Olio per Massaggio: i 10 Migliori Oli per la Pelle

La funzione fondamentale di un olio per massaggio, è l’integrazione, attraverso la tecnica del massaggio, dei principi nutritivi che la pelle per qualche ragione non possiede più o che per ragioni fisiologiche non produce spontaneamente.

Questa è il motivo per cui, accingendosi a una seduta di massaggio, occorre valutare con grande attenzione il tipo di olio da utilizzare, che dovrà essere quello più adatto al nostro tipo di pelle (secca, grassa, mista), alla nostra età, alle nostre preferenze organolettiche e idoneo a fare fronte all’eventuale sintomatologia che intendiamo trattare.

Un altro aspetto che dobbiamo tenere in considerazione è quello delle potenziali reazioni allergiche all’olio. È sempre opportuno, prima di praticare il massaggio con un olio mai sperimentato, effettuare un test su una piccola porzione di pelle, in modo da verificare le eventuali reazioni avverse.

Ma come si usano questi oli per massaggio? I 10 oli vegetali che illustreremo fra poco sono i cosiddetti “oli vettore” e possono essere utilizzati puri, miscelati con altri oli vettori, oppure con alcune gocce di oli essenziali (e qui capiamo il significato del termine “vettore”) al fine di calibrare gli effetti del massaggio sulle nostre necessità e potenziare gli effetti dello stesso olio vettore.

Optiamo sempre per oli naturali al 100%, ottenuti dalla spremitura a freddo che mantiene intatte le caratteristiche di origine del prodotto, e privi di additivi (solventi, parabeni o profumi), che oltre a depotenziare gli effetti, apporterebbero al nostro organismo sostanze tossiche.

Olio per Massaggio: 10 Oli per la Pelle

olio-per-massaggio-rilassante

La medicina ayurvedica e l’industria della cosmesi ci hanno abituato a una moltitudine di oli per massaggio, ciascuno di essi con caratteristiche sue proprie e con effetti differenti sul nostro organismo.

Nelle righe che seguono illustreremo i migliori oli vettori per fare massaggi, facilmente reperibili in commercio, di facile applicazione e maggiormente versatili, in grado di fornire eccellenti risultati su molti tipi di pelle senza presentare particolari controindicazioni al loro uso.

1. Olio di Mandorle Dolci

Ottenuto dalla spremitura a freddo delle mandorle, è un olio per massaggio estremamente delicato, utilizzabile anche sulla pelle irritata e su quella dei bambini. È comunque un olio non grasso, leggero, che tende a ripristinare e a conservare il corretto tenore di umidità, caratteristica questa che lo rende adatto a pelli secche e interessate da prurito e smagliature.

Olio emolliente, eccellente antinfiammatorio, è utilizzato dalla medicina ayurvedica come calmante per il sistema nervoso. Può essere tranquillamente utilizzato puro.

Leggi anche: Olio di Mandorle per Smagliature e Per il Corpo

2. Olio di Jojoba

Conosciuto come uno dei più antichi rimedi naturali, contiene rame, zinco, sodio, vitamine dei complessi B, E, F. Dalle caratteristiche strutturali molto simili alla componente grassa della pelle, è un olio da massaggio altamente penetrante, con proprietà antibatteriche indicate per il trattamento di disturbi dell’epidermide come acne e eczemi.

Una sua interessante azione è l’interazione con la componente sebacea della pelle, che va a decomporre lasciando liberi i pori. Può essere utilizzato puro, o miscelato con altri oli vettore.

3. Olio di Cocco

Utilizzato dalla medicina ayurvedica come rimedio rinfrescante, è un olio per massaggio dalle proprietà antibatteriche, antisettiche e antinfiammatorie. La sua azione lenitiva è molto nota, motivo per cui viene largamente utilizzato come doposole anche sulla pelle dei bambini.

L’olio di cocco è corposo e denso, è indicato sulle pelli ruvide e secche. Prima di utilizzarlo come olio per massaggio, è consigliabile scaldarlo perchè tende ad indurirsi se sottoposto a basse temperature, o in alternativa miscelarlo con altri oli.

Leggi anche: Olio di Cocco Alimentare: Benefici sulla Salute e sulla Pelle

4. Olio di Vinaccioli

È l’olio ricavato dai semi degli acini di uva. Dal colore verde pallido, magro e molto leggero contiene vitamina E, calcio, fosforo, flavonoidi e acido linoleico. Rigenerante, ha proprietà emollienti, astringenti e antiossidanti, con capacità ristrutturanti sul tessuto epidermico.

Questo olio per massaggi è adatto a tutti i tipi di pelle, trova un eccellente impiego sulla pelle stressata e non più giovane. L’olio di vinaccioli si assorbe con grande facilità.

5. Olio di Oliva

Zinco, magnesio, ferro e calcio, sono i principali sali minerali costituenti l’olio di oliva. Ma questo prezioso olio contiene anche la vitamina E, riconosciuta per i suoi effetti benefici sulla pelle. È un eccellente olio vettore, largamente utilizzato dalla medicina ayurvedica.

Riscaldante, ottimo emolliente, tende a rilassare gli stati di rigidità muscolare e a contrastare l’invecchiamento della pelle. È adatto a tutti i tipi di pelle, e può essere usato puro, anche se è preferibile diluito.

Leggi anche: Olio di Oliva per Capelli, Viso e Corpo: 13 Fantastici Rimedi

6. Olio di Girasole

Utilizzato in cucina, ma anche in cosmesi, l’olio di girasole per massaggi è un eccellente antiossidante e immunostimolante. Vitamine del complesso B, D, E, ferro, zinco, manganese, rame, fosforo e Omega 6, questi ultimi ottimi alleati contro il colesterolo cattivo, rappresentano il complesso nutrizionale dell’olio di girasole.

Oltre che per massaggi rilassanti può essere utilizzato anche per maschere per capelli e per sciacqui contro stomatiti e gengiviti

7. Olio di Sesamo

È in assoluto l’olio più utilizzato nella medicina ayurvedica. Questo olio per massaggio ricco di sali minerali e vitamine, aminoacidi e lecitina, possiede proprietà antifungine e lenitive e ammorbidenti su processi infiammatori della pelle come psoriasi e eczemi, o nei casi di scabbia e tigna.

Interessante anche il suo efficace utilizzo nei casi di artrite reumatoide. È un olio indicato a ogni tipo di pelle, anche se è sconsigliata la sua applicazione sulla pelle arrossata e irritata.

Leggi anche: Olio di Sesamo: Perchè fa Bene alla Salute e alla Pelle

8. Olio di Albicocca

Questo olio per massaggi, ottenuto dalla spremitura a freddo dei noccioli di albicocca, ha un elevatissimo tenore di vitamine del complesso A, C, E. Eccellente alternativa agli oli di noci, è indicato per tutti i tipi di pelle, ma soprattutto per quelle delicate e secche.

Profumato e gradevolissimo, anche al sapore, sulla pelle ha proprietà emollienti ed elasticizzanti, e per questo ideale per utilizzarlo come olio antirughe.

9. Olio di Avocado

Il frutto dell’avocado è un prodigio nutrizionale. Soprattutto negli ultimi anni, il suo consumo e utilizzo è aumentato vertiginosamente. Dalle mille proprietà, antitumorali, antinfiammatorie, antiossidanti, contiene vitamine A, B, C, D, E, K e PP, acido folico, fosforo, calcio, acidi grassi essenziali e proteine.

Il suo olio, ottenuto per pressione, è un ottimo sebo regolatore, ideale per pelli miste e grasse, è adatto alle applicazioni su pelli interessate da eczemi, psoriasi, smagliature e le zone arrossate dal pannolino dei bambini.

Le sue caratteristiche lo rendono un olio per i massaggi utilizzabile puro o in associazione con altri oli (es. di cocco, mandorle dolci, jojoba), al fine di potenziarne gli effetti antiossidativi.

Leggi anche: Olio di Avocado per Capelli Splendenti e Pelle Luminosa

10. Germe di Grano

Olio per massaggi dall’elevatissimo tenore vitaminico, può essere consumato anche per via orale. Noto, soprattutto alle donne, per le sue capacità emollienti, contro le smagliature e gli arrossamenti, e utilizzato per maschere anti-rughe e per capelli, è un olio per massaggi idratante, che mantiene la pelle giovane ed elastica, nutrendola e proteggendola con un sottile strato idrolipidico.

Per quest’ultima caratteristica, l’olio di germe di grano è anche indicato come eccellente doposole o come crema da notte per pelli secche e stressate.

Oli Essenziali da Aggiungere all’Olio per Massaggio

A ogni olio vettore per massaggio che abbiamo appena illustrato, possono venire aggiunte alcune gocce di olio essenziale le cui proprietà vanno a potenziare gli effetti del primo.

Anche in questo caso, la scelta dell’olio essenziale deve essere compiuta in base al proprio tipo di pelle, ai risultati che si desiderano ottenere e al vettore, le cui proprietà benefiche dovrebbero venire esaltate grazie alla miscelazione. Vediamo allora alcuni di questi oli essenziali che possiamo aggiungere all’olio per massaggio.

1. Menta

Alcune gocce di olio essenziale di menta, aggiunte all’olio per massaggio, attivano la circolazione sanguigna, e alleviano la sintomatologia fastidiosa di molti problemi della pelle, come l’eczema. Sono interessanti anche le sue proprietà antinfiammatorie.

Leggi anche: 21 Straordinari Usi della Menta in Cucina, per la Salute e in Casa

2. Rosmarino

La sintomatologia dolorosa a livello muscolare può trarre giovamento dalla miscelazione di questo olio al vettore utilizzato. L’olio essenziale di rosmarino trova applicazione anche nell’emicrania, negli stati di affaticamento e nel trattamento della cellulite.

3. Eucalipto

È un olio essenziale per i massaggi dalle proprietà adattive: rinfrescante in estate e riscaldante nelle stagioni fredde. Antisettico naturale, è anche un ottimo rimedio all’affaticamento muscolare.

4. Lavanda

Ormai riconosciuta da tempi remoti come pianta erbacea dalle proprietà rilassanti, la lavanda interagisce con il nostro organismo e la nostra pelle anche come agente cicatrizzante sulle ferite, riducendone sensibilmente i tempi di guarigione.