Pizza Alternativa: 6 Gustose Pizze Senza Farina!

Non chiamatele pizze!… oppure chiamatele così, sapendo che è possibile gustare una pizza alternativa senza rinunciare al gusto. La pizza, si sa, è uno dei cibi più amati in Italia e direi anche nel resto del mondo. La vera pizza è fatta con una ricetta semplice e con materie prime di ottima qualità; l’impasto è importantissimo e ovviamente la si può personalizzare in mille modi in base alle preferenze.

Diciamo però che è possibile preparare anche un’ottima pizza alternativa senza farina evitando di utilizzare la pasta del pane come base, pur avendo un risultato altrettanto gustoso e saporito. Ecco quindi qualche idea semplice e rapida per preparare delle pizze alternative con basi ottenute da soli ingredienti vegetali, senza farina, alcune senza glutine (qui le più comuni farine senza glutine) e persino in versione crudista!

Pizza Alternativa con Base di Zucchine

pizza-di-zucchine

Questa pizza alternativa è perfetta d’estate se avete, come spesso accade, tante zucchine da smaltire e non sapete come prepararle. La base è croccante fuori ma morbida all’interno mentre il sapore è abbastanza neutro e quindi potete personalizzarla davvero come volete.

Ingredienti per la base:

4 grosse zucchine
1 cucchiaino di erbe secche varie
1 pizzico di sale
1 cipolla
3 cucchiai di farina di mandorle
Fiocchi di Avena e farina di mais q.b.
Olio extravergine di oliva

Procedimento:

Per cominciare stufare la cipolla tagliata a fettine sottili nell’olio, aggiungere le zucchine tagliate a dadini e cuocere per circa 10 minuti, lasciando le zucchine ancora abbastanza croccanti. Da ultimo aggiungere le erbe secche e il sale. Frullare le zucchine, aggiungere la farina di mandorle, i fiocchi di avena e la farina di mais e frullare ancora qualche secondo. Per i quantitativi dei fiocchi di avena e della farina di mais, regolatevi ad occhio, fino ad ottenere un composto appiccicoso ma comunque malleabile. Ungere con dell’olio un foglio di carta forno, rovesciare sopra il composto e, aiutandosi con le mani inumidite, dare una forma rotonda con lo spessore di circa mezzo centimetro.

Infornare a 200° per circa 30 minuti. Trascorso questo tempo girare la base per farla cuocere bene anche dall’altra parte e rimetterla in forno per altri 10 minuti circa. A questo punto la base per la pizza alternativa è pronta. Croccante fuori e morbida dentro. Buonissima anche da sola ma perfetta per essere farcita.  Potete personalizzarla come volete. La pizza della foto è fatta con della passata di pomodoro, delle melanzane grigliate, un trito di olive e capperi e un paio di cucchiai di parmigiano veg (sesamo, mandorle e lievito alimentare tritati assieme). Dopo aver farcito la pizza rimettere in forno ancora qualche minuto.

Pizza Alternativa con Base di Quinoa

pizza-di-quinoa

Un’altra idea per una pizza alternativa diversa dal solito prevede l’uso della quinoa. Questo pseudo cereale, molto leggero in quanto privo di glutine, è perfetto per creare una base croccante all’esterno e morbida all’interno. Se la preferite più croccante, stendetela più sottile. Per la base frullare della quinoa cotta in precedenza insieme a dei fiocchi di avena e ad un paio di cucchiai di olio. Schiacciare il composto ottenuto su una teglia, aiutandosi con le mani inumidite e fare cuocere a 180° per 15 minuti. Decorare a piacere con tante verdure grigliate, pomodorini, rucola, mais e completare la cottura ancora per qualche minuto in forno.

Leggi anche: Proprietà della Quinoa: 18 Motivi per Mangiarla Ogni Giorno

Pizza di Cavolfiore

pizza-di-cavolfiore

Anche la base di questa pizza alternativa è gluten free. Il sapore del cavolfiore, una volta che la base è cotta, non si sente molto e non copre il resto degli ingredienti. La base che si ottiene è compatta e si riesce davvero a tagliare delle belle fette che ricordano quelle di una vera pizza!

Ingredienti per la base

1 cavolfiore piccolo
2 cucchiai di farina di riso
1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
1 pizzico di sale
Origano

Procedimento:

Cuocere al vapore le cimette di cavolfiore e farle raffreddare. Successivamente metterle in un canovaccio pulito e con pazienza strizzare bene, cercando di fare uscire più acqua possibile (più acqua si riesce ad eliminare più verrà croccante la base). Dopo aver “strizzato” il cavolfiore, il volume di quest’ultimo si ridurrà notevolmente e la consistenza sarà simile ad un purè piuttosto denso. A questo punto aggiungere l’olio, la farina di riso, il sale e l’origano amalgamando bene. Stendere il composto in una teglia e cuocere a 180° per 20 minuti.

A questo punto la base per la pizza alternativa è pronta per essere farcita e decorata come preferite. La pizza della foto è stata completata con un po’ di passata di pomodoro, delle cipolle fatte stufare in padella, olive, capperi, un po’ di erbe aromatiche e un filo d’olio. Dopo averla farcita, far cuocere la pizza in forno per altri 10 minuti.

Pizza di Cous Cous

pizza-cous-cous

La pizza di cous cous, come le altre pizze alternative, è molto versatile e la base risulta croccante fuori e morbida dentro. Vi consiglio comunque di non farla cuocere troppo per evitare che il cous cous all’esterno diventi troppo secco. Il sapore è neutro e quindi si presta a molte varianti per quanto riguarda il condimento. Naturalmente, essendo il cous cous un alimento contenente glutine rende questa pizza senza farina non adatta ai celiaci.

Ingredienti per la base

100 gr di cous cous
Qualche cucchiaio di farina di riso
2 cucchiai di Olio di oliva

Procedimento:

Preparare il cous cous seguendo le indicazioni riportate sulla confezione. Una volta pronto, sgranarlo bene con la forchetta e aggiungere l’olio di oliva. Aggiungere la farina di riso (2 o 3 cucchiai dovrebbero bastare). Schiacciare il cous cous sulla base dello stampo da pizza leggermente unto, dando una forma rotonda e con uno spessore omogeneo. Ungere leggermente la superficie della pizza senza farina con un po’ di olio. Far cuocere a 180° per circa 20 minuti. Decorare a piacere. Nella pizza della foto ho utilizzato una crema ottenuta frullando della rucola e degli spinaci con un filo di latte di avena. Ho poi aggiunto delle fettine di formaggio vegetale. Ho fatto cuocere ancora per qualche minuto.

Pizze Alternative Crudiste

Chi ha un essiccatore può realizzare facilmente delle buonissime pizzette crudiste, molto croccanti e leggere. Ecco due ricette gustosissime per fare una pizza alternativa davvero speciale.

Pizzette crudiste di mandorle, zucca e noci

pizzette-crudiste-1

L’impasto di queste pizzette crudiste può essere modificato a vostro piacimento. Per esempio d’estate potete usare le zucchine al posto della zucca. Potete anche usarlo per ottenere dei cracker invece che le basi per la pizza. In questo caso vi suggerisco di stenderlo un po’ più sottile.

Ingredienti per la base:

100 gr di mandorle
50 gr di noci di macadamia
100 gr di semi di lino dorati
150 gr di zucca
1 cipollotto
1 pizzico di sale
acqua q.b.

Procedimento:

Prima di preparare questa pizza alternativa lasciare in ammollo per qualche ora sia le mandorle che le noci di macadamia. Frullare tutti gli ingredienti aggiungendo poca alla volta l’acqua necessaria, fino ad ottenere un composto appiccicoso ma omogeneo. Stendere l’impasto ottenuto sui vassoi dell’essiccatore ricoperti con della carta da forno e livellarlo ad uno spessore di circa 1/2 cm (cercate di ottenere uno spessore omogeneo). Potete distribuire l’impasto dando una forma rotonda oppure rettangolare. Fare essiccare a 40° per circa 8/10 ore girando le basi a metà cottura.  Le basi devono asciugarsi ma non devono seccare troppo.

Per completare le basi della pizza senza farina potete spalmarle con un formaggio vegetale cremoso (ormai in commercio se ne trovano diversi) oppure potete prepararlo voi seguendo questa ricetta formaggio cremoso agli anacardi. Aggiungete poi un po’ di pomodorini, rucola e olive e completate, a piacere, con qualche scaglia di crumigiano di pinoli.

Pizzette crudiste di verdure e semi di lino

pizzette-crudiste-2

Queste pizzette sono particolarmente estive. Volendo potete usare lo stesso impasto e stenderlo più sottile dando una forma rettangolare; una volta essiccato, potete farcire la base a piacere e arrotolarla per ottenere dei meravigliosi “wrap” 100% vegetali.

Ingredienti per la base:

1 tazza di semi di lino
1 peperone rosso grande
2 carote
Pomodori secchi
Olive nere
Una manciata di capperi
1 cipollotto
2 cucchiai di gomasio
Origano e Timo

Procedimento:

Per fare le basi di queste pizzette alternative bisogna mettere prima i semi di lino in ammollo per qualche ora. Frullarli poi insieme agli altri ingredienti e aggiungere il gomasio (qui trovate la ricetta originale + la versione aromatizzata), l’origano e il timo per aromatizzare il tutto. Stendere il composto ottenuto sui vassoi dell’essiccatore distribuendolo in modo tale da ottenere uno spessore omogeneo.

Fare essiccare a 42° per circa 2 ore, incidere con un coltello la base per segnare i punti in cui tagliare le pizzette e continuare ad essiccare per altre 8 ore circa. Decorare a piacere. Per esempio potete spalmare una crema ottenuta frullando mezza tazza di semi di girasole con una dozzina di foglie di basilico, un paio di pomodori secchi, qualche oliva verde e 3 cucchiai di olio di oliva. Completare con altre verdure a piacere.

Adoro cucinare, sperimentare e creare nuove combinazioni. Se devo preparare un piatto, di solito cerco la ricetta, ne trovo almeno 3 che mi piacciono e alla fine quella che faccio è un mix delle tre. Sono creativa e non riesco a fare a meno di mettere il mio tocco in quello che faccio. Sono vegana da più di 3 anni e questa scelta mi ha aperto un mondo di nuovi sapori ed ingredienti che prima non conoscevo o utilizzavo poco. La cucina vegana è meravigliosa e mi sta dando tante soddisfazioni. Nella mia pagina “La Merenda della Fragola” trovate i miei esperimenti sia dolci che salati, ricette crudiste, idee per la merenda e altro… tutto ovviamente 100% cruelty free.