Lassativi Naturali: 12 Rimedi Efficaci Contro la Stitichezza

Quando l’intestino non funziona correttamente, possiamo ricorrere a dei lassativi naturali che ci consentono di ristabilire il giusto equilibrio nel nostro corpo. La vita frenetica di tutti i giorni influenza più o meno direttamente le nostre abitudini, soprattutto a tavola. Pasti fugaci e poco salutari possono infatti minare la salute dell’intestino, causando problemi come stitichezza e costipazione.

La regolarità intestinale è fondamentale per eliminare le scorie e mantenerci sani. Se questo non accade, abbiamo a disposizione molti cibi lassativi efficaci che promuovono la peristalsi dell’intestino in modo naturale e sicuro. Non vi è pertanto alcun bisogno di ricorrere a farmaci, poiché, se assunti con costanza, gli alimenti lassativi possono risolvere definitivamente il problema della costipazione e tutto ciò che è legato ad esso (pancia gonfia, meteorismo e persino disturbi correlati alla digestione).

I lassativi naturali sono rappresentati, come vedremo tra poco, da alimenti che contengono un’elevata concentrazione di fibra che è in grado di stimolare l’intestino pigro. Pertanto, è opportuno privilegiare un regime alimentare che preveda il consumo di tali alimenti o fare ricorso a questi rimedi contro la stitichezza in caso di necessità e aumentare anche la quantità di acqua da introdurre nell’organismo.

lassativi-naturali-contro-la-stitichezza

Lassativi Naturali: 12 Rimedi Contro la Stitichezza

La stitichezza è un problema comune al giorno d’oggi, le cui cause sono numerose. Tuttavia, per contrastare questa condizione spiacevole, l’uso di lassativi naturali è il metodo più sicuro per migliorare e favorire il transito intestinale, fondamentale per l’eliminazione di scorie e sostanze di rifiuto dell’organismo. Scopriamo allora quali cibi rappresentano i migliori lassativi naturali da integrare nell’alimentazione.

1. Olio di Ricino

Il primo dei lassativi naturali di cui parliamo è l’olio di ricino. Spesso presente tra gli ingredienti di prodotti cosmetologici o erboristici per la cura della pelle, quest’olio è adatto in caso di dermatiti, acne e micosi, per via delle sue proprietà antinfiammatorie, antifungine e antibatteriche. Ma l’olio di ricino è anche un lassativo potente che, dati i suoi effetti, deve essere assunto con molta moderazione e per non più di tre giorni consecutivi. Assumerlo è davvero molto semplice: basta berne un cucchiaio al mattino a stomaco vuoto. Dato il sapore forte e non proprio gradevole, è possibile mescolarlo insieme a del succo di arancia (o di altro tipo) per addolcirne il gusto. L’olio di ricino agirà in poche ore.

Leggi anche: Come Usare l’Olio di Ricino per Capelli, Pelle e Viso

2. Semi di Psillio

Un altro lassativo naturale è rappresentato dai semi di psillio. Questo alimento è un vero toccasana per molte patologie che interessano l’apparato gastrointestinale: dalla stitichezza alle infiammazioni delle pareti dell’intestino, frequenti nella colite e nell’intestino irritabile. La caratteristica principale di tale alimento è la presenza di mucillagini (fibre) che a contatto con l’acqua formano un gel che aumenta le dimensioni della massa fecale e la ammorbidisce.

È fondamentale assumere i semi di psillio come lassativi naturali lontano dai pasti, preferibilmente al mattino a stomaco vuoto. Due le modalità di preparazione per consumare questo alimento: lasciare i semi (4-7 gr) in ammollo in un bicchiere d’acqua (200 ml) per qualche ora, affinché le mucillagini formino il gel e bere, oppure mescolare i semi con la stessa quantità d’acqua (o succhi di frutta, tisane ecc.) e bere immediatamente. In questo modo il gel si formerà direttamente nell’intestino. Sebbene sia da annoverare tra i lassativi naturali, i semi di psillio hanno anche la capacità di ridurre il senso di fame e abbassare i livelli di glicemia del sangue.

3. Semi di Lino

Anche i semi di lino rientrano nella categoria dei lassativi naturali. Al pari dei semi di psillio, quelli di lino presentano proprietà emollienti e antinfiammatorie che proteggono le pareti dell’intestino. La fibra contenuta nei semi attrae i liquidi rendendo l’eliminazione delle scorie più rapida. Oltre che aggiungerli semplicemente ai nostri piatti, è possibile preparare delle bevande o degli infusi.

Iniziamo con un tè ai semi di lino: versiamo 1 cucchiaio di semi in circa 150 ml di acqua calda e lasciamo macerare per 20 minuti, trascorsi i quali procediamo a filtrare il tè. I semi sono un lassativo potente se consumati sotto forma di decotto: abbiamo bisogno di un litro d’acqua a cui aggiungere 4 cucchiai di semi. Portiamo il tutto a ebollizione e abbassiamo la fiamma, facendo cuocere la soluzione per un altro quarto d’ora. Dopo di ciò, filtriamo il decotto e beviamo.

Leggi anche: Semi di Lino per la Stitichezza: 4 Rimedi Veloci ed Efficaci

4. Semi di Chia

Tra i cibi lassativi efficaci non potevano mancare i semi di chia. Questi piccoli semi oltre ad essere dei lassativi naturali sono delle ottime fonti di acidi grassi Omega 3 e 6 in grado di ridurre la pressione arteriosa e il colesterolo. Ottimo anche l’apporto di vitamine (C e B6) e sali minerali (ferro, potassio, magnesio) che ne fanno un vero integratore per il sistema immunitario. Le fibre e le mucillagini rendono i semi di chia un valido lassativo naturale: lasciando 1-2 cucchiai di semi in ammollo in un bicchiere d’acqua, i semi rilasciano un gel che andremo a bere al mattino prima di colazione.

Un altro modo per beneficiare delle proprietà purgative dei semi di chia è quello di aggiungerli a frullati, yogurt oppure a insalate o zuppe. La cosa fondamentale da ricordare è di bere sempre molta acqua durante l’arco della giornata, in modo da facilitare l’evacuazione.

Leggi anche: Come Mangiare i Semi di Chia: Tante Idee Originali

5. Prugne secche

La stitichezza sarà solo un lontano ricordo con le prugne secche. Questa frutta infatti è tra i migliori lassativi naturali, grazie al suo contenuto di fibre, che, cosa non meno importante, riesce ad evitare i picchi glicemici e a ridurre il colesterolo cattivo. La presenza di sali e vitamine poi le rende un antiossidante naturale contro i radicali liberi. Le prugne sono infine in grado di combattere l’osteoporosi. Esse hanno un effetto lassativo immediato e possono essere consumate anche giornalmente dopo i pasti principali o come spuntino. Per godere delle proprietà delle prugne è possibile mangiarne qualcuna cruda, oppure decidere di farle cuocere in poca acqua per ammorbidirle.

6. Aloe Vera

Ben nota sin dai tempi degli Egizi, l’aloe vera è stata riscoperta grazie alle sue mille proprietà curative. Si tratta di una pianta che stimola il sistema immunitario, la digestione, cura le infiammazioni della bocca e funge anche da lassativo naturale dal momento che stimola peristalsi intestinale. Il modo più semplice di introdurre l’aloe nell’organismo è berne il succo. Oggi in commercio si trovano molti preparati già pronti al consumo, pertanto, consigliamo di rispettare la posologia indicata per ciascun prodotto.

In alternativa, possiamo estrapolare il succo, o meglio, il gel da soli.In questo caso, puliamo con una spugna le foglie di aloe vera, sbucciamole ed eliminiamo le spine ai lati, successivamente, dopo aver rimosso le fibre esterne e tagliato le foglie, spremiamole per ricavarne il gel che assumeremo lontano dai pasti (senza mai superare la dose di 30 ml al giorno).

7. Fichi

Anche i fichi si rivelano dei cibi lassativi efficaci nel combattere stipsi e costipazione. L’elevata concentrazione di fibre e mucillagini aiuta infatti l’intestino a favorire l’evacuazione. Al pari di altri alimenti lassativi, il fico protegge l’intestino esercitando un’azione antitumorale, contrastando la formazione di radicali liberi e cellule cancerogene. Tra le altre caratteristiche dei fichi, vi sono l’alto contenuto di potassio che salvaguarda la salute del sistema cardiocircolatorio e funge da ricostituente in caso di stanchezza psicofisica. Possiamo consumarli in qualunque momento della giornata, anche al mattino per colazione.

Leggi anche: Fichi: 10 Motivi per Amarli (e Mangiarli)!

8. Senna

Forse poco conosciuta, le proprietà della senna, pianta originaria dell’Africa e dell’India, consentono di raggrupparla tra i cibi lassativi efficaci. La senna deve il suo effetto lassativo potente alla presenza dei sennosidi (principi attivi) che stimolano la peristalsi intestinale non appena raggiungono l’intestino.

Possiamo assumere la senna in compresse o sciroppo (rispettando le rispettive posologie), oppure preparare una tisana alla senna da bere prima di andare a letto: portiamo l’acqua ad ebollizione e versiamo 0,5-1 gr di foglie lasciando bollire per pochissimi minuti. Spegniamo il fuoco e lasciamo in infusione per altri 10 minuti, trascorsi i quali possiamo finalmente bere la tisana.

9. Rabarbaro

Il rabarbaro rientra nella categoria dei lassativi naturali da consumare in tutta sicurezza. I principi attivi di questa pianta possiedono proprietà astringenti e allo stesso tempo purganti che la rendono adatta sia a problemi di stitichezza che diarrea. Il rabarbaro inoltre agisce anche come digestivo e seda le infiammazioni di stomaco e intestino. Da ricordare anche la vitamina K che ha effetti benefici sul sistema nervoso.

Prepariamo una tisana al rabarbaro dal potere lassativo immediato: occorrono 10 gr di polvere di rabarbaro, 200 ml di acqua e un pizzico di bicarbonato. Quando l’acqua bolle aggiungiamo i due ingredienti, spegniamo il fuoco e lasciamo a macerare per un quarto d’ora; filtriamo e beviamo. È consigliabile assumere la tisana lontano dai pasti, quindi al mattino.

10. Mele cotte

Tra gli alimenti lassativi spiccano le mele cotte. Queste non solo sono dei validi lassativi naturali ma presentano un ottimo contenuto di fibre solubili e insolubili che attirano l’acqua nell’intestino, aumentando al contempo le dimensioni delle scorie. Le mele sono anche un alimento ricco di vitamine (C e A) e aminoacidi e si caratterizzano per il loro effetto antinfiammatorio che sembrerebbe anche alleviare i sintomi di asma e allergie.

Le mele cotte si rivelano tra i migliori lassativi naturali quando consumate con costanza. Ma come prepararle? Semplice: creiamo innanzitutto una soluzione di acqua (250 ml), zucchero di canna (50 gr) e cannella a piacere e mettiamo sul fuoco. Quando l’acqua bolle, aggiungiamo le mele lavate e tagliate a spicchi e facciamo cuocere per 10 minuti. Assaporiamole calde o fredde, l’effetto lassativo rimane inalterato.

11. Cachi

I cachi sono dei lassativi naturali in quanto le fibre in essi contenute stimolano la peristalsi intestinale. Bisogna tuttavia fare attenzione ad acquistare quelli maturi (poiché quelli acerbi hanno un effetto astringente). Questi frutti sono ricchi di vitamine e minerali che svolgono un’azione depurativa all’interno dell’organismo, migliorando la funzionalità epatica. Possiamo consumare i cachi maturi in ogni momento della giornata: come spuntino tra i pasti oppure, perché no, aggiungendoli allo yogurt , per una colazione dal potere lassativo immediato.

12. Kiwi

Tra gli alimenti lassativi non potevano mancare i kiwi. Questi frutti contengono una buona quantità di fibre e soprattutto di acqua che consente di contrarre i muscoli dell’intestino. Sebbene siano forse tra i lassativi naturali più conosciuti, i loro effetti benefici non si limitano a questo. Rappresentano infatti un ottimo rimedio per gambe stanche e gonfie, poiché migliorano la circolazione sanguigna. I kiwi inoltre sono ricchi di vitamina C e ne basta uno al giorno per soddisfare il fabbisogno giornaliero di questa vitamina.

Interessante è infine il suo effetto nel combattere stanchezza e persino depressione. Per beneficiare delle proprietà del frutto alleato della regolarità intestinale è sufficiente il consumo di 2 kiwi maturi al giorno, preferibilmente al mattino. Un’idea sfiziosa potrebbe essere quella di preparare un frullato di kiwi a cui aggiungere ad esempio un cucchiaino di semi di chia.