Come Usare la Curcuma in Cucina: 10 Idee Fantasiose

Per un tocco originale e un sapore intenso ai nostri piatti impariamo come usare la curcuma in cucina. La curcuma, conosciuta anche come lo “zafferano delle Indie” è una spezia originaria dell’Asia meridionale in cui viene quotidianamente adoperata nella preparazione di ogni pietanza. L’uso della curcuma oggi è diffuso in tutto il mondo grazie al suo sapore particolare e al colore acceso, che ne fa un colorante alimentare per salse, yogurt, sughi e molto altro.

La curcuma che spesso compriamo è già ridotta in polvere: si tratta di una polvere dal colore giallo oro, ricavata dall’essiccazione e macinazione dei rizomi (radici) della pianta. È tuttavia possibile acquistare in commercio gli stessi rizomi e grattugiarli sui piatti. È bene però ricordare che, in quest’ultimo caso, la curcuma fresca ha un sapore più forte rispetto alla polvere ed è meglio grattugiarla con i guanti per evitare di macchiare le mani stesse.

Leggi anche: Come Coltivare la Curcuma in Casa con Successo

Una delle ragioni per cui le ricette con la curcuma sono così apprezzate riguarda le proprietà curative che contraddistinguono la pianta. Ampiamente sfruttata nella medicina ayurvedica e cinese, la curcuma si rivela una spezia dall’azione antinfiammatoria, immunostimolante e ipocolesterolemizzante. Favorisce il corretto funzionamento dell’apparato digerente e alcuni studi hanno persino sottolineato come l’uso della curcuma in cucina riesca a inibire la riproduzione delle cellule tumorali. Per tutti questi motivi, capire come usare la curcuma in cucina può rivelarsi un’arma vincente per gran parte dei disturbi appena descritti.

come-usare-la-curcuma-in-cucina

Come Usare la Curcuma in Cucina

La curcuma è una spezia dalle molteplici proprietà e dal gusto avvolgente che ci consente di dare ai nostri piatti un aspetto e un sapore diversi dal solito, ma non per questo meno apprezzabili. E allora, come utilizzare la curcuma per potere godere appieno dei suoi principi nutritivi? È presto detto, ne bastano due cucchiaini al giorno (circa 3 g) da aggiungere a qualsiasi tipo di preparazione.
Scopriamo a questo punto come si usa la curcuma in cucina e le possibili ricette da provare.

1. Curcuma con contorno di verdure

La prima delle ricette con la curcuma che proponiamo riguarda la preparazione dei contorni. Possiamo decidere di aggiungere 1 o 2 cucchiaini di curcuma, a seconda dei propri gusti, mentre saltiamo verdure come zucchine, broccoli, o anche patate in padella. Poiché la curcuma viene assimilata meglio se combinata con un grasso, è bene riscaldare dell’olio extra vergine di oliva sulla padella con la curcuma stessa prima di versarvi le verdure. Se invece vogliamo fare delle classiche patate al forno, dopo avere tagliato le patate, versiamo sopra dell’olio insieme al sale e alla curcuma e mescoliamo. Inforniamo e continuiamo a mescolare le patate ogni 10-15 minuti finché non sono pronte. È anche possibile spolverare le patate con la spezia prima di servirle.

2. Curcuma con zuppe e minestre

Un’altra idea che ci aiuta a capire meglio come usare la curcuma in cucina è quella di aggiungerla alle nostre minestre calde per rinvigorirci durante la stagione fredda. L’uso della curcuma in questi piatti consente di attivare le difese immunitarie per rispondere meglio a raffreddori ed influenze. Possiamo decidere di preparare un soffritto con cipolla, olio e 1-2 cucchiaini di curcuma e aggiungere successivamente brodo e verdure, oppure preparare la zuppa e alla fine spolverare o grattugiare sopra la curcuma fresca, mescolando il tutto per far sì che i sapori si amalgamino tra loro.

3. Tisana alla curcuma

Una tisana alla curcuma può aiutare a trattare sintomatologie fastidiose quali raffreddore, infiammazione delle vie orali e anche indigestione. In quest’ultimo caso è bene preparare l’infuso con curcuma a conclusione di un pasto. Occorrono: 2 cucchiaini di curcuma, un pizzico di zenzero, un pizzico di pepe (facoltativo), del limone e dell’acqua. Se decidiamo di adoperare la polvere di curcuma, bisognerà versarla dopo che l’acqua sarà portata a bollore. Se adoperiamo la radice di curcuma, riscaldiamo l’acqua e i rizomi insieme. Lasciamo riposare in entrambi i casi per 10 minuti e aggiungiamo gli altri ingredienti. È inoltre possibile adoperare la spezia con il pepe nero in un tè verde, per avere una bevanda dalle potenti proprietà antiossidanti.

Leggi anche: 11 Tipi di The Verde più Diffusi e Apprezzati al Mondo

4. Curcuma in pasta e riso

Ma come usare la curcuma in cucina per condire la pasta ed il riso? L’abbinamento con i primi piatti è sicuramente una delle modalità più sperimentate nella cucina. Le ricette con la curcuma che si possono preparare con la pasta o con il riso sono davvero infinite: da un classico risotto con curcuma in polvere o fresca, ad un’insolita ma allo stesso tempo invitante pasta aglio, olio e peperoncino in cui adoperiamo la nostra spezia. È possibile sostituire il peperoncino con il pepe nero, dal momento che anche il pepe favorirebbe una migliore assimilazione della curcuma da parte dell’organismo. Che dire invece di un couscous alle verdure profumato con la curcuma? Indubbiamente da provare.

5. Curcuma nelle salse

Che si tratti di una salsa per condire la pasta o di una salsa di accompagnamento, la curcuma in polvere o fresca può rivelarsi un ingrediente di successo. Possiamo decidere di preparare una semplice salsa di pomodoro a cui unire la curcuma a metà cottura. La salsa avrà un sapore particolare e una corposità più densa. La curcuma può anche essere uno degli ingredienti di una salsa allo yogurt in cui grattugiamo i rizomi, insieme ad aglio, menta, un filo d’olio e un pizzico di sale, oppure del famoso hummus, la crema di ceci ottima con verdure crude da intingervi.

6. Curcuma nei frullati

Come usare la curcuma in cucina con i frullati? Non bisogna spaventarsi all’idea di utilizzare una spezia per frullati di verdure o di frutta. Nel primo caso potremmo frullare insieme spinaci, cavolo e carote (i primi due andranno prima sbollentati per qualche minuto), conditi con la curcuma fresca o in polvere, del pepe nero e un filo d’olio. Se invece desideriamo gustare un frullato dolce, avremo bisogno di una manciata di fragole, qualche spicchio di mela, un’arancia, un pizzico di cannella e la nostra adorata spezia. Per entrambe le preparazioni la curcuma non sovrasterà il sapore degli altri ingredienti ma darà quel tocco in più che rende un frullato appetitoso.

Leggi anche: 9 Alimenti Speciali per “Potenziare” Succhi e Frullati

7. Olio alla curcuma

Altra ricetta con la curcuma davvero facile è la preparazione di questo olio con il quale condire qualsiasi tipo di pietanza. L’olio alla curcuma è ideale per purificare il fisico e aiutare il fegato durante il processo digestivo. Gli ingredienti comprendono 500 ml di olio extravergine di oliva e 3 cucchiaini di curcuma in polvere. Versiamo la curcuma nell’olio e mescoliamo. Lasciamo in macerazione per una settimana, avendo cura di mescolare una volta al giorno. L’ottavo giorno, travasiamo l’olio alla curcuma senza smuovere il residuo di curcuma sul fondo della bottiglia. L’uso della curcuma conferisce all’olio un sapore corposo, perfetto per condire zuppe e minestre, e, perché no, preparare anche una maionese diversa dal solito.

8. Verdure ripiene con curcuma e cereali

La preparazione di verdure ripiene è un’ottima idea per sperimentare come utilizzare la curcuma in cucina nei nostri piatti. Anche in questa caso, sono possibili moltissime soluzioni: pomodori ripieni con riso, zucchine ripiene con piselli e patate, o ancora melanzane e peperoni; tutte queste verdure possono essere cucinate unendo 2 cucchiai di curcuma in polvereal ripieno che preferiamo, accompagnato sempre da un filo d’olio e un pizzico di pepe. Qualora il ripieno fosse principalmente fatto con altre verdure, è possibile spolverare la curcuma direttamente sul ripieno. Se invece, vogliamo preparare delle verdure al cui interno desideriamo mettere riso, miglio o altri cereali, consigliamo di aggiungere la curcuma durante la cottura stessa del cereale.

Leggi anche: Miglio: il Cereale Senza Glutine, Alleato della Bellezza

9. Golden milk

Il golden milk, conosciuto anche come latte d’oro, è una bevanda a base principalmente di latte vegetale e curcuma. Si tratta di un drink ricco di antiossidanti, dalle potenti proprietà antinfiammatorie e antibatteriche che contrastano stadi influenzali, dolori articolari e muscolari, favorendo il rinnovamento delle cellule. La preparazione del golden milk prevede l’aggiunta di un cucchiaino di pasta di curcuma (un composto di curcuma in polvere e acqua) a un bicchiere di latte vegetale, al quale aggiungere pepe nero, olio (di mandorle, di cocco o anche extravergine di oliva) e un dolcificante a piacere.

Leggi anche: Latte d’Oro: 10 Straordinari Benefici del Golden Milk

10. Dolci alla curcuma

Concludiamo le ricette su come usare la curcuma in cucina con delle preparazioni dolci. È possibile preparare torte, biscotti e muffin versando un cucchiaino di curcuma all’impasto e mescolando per fare amalgamare bene tutti gli ingredienti. La curcuma si sposa inoltre benissimo con un’altra spezia, la cannella, che è possibile unire quindi alle ricette di dolci, ed esalta il sapore di frutta e verdura come mele e carote. Le ricette con la curcuma per i vostri dolci non soltanto esalteranno il gusto, ma anche il colore brillante delle preparazioni che attireranno l’attenzione di tutti i commensali. Cucinare una torta di carote o una crostata di mele con questa spezia dalle mille proprietà ne garantirà il successo!