Proprietà del Coriandolo: la Spezia che Elimina i Metalli Pesanti

Le proprietà del coriandolo sono talvolta poco conosciute o sottovalutate, poiché spesso lo si considera una semplice spezia per insaporire gli alimenti. In realtà c’è molto di più. Va innanzitutto detto che è una pianta che appartiene alla stessa famiglia del prezzemolo a cui somiglia molto soprattutto per quanto riguarda la forma e il colore delle foglie, proprio per questo viene anche chiamato prezzemolo cinese.

I fiori della pianta sono biancastri, ma una delle parti più importanti della pianta è costituita dai semi di coriandolo. È da questi che, una volta essiccati, si ottiene la famosa spezia usata in moltissime ricette. Oltre ai semi, tuttavia, anche le foglie di coriandolo fresche vengono spesso adoperate, soprattutto nelle zuppe, per condire legumi e verdure oppure nelle tisane. Per quanto riguarda l’origine, questa non è certa, si pensa probabilmente sia stato coltivato nei tempi antichi nei territori asiatici e africani.

Come scopriremo tra poco, le proprietà del coriandolo sono numerose e alcune davvero inaspettate, ci riferiamo al fatto che questa spezia sia in grado di disintossicare il corpo da alcuni metalli pesanti; in generale, il coriandolo fresco o i semi di coriandolo essiccati sono noti per la loro azione carminativa, antiossidante, digestiva ed anche antisettica.

Le Proprietà del Coriandolo

proprietà-del-coriandolo

Vediamo a questo punto nel dettaglio le proprietà del coriandolo. I componenti della pianta (linalolo, flavonoidi, vitamine) hanno un effetto benefico principalmente sugli organi coinvolti nella digestione e assorbimento degli alimenti, a cominciare dallo stomaco. Il consumo dei semi di coriandolo infatti aiuta la digestione, protegge il fegato e ne garantisce la funzionalità; è inoltre una pianta che rilassa l’intestino. Cosa vuol dire? Vuol dire che riesce a sfiammarlo, a calmare l’intestino irritabile e a ridurre eventuali contrazioni delle sue pareti.

Abbiamo detto prima che semi e foglie di coriandolo svolgono anche un’azione carminativa, ciò significa che riescono a impedire la formazione di gas evitando la fermentazione dei cibi digeriti, per questo il coriandolo è consigliato in caso di meteorismo e pancia gonfia.

Leggi anche: 8 Spezie Efficaci Contro il Gonfiore di Stomaco

Altra fondamentale proprietà del coriandolo è quella antisettica e antibatterica, in particolare, sembra essere particolarmente efficace contro l’Escherichia coli. Infine, grazie alla presenza di vitamine ed antiossidanti protegge le cellule del corpo dall’azione dei radicali liberi.

Benefici del Coriandolo: Azione Contro i Metalli Pesanti

Arriviamo a questo punto all’azione straordinaria del coriandolo: la sua capacità di chelare i metalli all’interno del nostro corpo. È la proprietà del coriandolo più interessante, nonché esaminata negli ultimi anni da ricercatori di tutto il mondo. Chelare i metalli vuol dire che questa pianta è in grado di legarsi alle molecole di detti metalli e di renderli innocui, vale a dire meno tossici, e favorire quindi la loro eliminazione. In particolare, sembrerebbe che sia il coriandolo fresco sia quello essiccato derivato dai semi sia in grado di chelare metalli pesanti come il mercurio, l’alluminio e il piombo, metalli con cui veniamo a contatto ogni giorno e che talvolta introduciamo, senza saperlo, nel nostro organismo attraverso gli alimenti.

La presenza di queste sostanze tossiche nel corpo non è sempre seguita da reazioni avverse rilevanti (talvolta la nausea, sintomo tipico, può essere facilmente confusa con indigestione o nausea dovuta ad altre cause) per cui i metalli possono anche rimanere nelle nostre cellule per anni, accumulandosi nelle ossa e nel sistema nervoso centrale. Se in passato venivano adoperati dei farmaci per tentare di risolvere il problema, oggi si preferisce sfruttare questa speciale proprietà del coriandolo.

È bene inoltre sottolineare che per potenziare l’azione della pianta ed eliminare il più possibile le tossine dei metalli pesanti occorre adoperare insieme alle foglie o ai semi di coriandolo un altro alimento naturale chelante, come ad esempio la zeolite (minerale di origine vulcanica) o più semplicemente l’alga clorella.

Leggi anche: Alga Clorella: un Concentrato di Energia, Ferro e Clorofilla

Affinché inoltre l’azione dell’alga si unisca e perfezioni l’azione del coriandolo è consigliabile assumere l’alga circa mezz’ora prima di un pasto e qualche minuto prima dello stesso assumere anche il coriandolo. In questo modo, l’assunzione dell’alga consente di evitare lo svilupparsi di un effetto chiamato re-intossicazione, ossia l’impossibilità di eliminare tutte le tossine dal corpo.

Ricette con Coriandolo: Come Mangiarlo

Il coriandolo è una delle piante più utilizzate nella storia in moltissime parti del mondo. Dai suoi semi essiccati si ricava la spezia che, per esempio, viene inserita nel famoso curry (un preparato appunto di spezie), oppure le foglie del coriandolo fresco vengono utilizzate per insaporire zuppe, legumi, contorni freschi, insalate colorate e verdure. Ma con foglie e semi della pianta possiamo fare anche altro. Questa spezia infatti è ottima per preparare una tisana sgonfiante e digestiva ma anche un pesto alternativo molto saporito!

1. Tisana al Coriandolo

Prepariamo ad esempio una tisana sfruttando alcune delle proprietà del coriandolo: quelle carminative e digestive. La tisana al coriandolo serve infatti a prevenire il gonfiore di stomaco e ad eliminare i gas intestinali. Per la tisana possiamo adoperare sia le foglie del coriandolo fresco sia i semi essiccati (oppure la polvere della spezia già pronta). Qualora usassimo i semi, è opportuno pestarli con il mortaio. Tutto ciò che dobbiamo fare è mettere a bollire un cucchiaino di semi o foglie nel pentolino per 10 minuti e bere dopo i pasti principali.

Leggi anche: Gonfiore Addominale Dopo i Pasti: 7 Tisane Sgonfianti

2. Pesto di Coriandolo

E che dire di un pesto diverso dal solito a base di foglie di coriandolo? Con questa ricetta le proprietà del coriandolo si sposano con il piacere di un pasto sano e gustoso. Abbiamo bisogno di: 1 tazza di foglie di coriandolo, uno spicchio d’aglio, del peperoncino, una manciata di pinoli, 2 cucchiai di limone, 6 cucchiai di olio d’oliva e sale quanto basta. Frulliamo semplicemente tutti gli ingredienti fino a creare una crema vellutata; conserviamo in frigo in un contenitore scuro.

Leggi anche: Pesto Fatto in Casa: 14 alternative al Pesto Tradizionale

Controindicazioni del Coriandolo

Le proprietà del coriandolo sono in grado di migliorare la condizione di differenti patologie, dall’intestino irritabile, fino all’intossicazione da metalli pesanti. Occorre tuttavia dire che questa pianta presenta delle controindicazioni e per questo può provocare qualche evento avverso. In primo luogo è importante rispettare le dosi: si deve calcolare circa ¼ di tazza a persona (di foglie di coriandolo) oppure da 2 a 5 gr di semi macinati.

Il coriandolo ha poi un’azione eccitante e pertanto in alcuni soggetti predisposti potrebbe provocare uno stato di ebbrezza o iper-eccitazione. È pertanto fondamentale non assumere la pianta se si sta seguendo una terapia con farmaci neuro stimolanti. Infine, data la sua azione a livello gastrico e la capacità di espellere le tossine dal corpo, se ne sconsiglia il consumo a chi soffre di disturbi come gastroenterite o ha problemi ai reni, in quanto potrebbe aggravare le patologie preesistenti.


loading...