Come Usare l’Olio di Ricino per Capelli, Pelle e Viso

In questo articolo scopriremo come usare l’olio di ricino per la cura dei capelli, della pelle e per prevenire una serie di disturbi come labbra screpolate e unghie fragili. L’olio di ricino è un prodotto che si ottiene dalla spremitura dei semi dell’omonima pianta e si è rivelato un prodotto davvero miracoloso nel campo cosmetico e non solo.

Non a caso, molti prodotti per la cura della persona contengono anche questo prezioso olio, ricco di acido ricinoleico (che se assunto per via orale è un ottimo lassativo) dalle proprietà antibatteriche e antinfiammatorie. L’olio di ricino è un ottimo olio per capelli e per la pelle grazie anche al contenuto di vitamina E, proteine e minerali. Ma come usare l’olio di ricino? Scopriamolo insieme.

come-usare-l-olio-di-ricino-per-capelli-viso

Come Usare l’Olio di Ricino per Capelli

Iniziamo con l’illustrare come usare l’olio di ricino per capelli e tutti i suoi benefici. Questo olio è efficace non solo contro le doppie punte ma anche per stimolare la crescita dei capelli e renderli più forti. E’ un buon prodotto soprattutto per i capelli secchi e che si spezzano facilmente in quanto li nutre e li rinforza. Vediamo qualche trattamento a base di olio di ricino per capelli sani e belli.

1. Stimolare la crescita dei capelli e renderli lucidi

Parliamo di come rendere lucidi i capelli con l’olio di ricino e nutrirli in modo adeguato. Lo smog e gli agenti atmosferici sicuramente indeboliscono il cuoio capelluto, facendo perdere lucentezza ai nostri capelli ed è per questo che dobbiamo prendercene cura ogni giorno.

- La sera, per una settimana, riscaldiamo leggermente qualche cucchiaio di olio di ricino in un pentolino e usiamolo sulle radici massaggiando delicatamente. La mattina seguente laviamo con uno shampoo poco aggressivo ed evitiamo di usare il phon troppo vicino e alla massima potenza per non sfibrare i capelli.

- Se abbiamo invece capelli grassi, mettiamo meno olio di ricino mescolandolo, in parti uguali, con olio di mandorle dolci oppure con quello di cocco. Seguiamo il procedimento visto in precedenza massaggiando il cuoio capelluto per stimolare la crescita. Applichiamo su tutta la lunghezza il composto a base di olio di ricino per avere capelli lucidi e brillanti!

Leggi anche: Olio di Mandorle per Capelli Lucidi, Morbidi e Forti

2. Eliminare le doppie punte e nutrire i capelli

Vogliamo eliminare le doppie punte con l’olio di ricino e nutrire i capelli a fondo? Niente di più facile! Il contenuto di grassi buoni, proteine e vitamine presenti in questo olio lo rendono adatto anche a questo scopo.

Per un trattamento contro le doppie punte con olio di ricino, mettiamone un po’ (facendolo intiepidire per qualche secondo in un pentolino) sulle mani e applichiamo con delicatezza sulle singole ciocche. Aspettiamo almeno mezz’ora prima di lavare i capelli. Basta effettuare questo rimedio contro le doppie punte ogni 5-6 giorni per dare nuova vita alla chioma.

Come Usare l’Olio di Ricino per la Pelle

Scopriamo come usare l’olio di ricino sulla pelle. Come vedremo, è ottimo per prevenire smagliature e rughe ma anche per nutrire la pelle secca e lenire le fastidiose scottature dopo una prolungata esposizione al sole.

1. Prevenire le smagliature

L’olio di ricino è un ottimo rimedio naturale contro le smagliature, soprattutto quelle che si formano durante e dopo la gravidanza. Grazie alla presenza di acidi grassi, questo prodotto migliora l’elasticità della pelle e la nutre a fondo.

- Se le smagliature sono già  ben visibili, massaggiamo l’olio di ricino sulle zone colpite per una decina di minuti. Copriamo con pellicola trasparente e facciamo assorbire bene prima di rimuoverla. Effettuiamo questo trattamento con costanza e avremo risultati in poco tempo.

- Se invece vogliamo prevenire le smagliature usiamo 2 cucchiai di olio di ricino e 3 di olio di mandorle applicando la soluzione su gambe, seno e pancia 1-2 volte al giorno massaggiando delicatamente.

Leggi: Olio di Mandorle per Smagliature e Per il Corpo

2. Reidratare la pelle secca

Avere  una pelle morbida ed idratata richiede l’uso di prodotti specifici. L’olio di ricino è ideale per tutti coloro che hanno la pelle secca e squamosa oppure ricoperta da antiestetiche macchie. Grazie al suo contenuto di acidi grassi buoni, che stimolano la produzione di collagene, si rivela efficace anche contro la dermatite e per donare nuova lucentezza alla pelle spenta facendola apparire più giovane. Ma come usare l’olio di ricino per pelle secca?

- Uniamo un paio di cucchiai di olio di ricino con 2 cucchiai di olio di mandorle o di cocco ed effettuiamo un massaggio delicato tutti i giorni sulle zone più secche. Aumentiamo la dose nel caso la parte da trattare sia maggiore. Attendiamo poi una mezz’ora prima di risciacquare o fare una bella doccia.

- Se vogliamo idratare la pelle del viso, applichiamo un po’ di olio di ricino prima di andare a dormire e lasciamo agire per tutta la notte. Ovviamente, prima di procedere all’applicazione, laviamo accuratamente il viso per rimuovere impurità e trucco.

Leggi anche: 5 Maschere Viso Fai da Te per Pelle Secca

3. Ridurre infiammazioni e alleviare le scottature

Proprio come l’olio di neem, anche quello di ricino è efficace contro gli arrossamenti e le scottature solari. Questo grazie alla presenza dell’acido ricinoleico che, come abbiamo detto, è un ottimo antinfiammatorio e lenitivo. Anche in questo caso possiamo sfruttare la presenza degli Omega 3 per nutrire la parte danneggiata e mantenere la pelle idratata. Scopriamo allora come usare l’olio di ricino sulle scottature solari e per ridurre le infiammazioni.

- Nella fase più acuta, usiamo l’olio di ricino insieme all’olio di cocco mantenendo le stesse proporzioni (es. 2 parti di olio di cocco e 2 di ricino) ed effettuiamo un leggero massaggio la sera prima di andare a dormire. La mattina seguente procediamo al risciacquo con acqua tiepida e senza usare spugne e saponi aggressivi. Possiamo anche effettuare questo procedimento due volte al giorno per 5-6 giorni o almeno fino a quando la scottatura o l’infiammazione sarà scomparsa.

Come Usare l’Olio di Ricino per il Viso

In questo paragrafo vedremo come usare l’olio di ricino per il viso; per eliminare le antiestetiche rughe, i segni del tempo, rinforzare ciglia e sopracciglia e persino nutrire le unghie.

1. Eliminare le rughe

L’olio di ricino per le rughe si rivela davvero efficace ma solo se applicato con costanza per diversi mesi. E’ sicuramente un’ottima alternativa alle creme che promettono miracoli e sono anche molto costose. Anche quest’ultime, comunque, vanno applicate con costanza per tanto tempo. L’olio di ricino ci permette di utilizzare un prodotto naturale e soprattutto puro. Le proprietà emollienti aiuteranno a ridurre le zampe di gallina  e le rughe, senza ostruire i pori della pelle.

- Mettiamo quindi qualche goccia di olio di ricino sulla mano e stendiamolo delicatamente sulla zona che vogliamo trattare. Massaggiamo con cura ogni sera prima di metterci a letto per 3-4 mesi. Ovviamente, questo procedimento può essere anche un ottimo modo per prevenire le rughe grazie all’azione elasticizzante dell’olio di ricino. Provare per credere.

2. Rinforzare ciglia e sopracciglia

Rinforzare le ciglia con l’olio di ricino è possibile grazie alla sua capacità di stimolare la crescita del follicolo e alla presenza di vitamine e proteine che nutrono anche le sopracciglia, rendendole più spesse e forti. Andiamo però nello specifico cercando di capire come usare l’olio di ricino per ciglia forti.

- Se desideriamo avere ciglia più folte con l’olio di ricino e allungarle, prendiamo un po’ di olio sulla punta delle dita e, con gli occhi chiusi, applichiamolo bene per tutta la loro lunghezza. Facciamo questo trattamento con olio di ricino per ciglia forti, tutte le sere per 1-2 settimane.

- Se invece il nostro obiettivo è usare l’olio di ricino per sopracciglia folte, procediamo in questo modo. Prima di andare a dormire e dopo un’accurata pulizia del viso, prendiamo un batuffolo di cotone e versiamoci sopra qualche goccia di olio di ricino. Procediamo quindi ad applicarlo sulle sopracciglia ogni giorno interrompendo il trattamento non appena abbiamo raggiunto risultati soddisfacenti.

Leggi anche: Pulizia del Viso Fai da Te Naturale, Semplice ed Efficace

3. Idratare e proteggere le labbra screpolate

Chi ha le labbra screpolate sa bene quanto questo problema sia fastidioso, sopratutto nei mesi più freddi dell’anno. Usare l’olio di ricino per idratare le labbra è una soluzione ideale, visto che si tratta di un ottimo idratante naturale che ammorbidisce senza irritare.

- La soluzione più veloce, ottima anche come prevenzione, è quella di usare l’olio di ricino insieme ad olio di mandorle dolci (ne bastano poche gocce di ognuno) e massaggiare con il dito le labbra screpolate e secche. Basta effettuare questo procedimento un paio di volte al giorno o prima di uscire.

- Per le labbra screpolate si può fare un trattamento mischiando olio di ricino e succo di limone. Applichiamo il composto sulle labbra secche la sera prima di andare a dormire o quando siamo sicuri di rimanere a casa per almeno 3-4 ore. Trascorso questo tempo, o tutta la notte, rimuoviamo l’olio con un batuffolo di ovatta o un dischetto struccante. Applichiamo l’olio di ricino sulle labbra screpolate per 4-5 giorni o fino a quando non saranno tornate morbide ed idratate.

Come Usare l’Olio di Ricino per Mani e Piedi

L’olio di ricino è un perfetto alleato della bellezza di mani e piedi. Ancora una volta, il potere idratante e nutritivo ci viene in soccorso per ammorbidire calli e duroni ma anche per rinforzare le unghie fragili. Ecco come usare l’olio di ricino per avere mani e piedi perfetti!

1. Ammorbidire calli e duroni

Se indossiamo per tante ore le scarpe e camminiamo molto, è possibile che i piedi siano rovinati e si formino i calli. L’olio di ricino aiuta ad eliminare anche i duroni ed è ideale per un massaggio tonificante dopo un bel pediluvio naturale.

Leggi anche: Come Eliminare il Cattivo Odore dei Piedi in Modo Naturale

- Se abbiamo i piedi gonfi, talloni screpolati e calli molto duri, ecco un rimedio con l’olio di ricino da fare tutti i giorni per una settimana. Prepariamo una bacinella con acqua tiepida ed immergiamo i piedi per 10- 15 minuti. Dopodiché usiamo una pietra pomice per ridurre lo spessore dei calli, risciacquiamo bene e asciughiamo. Prendiamo un fazzolettino o un batuffolo di cotone, versiamoci sopra un cucchiaio di olio di ricino puro e applichiamo sui calli e duroni. Lasciamo in posa per 2-3 ore, magari fissando l’ovatta imbevuta con una garza.

2. Rinforzare le unghie fragili

Passiamo adesso alla bellezza delle mani, in particolare a come usare l’olio di ricino per rinforzare le unghie fragili e sfaldate. Grazie ai minerali e alle vitamine contenute in questo eccellente prodotto possiamo rinforzare le unghie e stimolarne la crescita.

- Per rinforzare le unghie con l’olio di ricino, consigliamo di unirlo all’olio di oliva (un ottimo idratante naturale) in parti uguali e applicarlo sulle unghie. Eseguiamo un delicato massaggio e lasciamo in posa per tutta la notte.

- Per idratare le unghie e la pelle intorno ad esse, mettiamo qualche goccia di olio di ricino su ogni dito e massaggiamo delicatamente per 1-2 minuti per farlo assorbire. Questo rimedio è efficace se abbiamo pellicine sollevate e cuticole.

Leggi anche: Come Rinforzare le Unghie Fragili: 7 Trattamenti Naturali

Come Usare l’Olio di Ricino: Controindicazioni, Consigli e Precauzioni

Per trarre il massimo beneficio da questo prodotto è sempre consigliato scegliere un olio pressato a freddo, biologico e che sia puro al 100%, anche se questo può voler dire spendere qualcosa in più. Sicuramente ne vale la pena visti i suoi tantissimi impieghi e risultati. Prima di procedere ai trattamenti è consigliato testare qualche goccia di prodotto su una parte del corpo (non troppo delicata) per scongiurare eventuali allergie. Per il resto, non ci sono particolari controindicazioni legate all’uso esterno dell’olio di ricino su capelli, pelle e viso.

Sono alla continua ricerca di alimenti salutari ma “poco conosciuti”, mi piace sperimentare ricette e sapori nuovi in armonia con la mia scelta vegetariana. Motto: “Il corpo è come un salvadanaio: alla fine ci ritrovi dentro tutto ciò che hai messo.”
Se vuoi sapere qualcosa in più di me, visita il mio blog: