Pesto Fatto in Casa: 14 alternative al Pesto Tradizionale

Tutti conosciamo il famoso pesto alla Genovese tanto amato e apprezzato dagli italiani. La ricetta originale prevede, oltre al basilico fresco, anche l’aggiunta di pinoli e di formaggio grattugiato come parmigiano reggiano e pecorino.

Non tutti sanno però che esistono anche delle buonissime varianti al classico pesto con il basilico. Ad esempio si può preparare anche il pesto senza formaggio oppure sostituire il basilico con altri ingredienti altrettanto deliziosi. In questo articolo vediamo le alternative più sfiziose al pesto fatto in casa con il basilico.

Pesto Fatto in Casa: Ecco Come Farlo

pesto-fatto-in-casa

Solitamente il pesto fatto in casa richiede un procedimento molto semplice. Basta un frullatore o un robot da cucina che servirà a tritare minuziosamente tutti gli ingredienti. La versione ufficiale prevede però l’utilizzo di un mortaio in marmo e di un pestello che servirà a “pestare” ed amalgamare il tutto fino a quando non si ottiene una salsa liscia.

Nella ricetta ufficiale si usano i pinoli ma, come vedremo di seguito, si possono aggiungere anche altri tipi di frutta secca (come noci, pistacchi o mandorle) che si amalgamano bene ai sapori dei diversi aromi impiegati.

Nella preparazione si utilizza anche dell’olio di oliva extravergine, dell’aglio fresco e un pizzico di sale. Dopo la preparazione il pesto si conserva un paio di giorni in frigorifero opportunamente coperto con uno strato di olio. Ma nulla toglie che si può preparare anche in grandi quantità e congelarlo utilizzando magari dei vasetti o dei bicchieri.

14 Alternative al Pesto alla Genovese

Ecco per voi alcune deliziose ricette alternative al pesto alla Genovese. Si tratta di preparazioni che hanno caratteristiche diverse a seconda dell’ingrediente principale utilizzato, alcuni di questi pesti hanno un sapore più delicato, altri invece risultano più forti e aromatici. Scegliete quello che vi ispira di più…noi vi consigliamo di provarli tutti!

Pesto di ortiche

pesto-ortiche

Come abbiamo già visto, le ortiche si prestano a ricette davvero deliziose. Questa pianta è ricca di vitamine (A, C, K e B) ma anche di sali minerali indispensabili per il corretto funzionamento del nostro corpo. Questa pianta primaverile è molto diffusa in Italia, specialmente nelle campagne. Dopo alcune accortezza (come l’ammollo in acqua bollente prima di consumarla) si può preparare un delizioso pesto all’ortica.

Nell’articolo 5 Gustose Ricette con le Ortiche è elencato il procedimento per fare il pesto ma anche altre deliziose ricette per stupire davvero tutti.

Pesto di foglie di carota

Ecco una ricetta con il pesto davvero insolita: quello con le foglie di carota. Per preparare il pesto bisogna staccare le foglie dai gambi in quanto quest’ultimi sono abbastanza duri. Nel momento della preparazione si consiglia di frullare bene le foglioline perché anche queste risultano difficili da sminuzzare. Il sapore è forte e deciso ( un po’ amarognolo) e non adatto a tutti i palati ma sicuramente è da provare per un pesto alternativo e sfizioso.

Le foglie di carota sono utilizzate anche per fare frullati salutari in quanto contengono molti minerali (tra cui il potassio, utile per abbassare la pressione sanguigna), la clorofilla (nota per le sue proprietà purificanti), calcio e vitamine. Per fare il pesto di foglie di carota è indispensabile scegliere quelle biologiche e lavarle accuratamente.

Pesto di foglie di ravanelli

pesto-foglie-di-ravanello

Queste foglie troppo spesso vengono gettate via senza pietà e senza sapere che hanno tantissime proprietà benefiche. Il ravanello viene utilizzato infatti per curare la tosse ma anche bronchiti e asma. Le sue foglie sono commestibili e salutari in quanto non contengono molte calorie.

Le ricette con le foglie di ravanello sono veramente tante e di queste fa parte anche il pesto con le foglie di ravanello. Per sapere la ricetta di questo squisito pesto puoi leggere l’articolo dedicato alle Ricette con le Foglie di Ravanello.

Pesto di sedano

Il sedano è un ottimo alleato per chi è a dieta in quanto svolge funzioni depurative e diuretiche essendo composto dal 90% di acqua. Le foglie del sedano contengono buone dosi di vitamina A e sali minerali e sono ottime per preparare un pesto davvero succulento. La pianta di sedano inoltre è utilizzata per preparare il sale di sedano, un ottimo sostituto del sale da cucina.

Questo pesto è molto profumato e delicato e sicuramente è da provare, abbinandolo magari a mandorle o pistacchi. Il sedano, inoltre si presta benissimo alla coltivazione in vaso magari nel proprio orto sul balcone.

Pesto di rucola

La rucola è rinomata per il suo sapore leggermente pungente e piccante. Ottima per insalate, questa pianta contiene il 90 % di acqua ed è una buona fonte di acido folico e vitamine A e C. In particolare, la rucola è nota in quanto svolge un’azione diuretica e digestiva ed è un ottimo aiuto per disintossicare il fegato.

Per il pesto di rucola vanno selezionate le foglie più verdi e croccanti, scartando ovviamente quelle ingiallite. L’abbinamento ideale per il pesto alla rucola è quello con le mandorle in quanto smorzano leggermente il gusto amarognolo di questa pianta.

Pesto di aglio orsino

pesto-aglio-orsino

Le proprietà dell’aglio orsino sono davvero tante. Chiunque può coltivarlo comodamente a casa e gustarlo quando lo desidera. L’aglio orsino è conosciuto soprattutto perché è in grado di abbassare i livelli di colesterolo e purificare il sangue. Inoltre contiene tutte le vitamine necessarie all’organismo, ha proprietà disinfettanti nonché una provata azione diuretica.

Inoltre, nei paesi nordici viene usato come infuso per depurare la pelle e come antibiotico naturale. Il pesto di aglio orsino si ottiene tritando le foglie ed eliminando il gambo principale. Questo pesto ha un gusto molto forte che può essere combinato con il sapore delicato dei semi di girasole.

Pesto di erba cipollina

Chi ama il sapore inconfondibile della cipolla può fare un pesto con l’erba cipollina. Il suo sapore è più delicato della cipolla tradizionale ed è per questo che si presta bene alla realizzazione di questa ricetta. L’erba cipollina ha le stesse proprietà della cipolla e dell’aglio, ovvero svolge un’azione antibatterica e decongestionante ed è anche in grado di abbassare in maniera naturale il colesterolo e la pressione sanguigna.

Le foglie di erba cipollina contengono quantità significative di flavonoidi (soprattutto di quercetina) e per questo sono ideali per rafforzare il sistema immunitario e prevenire l’insorgere di malattie cardiache. Per preparare il pesto di erba cipollina si consiglia di tagliare le foglie in parti più piccole prima di frullarle in modo che non si attorciglino alla lama del frullatore. Per 3-4 persone ne bastano circa 200 grammi.

Pesto di maggiorana

La maggiorana è una pianta aromatica molto diffusa, conosciuta per la sua grande capacità di insaporire qualsiasi piatto ed è per questo che viene usata un po’ dappertutto. E’ ricca di beta-carotene (ottimo per proteggere la pelle dai raggi UV) , Vitamina C e minerali come potassio, magnesio e ferro. Quest’ultimo presente in maggiore quantità.

Per preparare il pesto di maggiorana si utilizzano le foglie fresche della pianta combinate con i pinoli. Il gusto è molto delicato e ricorda vagamente l’origano ma non prevale sugli altri sapori. Questo pesto è ideale per chi ama i sapori aromatici e i piatti profumati.

Pesto di menta

pesto-di-menta

Ecco un pesto davvero fresco e aromatico che conquisterà tutti. La menta è nota per il suo profumo particolare ma anche per le sue straordinarie proprietà che includono il potere disinfettante, quello digestivo (prova questa tisana alla menta piperita) e quello cicatrizzante.

Questa incredibile pianta contiene anche buone dosi di vitamina C utile nei casi di tosse, raffreddore e sintomi febbrili. Il pesto alla menta si ottiene frullando o pestando delle foglie fresche accuratamente lavate e asciugate. A queste vanno aggiunte mandorle o pinoli e a piacere anche del pepe. Per il resto, il procedimento è identico a quello degli altri pesti alternativi.

Pesto di portulaca

La portulaca è un’erba spontanea che spesso viene buttata in quanto considerata inutile. In realtà è un’ottima pianta da utilizzare in cucina in quanto presenta numerose proprietà dovute all’elevata presenza di Omega3, vitamina A e vitamina C. Questa pianta inoltre contiene buone quantità di ferro, fosforo e calcio nonché fibre e flavonoidi.

Leggi anche: Portulaca: la Pianta della Salute! Ricca di Omega 3 e Vitamina C

La portulaca può essere usata per preparare gustose insalate, ma anche come base per un condimento delizioso. Il pesto di portulaca si realizza con le foglioline e qualche rametto un po’ più morbido. Si abbina ottimamente con le noci che possono essere utilizzate al posto dei pinoli.

Pesto di silene

A volte chiamata Klopit, questa pianta commestibile è però poco usata e conosciuta. Cresce solitamente nei prati e sui terreni ghiaiosi nel periodo che va da maggio a settembre-ottobre. Se non si estirpa del tutto, la pianta ricresce molto facilmente e con una certa rapidità.

Per il pesto di silene si utilizzano solitamente i germogli più freschi e le foglie morbide e si evitano quelle troppo cresciute e quindi più dure. Con questa pianta è possibile inoltre preparare anche farifrittate, risotti e minestre. Per il pesto di silene si lavano bene le foglie e si tritano insieme a pinoli, anacardi o mandorle. E’ bene prima sbollentare le foglie per un paio di minuti e farle sgocciolare in uno scolapasta fino a che non si saranno raffreddate.

Pesto di alghe

alga-nori-ricette

Un pesto molto originale e insolito è quello realizzato con le alghe marine, una ricca fonte di proteine, vitamine e sali minerali. Le alghe sono adatte anche a zuppe e minestre ma possono essere consumate anche per condire insalate e per preparare appunto un delizioso pesto.

A seconda del gusto che si preferisce si possono scegliere diversi tipi di alghe, ad esempio l’alga kombu che ha un gusto dolce oppure l’alga Dulse che invece ha un sapore più intenso e leggermente piccante. Un’alga che si adatta bene alla preparazione del pesto è l’Alga Nori che può essere usata sia in fogli da sminuzzare che in fiocchi. Questa va tenuta in ammollo per circa 15 minuti e poi unita nel mixer insieme a tutti gli altri ingredienti come noci, mandorle, olio e succo di limone. Per insaporire il tutto si può aggiungere anche un cucchiaino di curry.

Leggi anche: 5 Semplici Ricette con le Alghe

Pesto di melissa

Gli appassionati di erbe officinali conoscono bene le straordinarie proprietà di questa pianta. Più in particolare, la melissa è rinomata per la sua azione calmante e sedativa. Proprio per questo motivo, la melissa è in grado di ridurre lo stress e le tensioni nonché favorire il sonno. Le sue foglie sono utili anche per migliorare la digestione e alleviare le infiammazioni dell’apparato digerente.

Il sapore di queste foglie ricorda nettamente il limone e per questo il suo gusto è molto fresco, ideale per un pesto estivo e leggero. La melissa si può piantare tranquillamente sul balcone e cresce in poco tempo sviluppando foglie verdi e profumate. Il pesto di melissa si fa con le foglie fresche appena colte (una manciata di foglie a persona) e si può abbinare alla frutta secca che più si preferisce. Un’idea originale sarebbe quella di utilizzare i pistacchi.

Pesto di erbette miste fresche 

Questo pesto fatto in casa può essere “creato” con erbette a piacere. Se si hanno dei vasi con delle erbette aromatiche sul balcone, si possono utilizzare tutte insieme per creare un pesto unico e originale e ogni volta diverso. Si può fare un gustoso pesto di erbette miste unendo il “classico” basilico con la maggiorana, la menta o la melissa scegliendo quale ingrediente e quindi sapore far prevalere.

Questi pesti alternativi possono essere utilizzati per condire la pasta, il cous cous, il riso il bulgur, la quinoa e tanti altri cereali ma si possono anche mettere nell’impasto della frittata con farina di ceci , oppure usarli come ripieno di pomodori o come farcitura di cannelloni e lasagne.

Sono un Counselor appassionato di salute e alimentazione sana. Con il mio lavoro aiuto le persone a superare i problemi della quotidianità e ritrovare il benessere psicofisico attraverso abitudini più salutari. Lavoro come freelance e collaboro con numerosi blog e riviste dando, attraverso i miei articoli, suggerimenti per migliorarsi non solo a livello fisico ma anche nelle relazioni e nel lavoro. Per contattarmi scrivi a i.a.palmaccio.counselor@gmail.com. Puoi leggere i miei articoli di self-help su: