Come fare un Dentifricio con Olio di Cocco: Sano e Naturale

Lavarsi i denti con un dentifricio con olio di cocco rappresenta un rimedio molto più salutare ed economico rispetto ai dentifrici prodotti industrialmente, non solo perché si tratta di un prodotto semplice e naturale privo di sostanze chimiche, ma anche perché all’olio di cocco sono attribuite potenti proprietà antibatteriche.

E’ stato, infatti, dimostrato come alcune sostanze presenti nell’olio di cocco riescano a debellare efficacemente gli streptococchi, batteri comunemente presenti nel cavo orale e responsabili di placca, gengiviti e carie. I dentifrici prodotti industrialmente, a differenza di un dentifricio naturale realizzato con olio di cocco, sono inoltre pieni di sostanze nocive che, alle lunghe, possono provocare gravi irritazioni e reazioni allergiche anche di una certa entità.

Fra queste sostanze, troviamo il triclosan, presente in moltissimi prodotti per l’igiene ma capace di alterare la normale produzione di ormoni da parte del nostro organismo, e i tensioattivi, sostanze chimiche fortemente irritanti in grado di danneggiare in modo irreparabile le nostre mucose. Tutti validi motivi per buttare definitivamente nel cestino i dentifrici tradizionali e cominciare ad utilizzare un dentifricio con olio di cocco allo scopo di mantenere i nostri denti puliti e in salute.

Leggi anche: Perché Usare l’Olio di Cocco per i Denti e Buttare il Dentifricio

Come Fare un Dentifricio con Olio di Cocco

dentifricio-con-olio-di-cocco-naturale

Realizzare un dentifricio fai da te a base di olio di cocco è un’operazione abbastanza semplice da fare. Non sono richieste particolari abilità e soprattutto è realizzato con ingredienti molto semplici e facili da reperire in una qualunque erboristeria.

Alla fine, otterrete un dentifricio naturale, che, oltre a detergere e igienizzare a fondo il vostro cavo orale, vi metterà a riparo da tutte le conseguenze negative sulla nostra salute associate invece alle sostanze chimiche presenti nei dentifrici industriali. Vediamo dunque insieme come fare un dentifricio con olio di cocco, semplice e naturale.

Gli ingredienti necessari per realizzare il vostro dentifricio fai da te con olio di cocco sono i seguenti:

- 1 cucchiaino di sale, preferibilmente delle qualità più pure come il sale rosa dell’Himalaya, il sale marino integrale o quello celtico, che si distinguono per la maggior presenza di minerali quali calcio, zinco, ferro e potassio;

- 4 cucchiai di bicarbonato di sodio: quando fa particolarmente caldo è possibile aumentare le quantità di bicarbonato per evitare che il dentifricio si sciolga e diventi troppo liquido; in tal caso, meglio optare per una proporzione bicarbonato/ olio di cocco di 1 a 1;

- 8 cucchiai di olio di cocco biologico ottenuto dalla pressatura della polpa del frutto essiccata e non trattata con agenti chimici;

- 20-30 gocce di olio essenziale di vostra scelta: scegliete quello che, in base alle sue proprietà, vi sembra più in linea con i vostri bisogni; ce ne sono diversi che potrebbero fare al caso vostro come ad esempio:

Olio essenziale di eucalipto, in grado di rinfrescare e combattere la proliferazione di germi e batteri, contrastando la formazione di placca, carie e gengiviti;

Olio essenziale di menta piperita, a cui si attribuiscono numerose proprietà benefiche come quella di prevenire l’alitosi e favorire la salute di denti e gengive.

Olio essenziale a base di chiodi di garofano, capace di dare un supporto antiossidante, antimicrobico e antivirale, oltre a contrastare le sensazioni di dolore;

Olio essenziale di arancio, con proprietà antinfiammatorie e disintossicanti;

- 1 cucchiaio di acqua calda: il liquido vi servirà a sciogliere il sale, se vedete che durante l’ebollizione l’acqua tende a calare molto, iniziate da un quantitativo maggiore di liquido;

Xilitolo, o altro dolcificante naturale come quello ottenuto dalla Stevia, pianta erbacea che cresce spontaneamente in alcune regioni del Sud America. Questo ingrediente vi permetterà di rendere meno acre il sapore del vostro dentifricio con olio di cocco; l’elemento dolcificante andrà aggiunto all’acqua in ebollizione in cui avete sciolto il sale;

- Se lo ritenete opportuno potete aggiungere vitamina K2 e altri minerali come la bentonite, in grado di favorire la remineralizzazione dei denti; tuttavia, anche senza questi ingredienti, il vostro dentifricio fai da te funzionerà benissimo.

Procedimento

Per preparare il vostro dentifricio fai da te a base di olio di cocco potrete semplicemente mescolare tutti gli ingredienti con una forchetta o un cucchiaio, oppure, se ne avete uno, utilizzando un frullatore ad immersione.

Qualora, dopo aver mescolato per un po’, il composto risultasse troppo duro, rimediate aggiungendo altra acqua; se invece fosse troppo morbido, aggiungete più olio di cocco e bicarbonato di sodio nel rapporto di 2:1. Tenete, però, presente che se per diluire avete utilizzato acqua molto calda, è probabile che il vostro dentifricio con olio di cocco indurisca gradualmente man mano che il liquido si raffredda.

Per accelerare il processo di raffreddamento, prima di aggiungere altri ingredienti come gli oli essenziali, mettete il composto a raffreddare in frigo per 30 minuti. Una volta completato il procedimento di preparazione, è preferibile conservare il vostro dentifricio con olio di cocco in frigo, perché, essendo privo di conservanti, può deteriorarsi facilmente.

Sempre per lo stesso motivo, evitate, se possibile, di usare le mani per prendere il composto e passarvelo sui denti; meglio usare una spatolina o un cucchiaino pulito.

Consigli sull’Uso del Dentifricio con Olio di Cocco

Se siete abituati al sapore dei dentifrici tradizionali, all’inizio il vostro dentifricio con olio di cocco potrebbe sembrarvi salato; non scoraggiatevi, perché col tempo vi abituerete al nuovo sapore e soprattutto vi sentirete ripagati dagli effetti benefici sui denti e gengive.

Non solo, infatti, i vostri denti saranno più bianchi e il vostro alito più fresco, ma è probabile che avrete anche meno bisogno di cure odontoiatriche. Senza considerare che, usando un dentifricio naturale, è possibile ridurre l’impatto sull’ambiente di alcune sostanze come la glicerina, il fluoro, il triclosan e i tensioattivi, presenti in grandi quantità nei dentifrici prodotti industrialmente.

E’, inoltre, ormai dimostrato che i dentifrici a base di olio di cocco e altre sostanze naturali, essendo privi di sostanze irritanti e glicerina, componente sintetica ricavata dal petrolio che serve solo a conservare e rendere più lucenti le paste dentifrice, sono in grado anche di favorire la remineralizzazione dello smalto dei denti, oltre che costituire un valido aiuto per la loro pulizia e detersione.

Leggi anche: Come Fare in Casa il Collutorio Naturale: 5 Ricette Semplici