Liquore al Finocchietto Fatto in Casa per Digerire Bene

Fare il liquore al finocchietto in casa è un modo originale e gustoso per beneficiare delle proprietà di questa pianta spontanea che si trova solitamente durante il periodo primaverile. E’ perfetta per un liquore digestivo da servire dopo i pasti o per fare un regalo originale a parenti e amici. Tra le proprietà del finocchio ricordiamo quella digestiva, carminativa, antisettica e antispasmodica.

E’ quindi un ingrediente perfetto per fare un liquore digestivo in casa con l’uso del finocchietto selvatico, pianta abbastanza frequente sulle nostre coste. In questo articolo quindi scopriremo come fare questa bevanda digestiva, gli ingredienti, le dosi ed una variante, nel caso volessimo fare il liquore al finocchietto nella stagione autunnale ed invernale.

liquore-al-finocchietto-selvatico

Come Fare il Liquore al Finocchietto in Casa

Scopriamo adesso insieme il procedimento per fare il liquore al finocchietto in casa. Di seguito sono elencati gli ingredienti per circa 1 litro di liquore digestivo al finocchio.  Insieme a questi avremo bisogno anche di un contenitore di vetro che abbia però la chiusura ermetica. Se ne abbiamo uno in casa, assicuriamoci  che la guarnizione sia buona e soprattutto che il vasetto sia ben lavato e senza umidità o condensa.

Non devono essere presenti altri odori di precedenti ingredienti altrimenti si altererebbe anche quello del nostro liquore al finocchietto fai da te. Possiamo anche mettere un po’ meno zucchero o raddoppiare le dosi di alcool e acqua (e di zucchero ovviamente) per ottenere un paio di litri di questa bevanda digestiva e fresca.

Ingredienti per il liquore al finocchietto fai da te

1 mazzo abbondante di foglie di finocchietto selvatico
500 ml di alcool ad uso alimentare
500 ml di acqua
400 gr di zucchero di canna
40-50 gr di finocchietto (se non dovessimo trovare le foglie fresche)

Procedimento per fare il liquore al finocchietto selvatico

Ma come si fa in pratica il liquore digestivo al finocchio? Per prima cosa dobbiamo scegliere le foglie più belle, verdi e profumate. Non buttiamo i gambi ma possiamo anche spezzettarli in quanto sono aromatici anch’essi. Una volta scelte le foglie migliori, procediamo lavandole bene sotto acqua corrente. Per eliminare tutte le tracce di terra, possiamo lasciare il finocchietto selvatico in ammollo in una bacinella per 15 minuti. In questo modo, tutte le impurità si staccheranno dalle foglie.

Il passo successivo per realizzare il nostro liquore digestivo al finocchio, consiste nel risciacquare bene le foglie, scolarle e mettere su un canovaccio. Tamponiamo con della carta assorbente o un altro canovaccio e lasciamo così per una decina di minuti. A questo punto prendiamo il nostro boccale di vetro e mettiamo al suo interno le foglie spezzando in 2 i gambi, se dovessero essere troppo lunghi.

Mettiamo anche l’alcool e schiacciamo le foglie sul fondo con l’aiuto di un mestolo di legno. A questo punto non ci resta che chiudere bene il tappo e riporre l’alcool per il liquore al finocchietto selvatico in un posto buio, asciutto e lontano da fonti di calore. Dovrà macerare per 7-10 giorni e ogni giorno dovremo agitare il tutto una o due volte.

Trascorsa una settimana-dieci giorni prepariamo lo sciroppo allo zucchero per fare il liquore al finocchio in casa. In un pentolino mettiamo lo zucchero e l’acqua e facciamo bollire a fuoco bassissimo per una decina di minuti. Non giriamo, ma stiamo comunque attenti che non si attacchi sul fondo e che la fiamma sia troppo alta. Una volta addensato, lasciamo riposare a temperatura ambiente per 6-7 ore fino a quando non sarà freddo del tutto.

L’ultimo passo per fare il liquore al finocchietto selvatico per digerire bene consiste nel filtrare l’alcool e aggiungere lo sciroppo di zucchero. A questo punto, mescoliamo bene e lasciamo insaporire sempre in un armadietto per almeno 1 mese.

Come Fare il Liquore al Finocchietto con i Semi Secchi

Nel caso in cui avessimo difficoltà a reperire il finocchietto selvatico o non è stagione, ecco un’alternativa altrettanto efficace per digerire bene: il liquore ai semi di finocchio. I semi essiccati li troviamo in qualsiasi supermercato e a prezzi bassi. Possiamo optare per quelli bio nei negozi specializzati oppure acquistarli comodamente online.

Ma come fare il liquore al finocchio? Molto semplice. Seguiamo il procedimento visto in precedenza ma, al posto delle foglie, nell’alcool mettiamo 50 grammi di semi. L’unica accortezza sarà quella di schiacciarli con un mortaio prima di immergerli nel barattolo di vetro. Ovviamente anche l’operazione di filtraggio richiederà un po’ di accortezza in più, per eliminare i residui più piccoli. In questo caso posiamo anche utilizzare un colino a maglie molti fini oppure una pezzetta di stoffa. Per il resto, non serve altro che seguire passo passo la ricetta del liquore al finocchietto per digerire bene, vista sopra.

Come e Quando Bere il Liquore al Finocchietto

Una volta vista la preparazione del liquore fai da te al finocchietto, è giusto qualche altro piccolo suggerimento su come e quando assumerlo. Abbiamo detto che questo liquore è utile per la digestione lenta, per ridurre il gonfiore addominale dopo i pasti ed il senso di pesantezza. L’ideale quindi sarebbe assumerlo dopo pranzo ma è ottimo anche come aperitivo dato il suo aroma particolare.

Leggi anche: limenti che Gonfiano la Pancia: 12 Cibi che Causano Meteorismo

Per quanto riguarda le dosi, basta mezzo bicchierino dopo i pasti principali senza superare il bicchiere al giorno. Anche la sera va bene, purché non si ecceda con le dosi e non si assuma il liquore al finocchietto fatto in casa troppo tardi. Per gustare al meglio questa bevanda per digestione lenta è meglio tenerla in frigorifero e lasciare a temperatura ambiente 5 minuti prima di servire.

Il liquore con  finocchietto selvatico è ottima anche per aromatizzare dolci, gelati, altre bevande e alternato ad altri liquori fatti in casa come quella alla menta, allo zenzero o al basilico, tutti digestivi naturali efficaci.

Controindicazioni del Liquore al Finocchietto

Terminiamo il nostro articolo su come fare il liquore al finocchietto con le controindicazioni di questa bevanda digestiva. Ovviamente, essendo a base alcolica, è sconsigliato ai bambini, a chi assume farmaci particolari (consultare sempre il medico), alle donne in gravidanza e che stanno allattando. E’ sconsigliato ovviamente anche a tutti coloro che hanno presentato qualche reazione allergica al finocchio e ai suoi semi.

Se vogliamo ugualmente una bevanda digestiva ma non possiamo assumere il liquore al finocchietto, possiamo sempre fare una tisana digestiva al finocchio, utile anche per gonfiore addominale dopo i pasti, alito cattivo, digestione pesante e crampi addominali.

Leggi anche: Tisana al Finocchio: Tutti i Benefici e Come Prepararla

Sono un Counselor appassionato di salute e alimentazione sana. Con il mio lavoro aiuto le persone a superare i problemi della quotidianità e ritrovare il benessere psicofisico attraverso abitudini più salutari. Lavoro come freelance e collaboro con numerosi blog e riviste dando, attraverso i miei articoli, suggerimenti per migliorarsi non solo a livello fisico ma anche nelle relazioni e nel lavoro. Per contattarmi scrivi a i.a.palmaccio.counselor@gmail.com. Puoi leggere i miei articoli di self-help su: