Ricetta Amaretti Vegani Morbidi e Senza Glutine

Adoro gli amaretti morbidi, comunemente chiamati di Sassello per le sue origini, anche se non è semplice attribuirne la reale paternità precisa, in quanto ogni regione cerca di accaparrarsi il primato vantando però diverse varianti, ma una cosa li accomuna tutti: l’utilizzo di almeno un ingrediente di origine animale, come l’albume d’uovo e in qualche caso il burro. Ma in commercio non è facile trovare degli amaretti vegani, figuriamoci gluten free, perciò perché non provare a farli in casa? :)

Ovviamente non potevo non “veganizzare” questo buonissimo biscotto. Qualcuno sì, lo ha anche già fatto, ma tutte le ricette degli amaretti vegani contenevano burro vegetale e margarina, ingredienti a mio dire alquanto discutibili per la loro poca sanezza. In qualche caso ho letto che qualcuno utilizzava l’olio di semi, ma secondo me considerando che già le mandorle hanno una loro parte grassa, ho preferito omettere anche quello per renderli più leggeri.

Amaretti Vegani Morbidi e Senza Glutine

amaretti-vegani-senza-uova

Per fare questi amaretti vegani ho ideato una modifica tutta mia, ovvero usare il latte di mandorla per amalgamare gli ingredienti secchi. Se volete potete utilizzare 2/3 di latte vegetale e 1/3 di amaretto di Saronno per dargli un tocco aromatico in più.

La ricetta di questi amaretti senza uova è molto basica, infatti volendo potete appurare delle modifiche aggiungendo altri ingredienti per dargli un sapore differente, per esempio aggiungere delle scorzette grattugiate di arancia e qualche pezzettino di cioccolato fondente, o della granella di pistacchi, o scorza di limone grattugiata.. e chi più ne ha, più ne metta. Io ho provato e sono venuti una favola :)

Ingredienti per circa 10 amaretti:
– 100 gr di mandorle pelate (o di farina di mandorle)
– 30 g di farina di riso
– 20 g di mandorle amare
– 80 gr di zucchero di canna
– 30 gr di latte di mandorla

Preparazione:

Cominciamo a preparare questi morbidissimi amaretti vegani e senza glutine polverizzando il più possibile lo zucchero di canna con l’aiuto di un mixer.

Se preferite o non possedete un mixer, potete acquistare la farina di mandorle, verranno comunque molto buoni, ma se posso consigliarvi, se ne avete la possibilità usate le mandorle intere per poi sbriciolarle da voi, il sapore della mandorla sarà più intenso. Questo consiglio stupendo me lo diede la vegan chef Giulia Giunta e in effetti aveva ragione! Parola di chef!

Facciamo la stessa cosa anche con le mandorle, tritandole finemente ma senza esagerare, altrimenti rischiamo di far fuoriuscire l’olio di mandorla. Per le mandorle amare invece, cerchiamo di tritarle lasciandole però con la grana un po’ più spessa, in maniera tale da poter sentire la granella durante l’assaggio dei nostri gustosi amaretti vegani.

Ora mescoliamo tutti gli ingredienti, ricordandoci di mettere da parte un po’ di zucchero polverizzato in precedenza che useremo per guarnire gli amaretti vegani prima della cottura. Aggiungiamo a filo il latte di mandorla e mescoliamo bene. A questo punto avremo un impasto appiccicoso ma facilmente lavorabile, che faremo riposare in frigo per circa un’ora.

Trascorso il tempo di riposo, riprendiamo l’impasto dal frigo e con le mani diamo forma ai nostri amaretti vegani formando delle piccole palline da circa 20 grammi l’una; è importante che siano tutte dello stesso peso perché poi nel forno dovranno cuocere uniformemente.

Rotoliamo le palline nello zucchero avanzato prima, adagiamole su una teglia ricoperta con carta da forno e facciamole riposare per circa 2 ore direttamente sulla teglia. A questo punto gli amaretti senza uova sono pronti per essere cotti! Inforniamoli a 180° per circa 15 minuti.

Dopo la cottura devono risultare abbastanza morbidi in quanto diventeranno più duri in superficie man mano che si raffredderanno, ma vi assicuro che rimarranno morbidi dentro! Gustiamo i nostri amaretti vegani senza glutine a colazione, magari accompagnati da una tazza di latte vegetale fatto in casa, in modo da iniziare la giornata pieni di energia!

Leggi anche: Latte di Quinoa Fatto in Casa: Ricetta Sana e Gustosa

“La cucina vegana è amore e fantasia”. Sono una food blogger, vegetariana dal 2014; la mia pagina è nata puramente per gioco, ma col tempo mi sono seriamente appassionata specializzandomi in ricette sane e appetitose, ma anche belle a vedersi, perché una pietanza ancor prima di mangiarla, la si gusta con gli occhi. Amo l’homemade: preparare da me prodotti salutari e gustosi è davvero l’ideale perché, oltre ad essere la soluzione più economica, è anche più salutare visto che scegliamo noi gli ingredienti base per assemblare la pietanza e poi, vogliamo mettere la soddisfazione? Se sono qui lo devo sia alla conoscenza della cuoca Gioia Camillo Audrey, sia ai corsi della vegan chef Giulia Giunta di “La mia Cucina Vegetale”, che mi ha aiutata ad affinare molte tecniche apprendendo alcuni trucchetti del mestiere.
Per altre ricette segui la mia pagina Facebook “Il Cuore in Cucina”

loading...