Fichi: 10 Motivi per Amarli (e Mangiarli)!

I fichi crescono su un piccolo albero che prende il nome scientifico di ficus carica, appartenente alla famiglia delle Moracee che per intenderci botanicamente sarebbe la stessa famiglia del gelso.

La pianta del fico ha avuto origine in Medio Oriente e nell’Asia Occidentale e rappresenta una delle piante da frutto più antiche. Oggi le coltivazioni di fico si concentrano da giugno a ottobre nelle regioni temperate di tutto il mondo.

Discorso a parte va fatto per i fichi secchi che sono presenti tutto l’anno. Sia i fichi freschi e secchi sono considerati utili per la salute. Scopriamo insieme le principali proprietà dei fichi e i motivi per cui fa bene mangiarli in questo periodo, facendo però attenzione alle controindicazioni.

Proprietà dei Fichi: 10 Motivi per Amarli!

fichi-proprietà

I fichi sono ricchi di tantissime proprietà nutritive e, oltre a questo, sono anche molto gustosi. Vediamo quindi i 10 motivi principali per amare questi fantastici frutti.

1. Fonte di Fibra Alimentare

È ormai risaputo che l’apporto di fibra nella dieta è un ottimo alleato per chi vuole perdere peso e questo frutto, con i suoi 3 grammi di fibra di alta qualità (sia solubile sia insolubile) può aiutare l’organismo non solo a controllare il peso corporeo, ma anche a migliorare il metabolismo. I fichi infatti allontanano i disturbi come la stipsi ma anche quelli legati alla cattiva digestione.

2. Ricchi di  Minerali

Per l’elevato contenuto di calcio contribuisce ad aumentare la densità ossea, prevenendo così l’osteoporosi, anche se la presenza di ossalati può interferire con l’assorbimento di calcio dal corpo.

Inoltre, l’alta concentrazione di potassio presente nel frutto contrasta la perdita di calcio nelle urine, impedendo quindi alle ossa di ridursi. I fichi possono essere utili anche in caso di anemia per la discreta quantità di ferro che contiene.

3. Controllano la Pressione Sanguigna

Il fico rappresenta un’ottima fonte di potassio, che è un minerale in grado di controllare l’ipertensione causata da un consumo eccessivo di sale e povero di frutta e verdura. L’uso regolare di fichi nella dieta quotidiana ci aiuta a stare lontano dalle malattie che colpiscono il cuore come l’infarto e la malattia coronarica.

Inoltre, diversi studi scientifici hanno più volte dimostrato attraverso esperimenti come le foglie di fico siano un ottimo alleato per migliorare la circolazione, riducendo i livelli di trigliceridi e di colesterolo nel sangue.

4. Aiutano a Tenere a Bada il Diabete

Diversi studi hanno dimostrato che le foglie di fico possiedono proprietà anti-diabetiche. Le foglie sono infatti una parte commestibile della pianta del fico, utile per fare degli ottimi decotti.

Rappresentano un aiuto particolare per le persone affette da diabete insulino-dipendente in quanto sono in grado di stimolare la produzione di insulina riducendone in questo modo la necessità esogena.

5. Sono Afrodisiaci

Sono davvero molti gli afrodisiaci naturali che permettono di riattivare il desiderio sessuale attraverso il buon cibo. I fichi sono anche utilizzati per il trattamento della debolezza sessuale, connessa più con i problemi che colpiscono il sistema riproduttivo maschile. Un motivo in più per ritrovare l’armonia e la serenità nella sfera intima!

Leggi anche: 8 Cibi Afrodisiaci per Risvegliare il Desiderio a Tavola

fichi-bianchi

6. Sono Ottimi Detergenti

È un aiuto in più in caso di acne o brufoli sul viso perché aiuta a prevenire e curare questi problemi della pelle. In uno studio indiano abbastanza recente, i ricercatori hanno dimostrato come in otto settimane una crema contenente l’estratto del frutto di ficus carica al 4% abbia aumentato in maniera efficace l’idratazione della pelle.

7. Stimolano il Sonno e la Memoria

Per il suo contenuto di triptofano, uno degli amminoacidi essenziali che è necessario introdurre con la dieta, induce la stimolazione dell’ormone melatonina e quindi aiuta a dormire, eliminando eventuali problemi di insonnia.

Ovviamente, all’assunzione di fichi vanno anche aggiunte altre accortezza come la serenità, e qualche buona tisana per conciliare la calma.

Leggi anche: 9 Tisane Rilassanti per Ritrovare la Calma e Dormire Bene

8. Antiossidanti e Antimicrobici

I frutti e le foglie di questa pianta hanno mostrato un notevole livello di antiossidante che aiuta l’organismo a mantenersi più giovani e più a lungo. Inoltre, hanno anche dimostrato un’intensa attività antimicrobica contro i batteri orali, rappresentando quindi un disinfettante naturale per bocca e gengive.

9. Proteggono contro la Degenerazione Maculare

Questa patologia è associata alla perdita della vista negli anziani. Per mantenere i nostri occhi sani non basta mangiare soltanto carote, ma anche diverse porzioni di frutta che comprendono anche i fichi.

Essendo un frutto ricco di vitamine antiossidanti di tipo A, C ed E è correlato a una ridotta incidenza di questa malattia. E’ bene quindi assumere i fichi soprattutto come prevenzione.

10. Diminuiscono l’Acidosi Corporea

Molti cibi che assumiamo quotidianamente, oltre ad uno stile di vita errato acidificano il nostro corpo. Integrare la dieta con i fichi porta ad abbassare il pH dell’organismo in modo tale da renderlo alcalino.

Il fico può essere utile anche a tutte le donne che vogliono contrastare la ritenzione idrica e la cellulite che ne deriva.

Controindicazioni dei Fichi:

fichi-neri

Il fico è un frutto dal gusto dolce e polposo, ricco di piccoli semi, conosciuto fin dall’antichità per i vari benefici che apporta alla salute, ma bisogna tenere conto anche delle controindicazioni:

• E’ risaputo che un consumo eccessivo porta un effetto lassativo. Sono infatti utilizzati come prevenzione ma anche come cura nella stipsi.

• Per l’elevato contenuto in zuccheri, il frutto è sconsigliato alle persone affette da diabete poiché aumenta la glicemia ma anche a quelle che seguono una dieta dimagrante in quanto sono dei frutti molto calorici (74 calorie per 100 grammi).

• I fichi contengono quantità misurabili di ossalati, sostanze anti nutrienti. Quando gli ossalati sono troppo concentrati nei fluidi corporei, possono cristallizzare e causare problemi di salute. Per questo motivo, le persone con problemi renali o cistifellea devono evitare di mangiare fichi.

Sono una biologa, nel 2013 ho concluso i miei studi in biologia molecolare e cellulare presso l’Università degli Studi di Ferrara e dopo poco tempo ho deciso di seguire quella che è sempre stata la mia vocazione, cioè diventare una biologa nutrizionista. Così ho intrapreso un percorso che mi ha permesso di approfondire ulteriormente le mie conoscenze frequentando nel 2014 un Master universitario di II livello presso l’Università degli Studi di Pavia. Dal 2015 ho proseguito la mia formazione presso un Istituto di Medicina Biologica a Milano e adesso lavoro come libera professionista. Da sempre seguo questa filosofia: “Nessuno può fare tutto ma tutti possono fare qualcosa, soltanto insieme si può”.
Per contatti: noemimartina.lauricella@gmail.com