Dermatite Atopica: Cause, Sintomi, Cura e Rimedi

La dermatite atopica rappresenta una patologia che scaturisce dall’infiammazione dei tessuti della pelle. Chiamata anche eczema, questo tipo di dermatite provoca prurito e arrossamento della cute che, a lungo andare, diventa più spessa e dura. È bene sottolineare che la dermatite atopica non è contagiosa e pertanto chi ne soffre può stare tranquillamente a contatto con le persone che lo circondano senza la paura di poterla trasmettere ad altri. Come forse molti sanno si tratta di una patologia che colpisce prevalentemente i bambini: ben il 50% di questi nel periodo neonatale e fino al 20% durante la prima infanzia. L’infiammazione della pelle tende comunque a ridursi col tempo, fino ad esaurirsi generalmente in età adulta: circa il 2-5% degli adulti ne è affetto.

La dermatite atopica del neonato, così come quella dell’adulto, deve essere diagnosticata da un medico specialista che possa dare delle indicazioni semplici su come trattarla. Soltanto il medico è inoltre in grado di distinguerla dalla dermatite seborroica. Quest’ultima colpisce prevalentemente il cuoio capelluto e alcune parti del tronco e non sempre comporta prurito, che invece è molto intenso nel caso della dermatite atopica. Inoltre, nella dermatite seborroica, sebbene le aree colpite siano arrossate e screpolate come nell’atopica, la cute appare allo stesso tempo oleosa a causa dell’ipersecrezione di sebo, caratteristica che non è presente nell’eczema atopico.

Dermatite Atopica: Cause Principali

dermatite-atopica

Come abbiamo detto la dermatite atopica dell’adulto può essere provocata dall’infiammazione della pelle che un soggetto ha cominciato a sviluppare da bambino. Quando tuttavia insorge in modo improvviso bisogna ricercarne più attentamente le cause. Iniziamo subito col sottolineare che ad oggi gli scienziati non sono riusciti a comprendere il vero fattore scatenante; si parla infatti di un insieme di fattori che possono colpire il bambino o l’adulto. Nel caso dei bambini, ad esempio, la comparsa della dermatite atopica può essere dovuta all’impatto con un clima freddo oppure al contatto diretto con acari e polveri in un momento in cui il sistema immunitario non si è ancora sviluppato del tutto. Invece, nel caso della dermatite atopica dell’adulto questa può emergere a causa del fumo, degli agenti inquinanti nell’aria, dell’utilizzo di detergenti aggressivi sulla pelle e, come spesso accade, dello stress.

In generale comunque tra i fattori coinvolti vi è sicuramente la genetica: se uno o entrambi i genitori hanno sofferto o soffrono di eczema, è molto probabile che il bambino sviluppi tale condizione. Sembra inoltre che una dermatite atopica nei bambini o negli adulti possa comparire a causa dell’età della madre in relazione al periodo in cui ha partorito: più la madre è giovane, minore è il rischio di incorrere nell’eczema. Altri elementi da non sottovalutare sono l’utilizzo di materiali sintetici, quali nylon, poliammide, che non fanno traspirare la pelle, e la presenza di allergie (alla polvere, ai metalli o ad alcuni alimenti).

Dermatite Atopica: Sintomi più Comuni

La dermatite atopica si contraddistingue per un sintomo caratteristico: il prurito. Questo è spesso intenso e quando colpisce i bambini, è molto facile che essi possano grattarsi e sanguinare, e pertanto, peggiorare lo stato della pelle. Altri sintomi tipici sono gli arrossamenti delle aree colpite. La pelle diventa calda, irritata e si screpola. Nella dermatite atopica dell’adulto la cute inoltre si ispessisce in determinate zone del corpo.

È interessante infatti notare che le aree interessate dalla dermatite atopica differiscono nei bambini e negli adulti: nei primi l’eczema compare principalmente sul viso e sul cuoio capelluto, talvolta anche nella pelle a contatto con il pannolino; nei secondi l’arrossamento e il prurito è ancora presente sul viso ma si irradia anche al tronco e poi a gomiti e ginocchia (o comunque in corrispondenza delle articolazioni). Negli adulti inoltre la pelle si è già ispessita e sono ben visibili delle placche rossastre. La comparsa della dermatite atopica può essere infine responsabile della cataratta e di infezioni.

Dermatite Atopica: Cura e Rimedi

Una volta avuta la diagnosi, è bene prendere subito degli accorgimenti. Vi sono moltissimi modi per evitare che la dermatite atopica peggiori e valgono tanto per i bambini, quanto per gli adulti. Ad esempio, lavarsi. Non bisogna lavarsi molte volte al giorno perché ciò compromette il ph della pelle e la rende ancora più vulnerabile a irritazioni e infiammazioni. Allo stesso modo, è preferibile fare pochi bagnetti al bambino e di breve durata. L’acqua non deve essere troppo calda o fredda, ma tiepida. È inoltre importante adoperare dei detergenti e saponi che siano molto delicati ed ipoallergenici.

Un’altra accortezza è quella di indossare indumenti di fibre naturali, particolarmente indicato in questo caso è il cotone. La lana, benché naturale, potrebbe graffiare la pelle e peggiorarne le condizioni. Qualora questi accorgimenti non fossero sufficienti, vi sono altri rimedi naturali che sono in grado di calmare il prurito e preservare la cute. Si tratta di ricorrere a una crema per dermatite atopica che sia ad esempio a base di aloe vera, oppure, applicare direttamente il gel di aloe sulla pelle. Questa pianta infatti spicca per le sue proprietà antinfiammatorie e lenitive.

Altro rimedio fai da tè è un bagno con il bicarbonato: una tazza di bicarbonato nella vasca riuscirà a far diminuire il prurito e attenuare l’arrossamento della pelle. Per ammorbidire e idratare la pelle, evitando che si screpoli è indicato l’uso di una pomata per dermatite atopica che contenga degli oli vegetali: olio di oliva, di cocco, burro di karité. Naturalmente, anche questi ingredienti possono essere applicati direttamente e singolarmente sulla pelle, a seconda della nostra sensibilità o di quella del bambino. Per evitare passi falsi è comunque sempre bene farsi consigliare dal proprio medico curante una crema per dermatite atopica formulata appositamente per i bambini o per gli adulti.