6 Fantasiose Ricette con le Foglie di Ravanello

Le foglie di ravanello troppo spesso vengono buttate nella spazzatura senza sapere che, in cucina, si possono utilizzare per preparare delle deliziose ricette. Per poter utilizzare al meglio questo ingrediente è utile scegliere i ravanelli raccolti da poco (si possono coltivare anche sul proprio balcone) e con le foglie più fresche e verdi.

Prenderne almeno 3-4 mazzetti in quanto le foglie si riducono di molto con la cottura. Vediamo dunque alcune deliziose ricette con le foglie di ravanello.

6 Ricette con le Foglie di Ravanello

Anche se le foglie di ravanello possono risultare un po’ “spinose” non bisogna preoccuparsi troppo in quanto, dopo la cottura (soffritte o sbollentate), diventano morbide ed appetitose pronte da gustare.

Pesto con foglie di ravanello

La prima ricetta che si può preparare con le foglie di ravanello è sicuramente il pesto. Questo condimento può essere utilizzato per condire la pasta, il riso ma anche il cous cous o altri tipi di cereali. Per 2 persone occorro le foglie di 3-4 mazzi di ravanello che devono essere pulite e lavate abbondantemente per eliminare tutti i residui di terra o concimi.

Una volta lavate, asciugarle bene e metterle in un frullatore con 5 cucchiai di olio evo, 10-15 pinoli e uno spicchio di aglio tagliato grossolanamente. Regolare di sale e azionare il frullatore per qualche secondo fino a quando non diventa denso.

Una volta pronto si può riscaldare a bagnomaria e usarlo come condimento allo stesso modo del pesto tradizionale.

Leggi anche: Pesto Fatto in Casa: 14 alternative al Pesto Tradizionale

Frittelle con foglie di ravanello

frittelle-foglie-ravanello

Con questa ricetta potremmo preparare 15-20 frittelle di foglie di ravanello a seconda della grandezza che desideriamo. Dopo aver lavato le foglie di una quindicina di ravanelli, facciamole bollire per 2-3 minuti e scoliamole bene. Nel frattempo in una ciotola mettere 200 grammi di farina con l’acqua e il sale. Per questa ricetta si possono usare diversi tipi di farine alternative, anche senza glutine per i celiaci.

Giriamo tutto affinché il composto sia amalgamato ma non troppo denso e aggiungere le foglie di ravanello sminuzzate. Una volta pronta la pastella, si può mettere una padella con dell’olio sul fuoco e appena frigge versare con il cucchiaio una parte del composto.

Far friggere per un paio di minuti per lato e mettere ad asciugare su carta assorbente. Per un miglior risultato si consiglia di friggere poche frittelle alla volta per evitare che la temperatura dell’olio scenda troppo.

Risotto con foglie di ravanello

Chi ama il riso e vuole assaggiare un piatto originale può provare a preparare questo primo piatto delizioso: il risotto con foglie di ravanello. Si inizia facendo soffriggere mezza cipolla tagliata finemente, con 2 cucchiai di olio extravergine di oliva. Quando comincia a friggere, si possono aggiungere circa 150 grammi di riso (porzione per 2 persone) facendolo tostare per qualche secondo e girando spesso per non farlo attaccare.

A questo punto si possono aggiungere le foglie di 15 ravanelli  (precedentemente lavate) e farle soffriggere insieme al riso e alla cipolla. Passato qualche secondo si possono versare un paio di mestoli di brodo vegetale facendo cuocere il riso per il tempo necessario.

Se dovesse servire, aggiungere man mano il brodo che dovrà essere sempre ben caldo. Quando il brodo sarà evaporato e il riso cotto si può impiattare e gustare subito. Per rendere ancora più aromatico questo piatto, si potrebbe usare del buon riso venere in sostituzione del riso bianco.

Leggi anche: Le Proprietà del Riso Venere e 2 Gustose Ricette per Cucinarlo

Gnocchi con foglie di ravanello

Chi desidera preparare degli gnocchi verdi in casa può utilizzare le foglie di ravanello. Per 2 persone occorre bollire 2 patate medio-grandi fino a quando la forchetta non affonderà completamente. Una volta cotte, si possono scolare e far raffreddare un po’ prima di sbucciarle. Dopo averle sbucciate si devono schiacciare bene con una forchetta in un’insalatiera aggiustando di sale.

Sbollentare le foglie di 15-20 ravanelli e frullarle in un mixer. Aggiungerle alla purea di patate e mescolare bene. Dopodiché, unire la farina lentamente e impastare prima con un cucchiaio e poi con le mani. Quando il panetto è abbastanza morbido si possono preparare dei piccoli filoncini e tagliarli a pezzettini di circa 2 centimetri ognuno.

Una volta pronti si possono versare in abbondante acqua salata per un paio di minuti. La cottura sarà ultimata non appena gli gnocchi saliranno tutti a galla. Impiattare e condire come più si desidera.

Frittata senza uova con le foglie di ravanello

frittata con foglie di ravanello

Per 2 persone occorrono le foglie di circa 12-15 ravanelli. Anche in questo caso, dopo aver lavato le foglie, si possono lessare e scolare bene. Tagliarle a piccoli pezzi e farle soffriggere per un paio di minuti in una padella con della cipolla fino a quando quest’ultima non sarà dorata.

Fatto questo, mettere il condimento in un piatto e farlo raffreddare per 2-3 minuti. Intanto in un altro contenitore, preparare la pastella con circa 75 gr di farina di ceci e 150 gr di acqua. Mescolare fino a raggiugere una consistenza simile a quella delle uova sbattute. Aggiungere le foglie dei ravanelli soffritti e a piacere anche qualche spezia in polvere o del sale rosa dell’Himalaya. Mischiare bene il tutto e mettere in padella con un filo d’olio e far cuocere come una normale frittata.

Ovviamente, per esaltare il sapore si può cuocere la farifrittata nella stessa padella dove si sono soffritte le cipolle e le foglie di ravanello. Oltre a questa versione vegana, questo piatto si può realizzare come una normale frittata fatta con le uova, utilizzando lo stesso procedimento.

Leggi anche: Come Sostituire le Uova in Cucina per Ricette Perfette

Minestra con foglie di ravanello

Nelle fredde giornate d’inverno si può preparare una bella zuppa con le foglie di ravanello. Basta far friggere le foglie di 15-20 ravanelli in 4 cucchiai di olio insieme a mezza cipolla ed una patata, tagliando il tutto a piccoli pezzi.

Dopo un po’ aggiungere 3-4 mestoli di brodo vegetale e far cuocere fino a che le patate non saranno morbide. Una volta terminata la cottura, traferire il tutto in un mixer e frullare per ottenere una deliziosa passata da gustare con dei crostini di pane fatti in casa. Prima di servire, condire con un filo d’olio d’oliva a crudo che è un ottimo antiossidante.

Sono alla continua ricerca di alimenti salutari ma “poco conosciuti”, mi piace sperimentare ricette e sapori nuovi in armonia con la mia scelta vegetariana. Motto: “Il corpo è come un salvadanaio: alla fine ci ritrovi dentro tutto ciò che hai messo.”
Se vuoi sapere qualcosa in più di me, visita il mio blog: