Come Coltivare la Curcuma in Casa con Successo

Nell’articolo di oggi scopriamo come coltivare la curcuma in casa, una pianta dalle innumerevoli proprietà che può aiutarci a migliorare la nostra salute. La curcuma è una pianta perenne che germoglia nella stagione primaverile e che può essere facilmente coltivata in casa nostra, sia che disponiamo di un orto o di un giardino, sia che abbiamo a disposizione un balcone in cui poter posizionare il nostro vaso.

La curcuma costituisce un ingrediente tipico della cucina dell’Asia meridionale, tuttavia negli ultimi anni è stata sempre più apprezzata e adoperata anche nei paesi occidentali. Per capire come coltivare la curcuma in casa basterà osservare le indicazioni semplici che vi forniremo, per far si che cresca rigogliosa e forte. Prima però sarà bene ricordare alcune delle proprietà mediche possedute da questa radice.

La curcuma contiene numerosi minerali e vitamine che svolgono una funzione antiossidante, antinfiammatoria e disintossicante. Per godere dei suoi benefici, possiamo adoperarla fresca oppure in polvere. In entrambi i casi possiamo usarla per insaporire zuppe e minestre e sughi, oppure piatti dolci come biscotti, crostate e creme. Ricordiamo inoltre che la curcuma è l’ingrediente principale per preparare il famoso Golden Milk (o latte d’oro), una super bevanda dal potere antinfiammatorio.

Leggi anche: Latte d’Oro: 10 Straordinari Benefici del Golden Milk

La curcuma si presenta come una pianta dall’aspetto tropicale, con le sue foglie grandi e verdi e i fiori bianchi che si aprono interamente durante la stagione estiva. È perfetta da tenere sul nostro balcone poiché la sua altezza non supera generalmente i 90 cm, bisogna però fare in modo che il vaso e la terra siano quelli adatti allo sviluppo e alla crescita della pianta.

Come Coltivare la Curcuma in Casa con Successo

come-coltivare-la-curcuma-in-casa

La pianta di curcuma cresce senza particolari difficoltà in ambienti temperati o caldi, in quanto ha bisogno di calore ed umidità. Con i nostri consigli scoprirete come coltivare la curcuma in casa nel modo più corretto e come poterla conservare per poi adoperarla in cucina.

Per fare in modo che le radici di curcuma crescano sane, dovremo cercare di ricreare il più fedelmente possibile le condizioni ideali della pianta, considerando non soltanto la temperatura dell’ambiente, ma anche il tipo di terriccio, la frequenza con la quale innaffiarla e così via.

1. Dove acquistare la radice della curcuma pronta da piantare?

Dal momento che per coltivare la curcuma non vengono utilizzati semi bensì i rizomi, è opportuno acquistarli in negozi specializzati o presso i grandi vivai. In alternativa, si può sempre cercare su internet qualche azienda che confezioni semi o in questo caso radici. Naturalmente, se abbiamo già coltivato in precedenza la pianta di curcuma possiamo sfruttare i rizomi dell’anno passato. Consigliamo in ogni caso di scegliere i rizomi più piccoli composti da pochi “boccioli”.

2. Qual è il periodo migliore per piantare la curcuma?

Per capire a fondo come coltivare la curcuma in casa non possiamo dimenticarci del momento migliore dell’anno per piantarla. Essendo una pianta che ha bisogno di calore, sarebbe meglio aspettare la fine del periodo primaverile, quando le temperature sono ormai diventate abbastanza miti (intorno ai 17-18°C).

3. Qual è il clima migliore per far crescere bene la curcuma?

La pianta di curcuma è una pianta tropicale, pertanto non tollera il clima freddo. Sarà opportuno cercare il più possibile di esporla alla luce diretta del sole, o comunque mai in posti in cui vi sia spesso ombra. Per tentare di riprodurre un clima caldo, possiamo anche tenere la pianta dentro casa e spostarla all’aperto, in balcone ad esempio, quando la temperatura all’esterno aumenta.

4. Qual è il terreno ideale per coltivare la curcuma?

Il tipo di terreno che consigliamo di acquistare per la pianta di curcuma è composto da torba, sabbia, terriccio argilloso che favoriscono l’assorbimento dell’acqua ma allo stesso tempo impediscono la formazione di eventuali ristagni che potrebbero danneggiarne lo sviluppo. Con il tipo di terreno giusto, i primi germogli impiegheranno 1 mese (1 mese e mezzo) per spuntare.

5. Quanto spazio serve per coltivare in casa la curcuma?

Per coltivare la curcuma in casa avremo bisogno di un vaso grande, della lunghezza di circa 75 cm e una profondità di 30 (questo perché i rizomi crescono e presentano uno sviluppo in orizzontale). Possiamo porre i rizomi a una distanza di 20 cm gli uni dagli altri e sotterrarli a 6-7 cm di profondità. Come detto in precedenza, è possibile porre il vaso in casa anziché in balcone, stando sempre attenti che riceva abbastanza luce.

6. Quando e quanto occorre innaffiare la curcuma?

La pianta di curcuma va innaffiata frequentemente ma non in modo esagerato. Un ottimo modo per capire quando la pianta ha bisogno d’acqua è toccare il terreno. Se questo è asciutto, la pianta deve essere innaffiata. Se facciamo crescere la curcuma in un ambiente in cui è presente poca umidità spruzziamo dell’acqua sulle foglie.

7. Come e quando si può raccogliere la curcuma?

Non possiamo concludere i nostri suggerimenti su come coltivare la curcuma in casa senza spiegare come raccoglierla. Il procedimento è molto semplice. Poiché la pianta matura dopo 9-10 mesi da quando vengono sotterrati i rizomi, trascorso questo tempo possiamo delicatamente sollevare la curcuma fino a vedere le radici e procedere alla raccolta di queste ultime. Un altro segnale che ci indica che la pianta è matura è rappresentato dal colore giallognolo assunto dalle foglie.

Come Conservare la Curcuma Fresca

Conservare le radici della curcuma è un’operazione semplice e veloce. Per prima cosa bisognerà eliminare la terra dai rizomi, avvolgere questi ultimi nella carta assorbente e porli nel frigorifero in sacchetti di plastica. In questo modo si conserverà fino a quattro settimane. Possiamo anche decidere di congelare le radici di curcurma osservando lo stesso procedimento ma tagliando all’inizio i rizomi a fette; la curcuma si conserverà fino a due mesi.

Leggi anche: Come Usare la Curcuma in Cucina: 10 Idee Fantasiose

Come Fare la Curcuma in Polvere

E se invece volessimo fare la curcuma in polvere a casa? Nessun problema. Prendiamo la pianta di curcuma, puliamo le radici e tagliamole a fette, disponiamole poi su di un piatto e copriamo con un telo o con della garza. Mettiamo il piatto al sole finché le radici non si saranno seccate. A questo punto possiamo sminuzzare la curcuma essiccata usando un mortaio o un macinacaffè. Conserviamo la nostra polvere di curcuma in un contenitore di vetro a chiusura ermetica e poniamolo al riparo dalla luce in un luogo fresco e asciutto.