Gambe Gonfie: Rimedi Naturali per la Ritenzione Idrica alle Gambe

Le gambe gonfie e pesanti sono un disturbo molto comune nelle donne. Ecco i migliori rimedi naturali per gambe stanche e caviglie gonfie che agiscono anche contro la ritenzione idrica alle gambe.

507
gambe-gonfie-rimedi-naturali

Conoscere dei rimedi per gambe gonfie consente di contrastare questo fastidioso problema di cui soffre la maggior parte della popolazione. Sebbene si ritenga una condizione che colpisce prevalentemente le donne, anche gli uomini possono accusare fastidi agli arti inferiori. Gambe gonfie e pesanti si presentano principalmente nella stagione estiva, poiché il caldo dilata i vasi sanguigni accentuando il problema.

Ecco perché sapere quali rimedi per gambe gonfie mettere in pratica nel momento in cui si comincia a notare stanchezza o pesantezza può prevenire la comparsa di rigonfiamenti e dolori. Ma di quali rimedi si tratta? Parliamo in particolare di massaggi alle gambe ed erbe da assumere sotto forma di infusi o preparazioni quali compresse e macerato glicerico. Tutti questi rimedi per gambe gonfie possono essere messi in atto senza grandi sforzi e nella comodità di casa nostra.

Caviglie e piedi gonfi sono segno che qualcosa nella circolazione sanguigna non va nel modo in cui dovrebbe. Infatti, i sintomi caratteristici di questo problema sono proprio le gambe gonfie e doloranti che possono interessare anche i piedi. È inoltre possibile osservare un arrossamento di queste zone o capillari in evidenza. Sebbene non compaia sempre dolore, è frequente avvertire un senso di pesantezza o anche un formicolio che percorre gli arti inferiori.

Gambe Gonfie: Cause

Ora che sappiamo quali sono i sintomi principali di gambe gonfie e pesanti è bene scoprirne anche le cause. Queste ultime possono essere molto diverse. Possono essere legate ad un’alimentazione sbagliata, in cui si introducono troppi carboidrati e grassi, e si consuma poca acqua, oppure le cause possono essere di natura ormonale (sconvolgimenti naturali come la gravidanza o assunzione di farmaci a base ormonale). In questi casi è facile osservare una notevole ritenzione idrica alle gambe.

Le gambe e le caviglie gonfie sono il risultato di una cattiva circolazione venosa ma soprattutto linfatica. Il sistema linfatico, infatti, ha il compito di trasportare la linfa e le sostanze di rifiuto prodotte dalle nostre cellule. È tuttavia possibile che il flusso linfatico sia compromesso o bloccato a causa di ritenzione idrica alle gambe e posizioni degli arti, provocando ristagno di liquidi (e di conseguenza gonfiore). Stare per molto tempo in piedi o anche seduti contrasta il flusso, così come la mancanza di esercizio fisico e la sedentarietà.

Gambe Gonfie: 10 Rimedi Naturali Efficaci

Vista la varietà delle cause e dei sintomi, è opportuno conoscere dei rimedi per gambe gonfie ai quali ricorrere nel minor tempo possibile, prima che i diversi fastidi possano impedirci il movimento. Vediamo quindi alcuni dei principali rimedi per gambe pesanti consigliati anche da medici per ridurre l’edema e tornare a muoverci in libertà.

Vite rossa per gambe gonfie

Questo è tra i rimedi per gambe gonfie più consigliati. La dilatazione dei vasi nel periodo estivo contrasta il ritorno linfatico di cui si è parlato in precedenza, provocando il classico gonfiore e arrossamento delle gambe. La vite rossa ripristina la circolazione, rafforzando i capillari e aumenta l’ossigenazione dei tessuti. Introduciamola nell’alimentazione con gli integratori o facciamo dei pediluvi con un infuso di foglie.

Mirtillo nero per caviglie e gambe gonfie

Altro nemico di gambe e caviglie gonfie è il mirtillo, che come la vite, agisce migliorando il microcircolo e contrastando la ritenzione idrica favorendo la diuresi. Può essere assunto direttamente attraverso i frutti, come integratore (compresse e estratto secco), o semplicemente ricavando un succo da bere 1-2 volte al giorno a digiuno.

Centella asiatica

È nota per contrastare il ristagno dei liquidi ed impedire la ritenzione idrica alle gambe, attraverso un miglioramento della circolazione venosa. Viene adoperata per creare creme da spalmare sulle gambe oppure sotto forma di capsule o macerato glicerico. È infine possibile consumarla come tisana (2 tazze al dì), spesso associata ad altre erbe dall’azione anticellulitica.

Impacchi con foglie di cavolo

Potrà sembrare strano ma anche il cavolo sembra essere tra i più utili rimedi per gambe gonfie. Il cavolo è infatti in grado di dare sollievo alle gambe affaticate e di diminuire la congestione venosa. Ecco come preparare l’impacco: 4 foglie grandi da macerare in acqua borica per un’ora, dopo la quale posizioniamo le foglie sulle gambe e avvolgiamo con della garza. Attendiamo circa tre quarti d’ora e sciacquiamo con acqua a temperatura ambiente.

Ippocastano per gonfiore alle gambe

Utilizzato spesso per ridurre i rossori e le infiammazioni, migliorando l’aspetto della pelle, l’ippocastano è una pianta che ci consente di ridare vita a gambe pesanti e piedi gonfi. Ad essere sfruttati sono i suoi semi per il contenuto di escina, un elemento dalle caratteristiche vasoprotettrici. Viene impiegato nelle preparazioni erboristiche (fino a 4 compresse per 1200 mg totali) oppure in creme o gel.

Pungitopo (o rusco)

Per gambe gonfie e doloranti non va dimenticata l’azione benefica del pungitopo che migliora la circolazione e le pareti venose, donando sollievo agli arti inferiori colpiti da pesantezza. Assumiamolo in forma di capsule (fino a 900 mg al giorno) o estratto secco.

Massaggio con oli essenziali

Dopo un pediluvio rinfrescante procedere con un massaggio a base di oli essenziali può rivelarsi un vero toccasana per gambe gonfie e pesanti. Uniamo un cucchiaio di olio di mandorle (o di cocco) a 2 gocce di olio di rosmarino e 2 di menta. Massaggiamo la pelle fino ad assorbimento procedendo dal piede verso il ginocchio.

Galium

Forse poco nota, la pianta di Galium aparine contrasta in modo efficace il ristagno dei liquidi e del sistema linfatico grazie ai suoi componenti (tannini e flavonoidi), consentendo anche una migliore fluidificazione del sangue. Come utilizzarla? 100 gocce di tintura madre in circa 1 litro e mezzo di acqua da bere nel corso della giornata.

Betulla per ritenzione idrica alle gambe

Se abbiamo gambe doloranti non può mancare tra le nostre soluzioni rapide la betulla. Consumata come macerato glicerico (fino a 100 gocce da assumersi con 2 bicchieri d’acqua) o come linfa estratta dall’albero (mezzo bicchiere al giorno a digiuno), le proprietà della betulla sfiammano i tessuti, riducono il gonfiore e ridimensionano notevolmente la ritenzione idrica alle gambe, fungendo inoltre da depurante e disintossicante.

Infuso di biancospino

Concludiamo con un infuso al biancospino, che attraverso la sua azione sulla pressione e sull’apparato circolatorio è in grado di migliorare le condizioni di gambe appesantite e stanche. Ripristina infatti una corretta circolazione nella parte inferiore e superiore del corpo. Cosa occorre? Una tazza colma d’acqua bollente in cui lasciare a bollire in infusione 1 cucchiaino di fiori di biancospino per 2 minuti.

Ci preme sottolineare che il ricorso a rimedi per gambe gonfie non darà i risultati sperati a meno che non prendiamo in considerazione alcune indicazioni relative all’alimentazione che dobbiamo seguire. Abbiamo rimarcato che una delle cause delle gambe gonfie e doloranti può essere il consumo smoderato di zuccheri e grassi. Insieme ad essi occorre anche ridurre il contenuto di sale negli alimenti e utilizzare possibilmente quello iodato o anche il sale rosa dell’Himalaya.

Consigliamo inoltre di diminuire l’uso delle spezie, in cui è spesso presente il sale, dal momento che anch’esse sono responsabili della ritenzione idrica. Ad esse preferiamo le erbe aromatiche. Un ultimo accorgimento è infine quello di aumentare l’apporto di liquidi (acqua, succhi e tisane) e fare del movimento che favorisce la circolazione, anche attraverso piccoli esercizi da fare in casa.

Leggi anche: 5 Tisane Anticellulite Efficaci contro Gonfiore e Ritenzione Idrica