Gonfiore Addominale Dopo i Pasti: 7 Tisane Sgonfianti

Il gonfiore addominale dopo i pasti è un fastidio molto comune e colpisce gran parte delle persone. A volte le cause sono legate all’alimentazione e all’errata combinazione dei cibi. Le fritture, le bevande gassate e molti alimenti causano gas intestinali e la classica pancia gonfia dopo mangiato.

Sicuramente masticare lentamente ed evitare pasti abbondanti migliora notevolmente il problema, ma se il fastidio è molto intenso si possono bere alcune tisane efficaci contro il meteorismo, la dispepsia e il gonfiore addominale.

7 Tisane Efficaci Contro il Gonfiore Addominale dopo i Pasti

gonfiore-addominale-dopo-i-pasti-tisane

Vediamo adesso come preparare delle tisane per sgonfiare lo stomaco e facilitare la digestione. Le dosi consigliate sono riferite ad una tazza (circa 250 ml di acqua). Nulla vieta di preparare questi infusi depurativi per tutta la giornata raddoppiando o triplicando le dosi.

1. Tisana al Cumino e Finocchio

I semi di finocchio sono sicuramente i più usati come rimedio per eliminare il gonfiore addominale. Questi, infatti, combattono l’aerofagia e allo stesso tempo sono utili in caso di flatulenza e digestione lenta. Oltre ad essere efficaci se masticati regolarmente, sono anche ottimi per preparare delle tisane contro il gonfiore addominale dopo i pasti.

Il cumino, da parte sua, è una spezia rinomata perché, oltre a combattere l’alito cattivo è ideale per ridurre la formazione di gas e aria nello stomaco e allo stesso tempo alleviare i crampi addominali. Anche in questo caso, il cumino si dimostra molto utile se masticato dopo i pasti.

Ingredienti:

1 cucchiaio di semi di finocchio
1 cucchiaio di semi di cumino

La tisana sgonfiante al cumino e semi di finocchio si prepara versando i semi essiccati in una tazza. Appena l’acqua bolle si versa direttamente sui semi filtrando il tutto dopo 7-8- minuti.

Si consiglia di bere questo infuso contro il gonfiore addominale dopo i pasti anche durante la giornata preparando la tisana la mattina. Basta mettere un litro di acqua, 4 cucchiai di semi di cumino e 4 di finocchietto. Conservare in un thermos e bere 3-4 bicchieri al giorno.

Leggi anche: 8 Spezie Efficaci Contro il Gonfiore di Stomaco

2. Tisana alla Menta e Carciofo

Questa tisana a base di carciofo e menta è davvero utile contro il gonfiore dopo i pasti grazie all’azione combinata di questi due ingredienti. La menta è rinomata per le sue proprietà digestive in quanto il mentolo presente nelle sue foglie agisce da calmante dell’apparato gastrico e intestinale.

Il carciofo si usa per il trattamento dei problemi al fegato ma anche quelli digestivi (come il gonfiore addominale dopo i pasti) in quanto aumenta i movimenti intestinali e favorisce l’evacuazione. A questo scopo è anche un ottimo diuretico e, l’acqua ottenuta dall’infusione delle foglie, aiuta anche a tenere a bada il colesterolo.

Infine, l’arancio amaro e la sua scorza sono conosciute per la loro capacità di ridurre la dispepsia, la flatulenza e tutti i problemi legati alla cattiva digestione nonché ai disturbi che ne derivano.

Ingredienti:

1 cucchiaio di foglie di menta
1 cucchiaino e mezzo di scorza di arancio amaro
1 cucchiaino di semi di finocchio
1 cucchiaio di foglie di carciofo

Per preparare questa tisana e ridurre il gonfiore addominale dopo i pasti è sufficiente lavare bene le foglie di menta e di carciofo. Nel frattempo portare ad ebollizione l’acqua ed immergere tutti gli ingredienti.

Lasciar bollire l’acqua per un paio di minuti e poi spegnere la fiamma. Prima di bere lasciare coperto per almeno 10 minuti, filtrare e far intiepidire.

3. Tisana alla Menta Piperita e Limone

tisana-alla-menta

In questa tisana per digerire bene e ridurre i gonfiori addominali dopo i pasti si combinano tutte le proprietà della menta piperita che abbiamo visto in precedenza, con quella del succo di limone. Questo, oltre a conferire un sapore fresco, garantisce una corretta digestione ed è consigliato dopo un pasto abbondante.

Il limone è un ottimo disintossicante del corpo e favorisce la digestione. Anche se il succo di limone ha un ph altamente acido, una volta ingerito alcalinizza il corpo disinfettandolo e ringiovanendolo.

Ingredienti:

1 cucchiaio di foglie di menta piperita
Scorza di mezzo limone

Per questo infuso digestivo occorre utilizzare limoni biologici e cioè che non abbiano subito alcun tipo di trattamento con pesticidi. La scorza deve essere comunque ben lavata così come le foglie di menta.

Una volta lavati gli ingredienti si possono mettere nel recipiente con l’acqua e far bollire il tutto fino a quando l’infuso non assume un colore scuro.

Il tempo di infusione della tisana alla menta e limone è di almeno 15 minuti e per questo, se si desidera gustarla dopo un pasto pesante, è consigliato prepararla almeno una mezz’ora prima di assumerla.

4. Tisana all’Anice e Liquirizia

Tra le altre piante che vengono in soccorso in caso di gonfiore addominale dopo i pasti c’è l’anice che svolge un’azione antispasmodica e calmante. Questi semi, molto speziati e dal sapore piacevole, si usano da soli o combinati con altri tipi di erbe per preparare tisane sgonfianti.

La radice di liquirizia viene utilizzata soprattutto da chi soffre di disturbi gastrici come reflusso gastroesofageo, gonfiore e bruciore di stomaco.

Il basilico è una pianta aromatica usata largamente nella cucina italiana che favorisce la digestione e previene il gonfiore addominale dopo i pasti. E’ utile contro il meteorismo e aiuta anche a ridurre la ritenzione idrica.

Ingredienti:

1 cucchiaio di semi di anice
1 pezzo di radice di liquirizia
1 cucchiaino raso di semi di finocchio
1 cucchiaio di foglie di basilico

Iniziare la preparazione di questa tisana contro i gas intestinali lavando le foglie di basilico e mettendo tutti gli ingredienti in un pentolino. Far bollire il tutto per 7-8 minuti e lasciare in infusione. In questo modo gli ingredienti rilasceranno tutte le loro proprietà benefiche.

Assumere questo infuso sgonfiante dopo i pasti o 2-3 volte durante la giornata per prevenire i problemi legati alla digestione lenta, alla flatulenza e all’intestino gonfio.

5. Tisana alla Melissa

La melissa, apparente alla stessa famiglia della menta, è utilizzata sin dal medioevo come rimedio per l’insonnia, ma anche per i disturbi digestivi e l’inappetenza. Il suo principio attivo è l’eugenolo che ha proprietà calmanti soprattutto sugli spasmi muscolari del tratto digerente.

Proprio per questo aiuta a inibire la formazione di gas intestinali. Questa pianta si può coltivare facilmente nel proprio giardino ma anche sul proprio balcone per avere a disposizione foglie sempre fresche.

Ingredienti:

1 cucchiaino e 1/2 di foglie di melissa

Lavare bene la melissa e lasciare in infusione, in acqua bollente per 10 minuti. La tisana sgonfiante sarà pronta non appena assume un colore marrone scuro. Il suo sapore è molto piacevole per il suo retrogusto di limone. Ovviamente per gustarla meglio è bene evitare di aggiungere zucchero.

Attenzione! Non eccedere con le dosi in quanto la melissa può causare anche sonnolenza soprattutto se associata all’assunzione di alcool.

6. Tisana al Coriandolo

tisana-al-coriandolo

Questa spezia, largamente usata nei paesi asiatici, ha dimostrato di avere numerose proprietà benefiche sul sistema digerente, soprattutto per ridurre i gas intestinali dopo i pasti, lenire la nausea e stimolare la digestione.

Inoltre, vanta anche proprietà antibatteriche e immunostimolanti. Per questa tisana contro l’intestino gonfio si possono utilizzare i semi di coriandolo secchi oppure le foglie fresche.

Ingredienti:

1 cucchiaino di semi o foglie fresche tritate
Qualche fogliolina di menta o buccia di arancia (facoltativo)

Nel caso si utilizzano i semi, questi vanno preventivamente pestati con un mortaio e sminuzzati. Per ottenere il massimo da questa tisana al coriandolo basta mettere le foglie o i semi in un pentolino con dell’acqua e bollire per 10 minuti in modo che il coriandolo rilasci tutte le sue proprietà nutritive.

Il sapore di questo infuso può risultare poco gradevole dato il gusto amaro e forte del coriandolo. In questo caso si possono aggiungere delle foglioline di menta o della bucce di arancia per aromatizzare la bevanda.

7. Tisana allo Zenzero

Lo zenzero è molto usato per prevenire la formazione di gas intestinali piuttosto che trattare il problema quando si è già presentato. Ecco perché, di solito, si consiglia di consumare la radice di zenzero prima di mangiare oppure aggiungerla all’interno del pasto (per esempio si può grattugiare un po’ di radice fresca e spolverarla sulle zuppe).

Viste le sue accentuate proprietà digestive, lo zenzero può essere impiegato anche da solo per ottenere un infuso efficace contro la flatulenza e la dispepsia.

Ingredienti:

4 fettine sottili oppure 1 cucchiaino di zenzero in polvere

Tagliare e sbucciare le fettine di zenzero e metterle in un pentolino con una tazza di acqua. Lasciar bollire per 3-4 minuti e far raffreddare lentamente con un coperchio. Appena tiepida si può bere a piccoli sorsi 15-20 minuti prima di mangiare. In questo modo si riduce la possibilità che si verifichi il classico gonfiore addominale dopo i pasti.

Leggi anche: Tisana Zenzero e Limone per Dimagrire e Affrontare l’Inverno

Sono alla continua ricerca di alimenti salutari ma “poco conosciuti”, mi piace sperimentare ricette e sapori nuovi in armonia con la mia scelta vegetariana. Motto: “Il corpo è come un salvadanaio: alla fine ci ritrovi dentro tutto ciò che hai messo.”
Se vuoi sapere qualcosa in più di me, visita il mio blog: