Come Eliminare la Forfora: 8 Rimedi Naturali Efficaci

La forfora è un problema molto comune: si tratta di un disturbo che si manifesta con un’elevata presenza di scagliette bianche e secche sul cuoio capelluto. Per capire come eliminare la forfora bisogna innanzitutto fare luce suoi fattori che generano questo fastidio.

Le cause di questa patologia sono molteplici; le principali sono una scarsa igiene dei capelli che porta all’accumulo di pelle desquamata e sebo sul cuoio capelluto, e anche il tipo di pelle: la pelle secca del cuoio capelluto, infatti, provoca prurito e produce piccole squame bianche e secche; la pelle grassa, invece, può portare alla dermatite seborroica che fa si che non solo sui capelli, ma anche sulle sopracciglia, dietro le orecchie e ai lati del naso, siano presenti scagliette di forfora sia bianche che giallastre.

come-eliminare-la-forfora

Altre malattie della pelle, come eczemi, psoriasi e funghi, rendono più inclini al problema della forfora. Tra le cause della forfora vi è anche la dermatite da contatto provocata da una reazione negativa ad alcuni prodotti per la cura dei capelli.

La forfora può portare imbarazzo e problemi di autostima, ma è bene sapere che è possibile sbarazzarsi della forfora, ed è possibile farlo usando rimedi naturali e facili da reperire. Occorre solo avere pazienza ed effettuare con regolarità i trattamenti.

Come Eliminare la Forfora con 8 Rimedi Naturali

La natura mette a disposizione importanti alleati per la cura del nostro benessere. Per quanto riguarda questo problema, vi sono almeno 8 rimedi naturali contro la forfora davvero efficaci che ci aiuteranno a combatterla e a sbarazzarcene.

Vediamo quali sono:

1. Bicarbonato di sodio

Le molteplici proprietà del bicarbonato di sodio lo rendono un elemento altamente versatile e utile in vari campi. In questo caso, il bicarbonato è un utile alleato per combattere la forfora, perché aiuta a rimuovere le cellule morte della pelle assorbendo l’olio in eccesso. Inoltre, stabilizza i livelli di pH dei capelli, rendendo il cuoio capelluto libero dalla forfora.

Per utilizzare questo rimedio naturale contro la forfora occorre applicare il bicarbonato sui capelli umidi, strofinare delicatamente per un paio di minuti e poi risciacquare con acqua tiepida.

Importante: dopo l’applicazione del bicarbonato di sodio sui capelli non va usato lo shampoo. Il trattamento, per poter essere efficace, deve essere effettuato un paio di volte a settimana per almeno due settimane. Il risultato sarà strabiliante e i capelli saranno anche più morbidi e lucenti.

2. Sale di Epsom

sali-di-epsom

Utilizzando 2-3 cucchiai di sale di Epsom per esfoliare il cuoio capelluto sarà possibile rimuovere le cellule morte ed eliminare la forfora. Occorre, comunque, massaggiare molto delicatamente per un paio di minuti e in seguito utilizzare un normale shampoo per lavare i capelli.

Se il trattamento verrà ripetuto 1-2 volte a settimana sarà possibile rimuovere del tutto la forfora: è importante, in ogni caso, continuare il trattamento (anche se con meno frequenza) per prevenire la ricomparsa della forfora.

Leggi anche: Sali di Epsom per la Bellezza di Viso e Corpo e Capelli

3. Olio di oliva (in caso di forfora dovuta a secchezza del cuoio capelluto)

La pelle secca è una delle cause che portano al problema della forfora. Uno dei rimedi naturali contro la forfora, in questo caso, è l’olio d’oliva che agisce da idratante naturale.

Per sfruttare al meglio il potenziale idratante dell’olio d’oliva occorre scaldarne un po’ su un pentolino, e poi applicarlo sul cuoio capelluto (asciutto), massaggiando per un paio di minuti. I capelli vanno poi avvolti in un asciugamano caldo per almeno 45 minuti o –se possibile- anche tutta la notte. Una volta tolto l’asciugamano si può fare lo shampoo.

Il trattamento antiforfora, se ripetuto un paio di volte a settimana, apporterà dei miglioramenti incredibili ed eliminerà il problema della secchezza del cuoio capelluto e –di conseguenza- della forfora.

Leggi anche: Olio di Oliva per Capelli, Viso e Corpo: 13 Fantastici Rimedi

4. Succo di limone

L’acido citrico contenuto nel limone ha effetti anti-fungini e contribuisce a combattere il fungo che può essere causa della forfora. Vi sono diversi rimedi naturali contro la forfora che prevedono il limone, ma tutti –alla fine- devono essere seguiti da un risciacquo composto da una tazza di acqua tiepida e 4 cucchiai di succo di limone.

Ecco alcuni trattamenti antiforfora che prevedono l’uso del limone:

-Massaggiate il cuoio capelluto con due cucchiai di succo di limone; lasciate in posa per un minuto e poi sciacquate i capelli.
-Un trattamento alternativo, ma ugualmente efficace, consiste nello strofinare fette di limone direttamente sul cuoio capelluto e –dopo aver lasciato agire per qualche minuto- sciacquare.
-Un altro trattamento consiste nell’applicare –con un batuffolo di cotone- un composto costituito da due cucchiai di succo di limone e quattro cucchiaini di aceto di mele sul cuoio capelluto. Lasciare agire qualche minuto, per poi sciacquare.

5. Olio di cocco

olio-di-cocco-per-capelli

La versatilità dell’olio di cocco, dovuta alle sue molteplici proprietà, si rende utile anche in caso di forfora. L’olio di cocco, infatti, idrata e lenisce la superficie cutanea, sciogliendo le incrostazioni della forfora e facilitandone, con il lavaggio, la rimozione.

I trattamenti con l’olio di cocco, oltre ad eliminare la forfora, renderanno inoltre i capelli luminosi, sani e nutriti grazie all’acido laurico, all’acido caprico ed alla vitamina E presenti in questo prodotto. L’olio di cocco è capace di contrastare anche eventuali funghi sul cuoio capelluto che potrebbero essere la causa della forfora.

Leggi anche: Olio di Cocco per Capelli Luminosi e Morbidi

Per utilizzare questo rimedio naturale contro la forfora è necessario applicare l’olio di cocco sui capelli, massaggiare delicatamente per alcuni minuti e lasciare agire per almeno mezzora. In alternativa, dopo aver applicato l’olio di cocco si può avvolgere un asciugamano caldo attorno alla testa, in modo da coprire i capelli. Rimuovere una volta che l’asciugamano si sarà raffreddato.

Dopo di che, lavare normalmente i capelli con uno shampoo. Il trattamento antiforfora può essere effettuato fino a 2-4 volte a settimana e –anche dopo aver eliminato il problema della forfora- sarebbe indicato ripetere il trattamento anche solo una volta a settimana per impedire che la forfora ritorni.

6. Tea tree Oil

L’olio di tea tree è un utile rimedio naturale contro la forfora, in quanto ha proprietà antisettiche e permette di combattere i funghi responsabili dell’eccessiva forfora; ha proprietà anti-infiammatorie e allevia il prurito al cuoio capelluto provocato dalla forfora e aiuta in caso di forfora provocata dalla pelle grassa, perché sblocca i follicoli dei capelli che potrebbero essere stati ostruiti da un eccesso di sebo: questo aiuta a sbarazzarsi di eventuali infezioni fungine e batteriche.

Per sfruttare il potenziale dell’olio di tea tree, occorre mescolare 8-10 gocce di olio di tea tree a mezza tazza di un altro olio: potete scegliere –ad esempio- l’olio di jojoba, d’oliva o di cocco. Potete versare l’olio ottenuto in una bottiglia per conservarlo e usarlo quando occorre.

Per utilizzarlo, basta massaggiare delicatamente l’olio ottenuto sul cuoio capelluto: è possibile che all’inizio l’olio darà prurito o bruciore, ma la sensazione passerà in poco tempo. Lasciate agire l’olio per tutta la notte, e al mattino lavate con uno shampoo.

In alternativa, potete usare 5-10 gocce di olio di tea tree mescolate con un po’ d’acqua dopo aver sciacquato abbondantemente i capelli in seguito allo shampoo. Per curare la forfora provocata dalla pelle troppo secca, mescolate l’olio di tea tree allo shampoo o al balsamo e applicatelo sui capelli come un normale shampoo o balsamo.

Se volete saltare il passaggio di dover mescolare shampoo e olio scovate –tra gli shampoo in commercio- quelli che hanno tra gli ingredienti proprio l’olio di tea tree.

Leggi anche: Come Usare il Tea Tree Oil: Rimedi per Salute, Pelle e Capelli

7. Salice bianco

L’acido salicilico contenuto nel salice bianco (ottimo sostituto dell’aspirina)  è un rimedio naturale contro la forfora: molti shampoo antiforfora, infatti, presentano questa sostanza. Vediamo come eliminare la forfora con questo “ingrediente”:

Per usare il salice bianco come rimedio antiforfora basta prendere qualche goccia di estratto, e poi mescolarle allo shampoo che si usa normalmente. Lo shampoo va poi applicato sul cuoio capelluto e –dopo aver massaggiato delicatamente- va tenuto in posa per qualche minuto e poi risciacquato.

In seguito, passare nuovamente lo shampoo (ma senza estratto di salice bianco). Gli effetti benefici si manifesteranno dopo qualche tempo, ma il salice bianco eliminerà il problema della forfora.

Leggi anche: Salice Bianco: l’Aspirina Naturale per Eccellenza

8. Olio di Neem

olio-di-neem

L’olio di Neem è un vero toccasana per i capelli, in quanto non solo ne previene la perdita ma è anche molto efficace contro la forfora. Quest’olio viene estratto dai semi della pianta di Neem, molto diffusa in India ed utilizzata anche nella medicina ayurvedica. Tra i rimedi naturali contro la forfora, il Neem regna sovrano!

Le sue proprietà sono conosciute da secoli e il Neem è considerato il segreto di bellezza delle donne indiane che hanno capelli invidiati da tutto il mondo. Il trattamento a base di olio di Neem è utile anche per alleviare il prurito del cuoio capelluto e per lenire le irritazioni.

Per sbarazzarsi della forfora basta diluire qualche goccia di olio di neem in un altro olio come quello di oliva, di jojoba o di mandorle. Frizionare il composto sul cuoio capelluto esercitando un leggero massaggio. Lasciare agire per qualche ora e lavare i capelli come di consueto usando un normale shampoo.

Ripetere il trattamento ogni volta che si lavano i capelli, essendo un prodotto naturale al 100 % non presenta controindicazioni. Già dopo la prima applicazione si sentirà il cuoio capelluto più fresco e la forfora tenderà a diminuire nettamente dopo il primo lavaggio.

L’odore di questo olio è molto particolare e pungente ma non affatto sgradevole e si sentirà per qualche giorno. Il suo utilizzo è consigliato anche a chi ha il cuoio capelluto grasso in quanto svolge un’azione astringente e regola la produzione di sebo.

Leggi anche: 14 Fantastici Usi dell’Olio di Neem e Tutte le Proprietà