Burro di Cocco: Come Farlo in Casa e Usarlo in Cucina

Il burro di cocco è un alimento che possiamo sfruttare in molti modi in cucina. Dal colore bianco, il burro di cocco è ricavato dalla polpa del frutto e pertanto mantiene inalterati i suoi nutrienti. La consistenza è simile a quella del burro di arachidi, mentre il sapore e l’aroma sono quelli tipici del cocco. Ma quali sono le sue proprietà? Nonostante le parole burro di cocco possano far pensare a un cibo grasso, la maggior parte dei grassi contenuti in esso sono buoni e non alzano i valori del colesterolo. È il caso dell’acido laurico, che possiede proprietà antivirali e antibatteriche e che non “ingrassa”.

Altra qualità del burro di cocco è quella di essere anche un buon antinfiammatorio e di riuscire a curare e prevenire alcune patologie legate al cavo orale, prime fra tutte la carie. Sembra inoltre esercitare una funzione positiva sul sistema immunitario. Infine, proprio come il frutto del cocco, contiene minerali importanti per l’organismo (potassio e magnesio), vitamine (A, E e C) e fibre. Tutti questi elementi lo rendono un alimento energetico, antiossidante, capace di tenere a bada la glicemia e promuovere la generazione delle cellule. Per questi motivi il burro di cocco, può essere tranquillamente usato in cucina, tanto da rappresentare in molti casi, un sostituto del  burro nei dolci.

Leggi anche: Olio di Cocco Alimentare: Benefici sulla Salute e sulla Pelle

Ricetta: Burro di Cocco Fatto in Casa

burro-di-cocco-ricetta

Il burro di cocco può sostituire il burro in molte ricette. Bisogna tuttavia fare attenzione a non consumarne dosi eccessive: ricordiamo infatti che 100 gr di burro di cocco apportano circa 700 kcal. Detto questo, possiamo acquistarlo già pronto nei supermercati ben forniti o nei negozi bio. E se non lo troviamo? Allora proviamo il burro di cocco fatto in casa!

Per preparare il burro di cocco fatto in casa non abbiamo bisogno di altro se non del cocco grattugiato (o farina di cocco) e una manciata di sale (anche se non è obbligatorio). Ecco come procedere: versiamo 2 tazze di cocco disidratato nel frullatore e frulliamo per circa 15-20 minuti. Vedremo che a poco a poco il cocco assumerà prima una consistenza granulosa e poi diventerà una vera e propria crema burrosa. Il procedimento non è affatto complesso ma richiede un po’ di tempo in quanto mentre frulliamo, il cocco tenderà ad attaccarsi alle pareti del mixer e quindi dovremmo spesso rimuoverlo con una spatola. Possiamo aggiungere o meno il sale mentre frulliamo oppure aggiungerlo successivamente con gli altri ingredienti delle nostre ricette.

Se vogliamo un burro cremoso e denso, possiamo aggiungere dell’olio di cocco. Gli ingredienti sono gli stessi, 2 tazze di cocco disidratato, sale e qualche cucchiaio di olio di cocco. Iniziamo a frullare tutti gli ingredienti finché non abbiamo un composto liscio e lucido. Se necessario, aggiungiamo altro olio. Versiamo quindi la nostra pasta di burro di cocco fatto in casa in uno stampo di silicone che ci permetterà di estrarlo senza problemi, oppure usiamo un vasetto di vetro. Schiacciamolo bene per compattarlo e lasciamolo riposare in frigorifero per circa 24 ore in modo da ottenere una forma solida.

Come conservare il burro di cocco fatto in casa? Basta metterlo in frigo e, se lo vogliamo più cremoso e morbido, tiriamolo fuori qualche ora prima dell’utilizzo o riscaldiamolo leggermente a bagnomaria. Nei mesi invernali possiamo invece lasciarlo anche in dispensa, a temperatura ambiente.

Come Usare il Burro di Cocco

Abbiamo visto come preparare il burro di cocco fatto in casa, ma come possiamo usarlo? Una possibilità è, come detto in precedenza, quella di spalmarlo su semplici fette di pane tostato o fette biscottate, proprio come si farebbe con la margarina o le marmellate, per una colazione o uno spuntino energetico. Ma non è tutto.

Il burro di cocco, così come anche l’olio di cocco, resistono alle alte temperature, per cui possiamo impiegarli anche per cucinare i nostri cibi sui fornelli. Per esempio, se vogliamo saltare delle verdure sul fuoco, possiamo tranquillamente adoperare una piccola quantità di burro di cocco e rosolare le verdure che preferiamo.

Se invece vogliamo condire insalate fresche, sia di frutta che di verdura, anche qui bastano pochi cucchiaini di burro, a cui unire eventualmente altri ingredienti, per creare un ottimo quanto sano condimento. A proposito di condimento, avete mai pensato ad una maionese al burro di cocco? È davvero possibile adoperarlo come ingrediente principale insieme all’olio di oliva, del sale e dell’aglio. Otterremo una crema fluida e lucida dal sapore piacevolissimo.

Leggi anche: Maionese Vegana: 7 Ricette per Fare la Maionese Senza Uova

Il burro di cocco può essere inoltre usato per condire le nostre patate al forno oppure per le patatine fritte! Ebbene sì, l’olio di cocco (o burro) è un’altra valida alternativa agli oli di semi comunemente usati in questi casi.
E per degli snack? Possiamo preparare dei popcorn saltandoli con il burro di cocco o fare una pausa dolce e avvolgente, preparando una cioccolata calda a base di cacao, 1-2 cucchiaini di burro di cocco e acqua calda (o latte vegetale)!

La componente grassa del burro di cocco è poi perfetta in frullati dalle note speziate, che contengono ad esempio il pepe e la curcuma, poiché i nutrienti vengono assimilati in modo migliore dall’organismo. Siamo spesso abituati a preparare delle salse a base di curry e latte di cocco con cui accompagnare i nostri piatti. In realtà, possiamo utilizzare al posto del latte il burro di cocco (circa 2 cucchiaini). Il risultato sarà ugualmente gustoso e invitante.

Per un secondo sfizioso, invece, uniamo il burro di cocco a quinoa e verdure tagliate a cubetti per creare delle polpette o degli burger salati. Possiamo usare ugualmente il burro per friggere gli stessi in padella. Ricordiamo che a differenza di altri oli, il burro di cocco dona una piacevole croccantezza.

Leggi anche: Miglior Olio Per Friggere: Guida alla Scelta

Se invece vogliamo preparare un dolce, niente di più semplice. Possiamo sostituire il burro normale con il burro di cocco avendo ottimi risultati; 100 gr di burro o margarina corrispondono esattamente alla stessa quantità di burro di cocco. Quest’ultimo viene quindi adoperato per torte, biscotti, muffin e anche pancakes.

E che dire delle barrette energetiche? Anche in questo caso il burro di cocco ci aiuta ad amalgamare per bene gli ingredienti come cereali, frutta secca, frutta fresca e chi più ne ha più ne metta.Creiamo infine una crema al cioccolato da versare sulle barrette o come decorazione di una torta semplicemente unendo al cacao qualche cucchiaio di burro di cocco, in modo che questo si sciolga e si mescoli bene con il cioccolato.

Leggi anche: Come Sostituire il Burro nei Dolci: 5 Ingredienti Alternativi

Insomma, le ricette con il burro di cocco sono davvero tante, tutte deliziose e diverse. Usiamo quindi il burro di cocco nei nostri piatti preferiti, per dargli un gusto esotico, leggero ed originale!