come se dovessimo preparare un’insalata con olio, sale, cumino e pepe. Mescoliamo e versiamo in una teglia che andrà in forno a 180° per un quarto d’ora circa.

- Ravanelli

I ravanelli purificano il sangue e il fegato. Le chips di ravanelli sono pertanto un alimento appetitoso e disintossicante al contempo. Tagliamo i ravanelli, condiamoli con olio, sale, paprika e curry e poniamoli sulla carta forno che abbiamo steso in precedenza su una teglia. Mettiamo in forno a 180° e dopo un quarto d’ora abbassiamo a circa 170°; quando si restringeranno e diverranno croccanti saranno pronte per essere mangiate.

- Cavolini di Bruxelles

Contengono poche calorie e molta fibra, ideali per chi vuole perdere peso. Laviamo i cavolini e asciughiamoli bene. Ricaviamo delle chips dalle foglie, aggiungiamo dell’olio e delle spezie e inforniamo per circa 10 minuti per ottenere delle sane alternative alle patate fritte.

- Barbabietola

Anche le barbabietole figurano tra le alternative alle patatine fritte. Con una mandolina ricaviamo delle fettine sottili, spruzziamo sopra qualche goccia di olio extravergine, sale integrale e coriandolo (o altre spezie). Mescoliamo e inforniamo per 30 minuti, rigirandole a metà cottura. Mangiando le nostre chips di barbabietola aiutiamo la digestione e facciamo il pieno di ferro (minerale presente in alte percentuali).

Leggi anche: Succo di Barbabietola Rossa per Anemia, Stanchezza e Ipertensione

- Melanzane

Le melanzane si caratterizzano per le proprietà antimicrobiche e ipocolesterolemizzanti. Tagliamo molto sottilmente le melanzane e poniamole su una teglia con della carta forno. Versiamo un filo d’olio, del sale, prezzemolo, timo e paprika e facciamo in modo che il condimento si distribuisca su tutte le fettine. Mettiamo le chips di melanzane in forno; cuoceranno a 200° per circa 20-25 minuti.

- Daikon

Il daikon, o ravanello cinese, è un’altra tra le alternative alle patatine fritte ad avere un effetto disintossicante e depuratore. Per fare le chips di daikon dobbiamo per prima cosa tagliarlo a fettine sottilissime, lavarle e asciugarle. Poniamo le fettine in una terrina e condiamo con olio di cocco, curry e zenzero.

Stendiamo le fettine su una teglia con carta forno avendo cura di non sovrapporle. Mettiamo in forno a 180° e lasciamo cuocere per circa 30 minuti, girandole di tanto in tanto. Non appena le fettine si dorano, togliamo la teglia dal forno e assaporiamo le chips leggere!

9. Stick di patate dolci

Nella nostra lista di alternative alle patatine fritte non potevano mancare proprio le patate, con un contenuto di sali minerali e vitamine (gruppo B) che proteggono il cuore e il sistema nervoso. Le stick di patate dolci prevedono soltanto: patate, olio extravergine e gomasio.

Tagliamo le patate, quindi laviamole e asciughiamole. Disponiamole su una teglia e versiamo un filo d’olio e il gomasio. Cerchiamo di mescolarle bene e poniamo la teglia in forno (200° per 25 minuti). In assenza del gomasio, possiamo adoperare dei semi di cumino o sesamo, oppure della paprika per degli stick poveri di grassi dal gusto leggermente piccante.

10. Chips di polenta

Anche la polenta si presta alla preparazione di chips alternative alle patatine fritte. Come per le tortilla, il mais è l’ingrediente principe della ricetta, le cui percentuali di potassio e fosforo preservano la salute di ossa e muscoli. La prima fase della ricetta prevede la preparazione della polenta stessa. Bolliamo 1 litro e mezzo di acqua, saliamo e versiamo a poco a poco la farina, mescolando continuamente con una frusta.

Dopo circa 1 ora, la polenta si staccherà facilmente dalla pentola. A questo punto stendiamola su una teglia e facciamo raffreddare. Quando la polenta è fredda, formiamo le chips di polenta tagliandola a triangolini o bastoncini e inforniamo a 180°. È possibile aggiungere all’impasto delle erbe come prezzemolo o rosmarino che profumeranno le nostre chips dal gusto delicato.

Ricordiamo che le nostre alternative alle patatine fritte si accompagnano bene alle salse che più preferiamo: una maionese vegana o un ketchup preparati da noi.

Leggi anche: Maionese Vegana: 7 Ricette per Fare la Maionese Senza Uova

Leggi anche: Ketchup fatto in casa: 4 Ricette Semplici e Sfiziose