8 Rimedi Naturali per Sbiancare i Denti Gialli

Il nostro sorriso è un vero e proprio biglietto da visita e sbiancare i denti gialli è un’ulteriore cura che ci permette di avere una bocca invidiabile. Preferire uno sbiancamento naturale vuol dire evitare il noto bleaching chimico che può essere talvolta molto aggressivo e osservare a poco a poco come reagisce la nostra bocca. In questo articolo proponiamo alcuni rimedi per sbiancare i denti gialli che possiamo eseguire a casa con alimenti come ad esempio le fragole, gli agrumi (arance e limoni), oppure l’acqua ossigenata.

Dobbiamo tuttavia sottolineare che sebbene naturali, non sempre questi trattamenti devono essere utilizzati quotidianamente: per esempio, per quanto riguarda l’acqua ossigenata e gli agrumi, questi contengono dei componenti che sono in grado di rendere i denti bianchi ma allo stesso tempo di danneggiarne lo smalto. Per l’acqua ossigenata poi l’opinione di medici e dentisti è controversa. Ad ogni modo, si tratta di rimedi per sbiancare i denti che è meglio adoperare in modo saltuario. Ve ne sono invece altri, come quello con l‘olio di cocco, che sono più sicuri nonché molto meno aggressivi e a cui possiamo ricorrere anche ogni giorno.

Come Prevenire l’Ingiallimento dei Denti

Il nostro obiettivo non deve essere soltanto imparare come sbiancare i denti ma anche cercare di mantenerli sani attraverso una pulizia quotidiana. Possiamo migliorare le condizioni generali dei nostri denti osservando alcune semplici regole: se vogliamo dei denti bianchi allora è bene ridurre il consumo di alcuni cibi e bevande come caffè, tè, bevande gassate e/o che presentano coloranti scuri; meglio inoltre usare una cannuccia quando è possibile.

Un’altra buona abitudine è quella di ridurre gli zuccheri, dal momento che i batteri che vivono nella nostra bocca si nutrono proprio di questi. Per sbiancare i denti gialli è anche fondamentale smettere di fumare e strofinare delicatamente lo spazzolino sui denti.

8 Rimedi Naturali per Sbiancare i Denti Gialli

La pulizia quotidiana e le visite dal dentista sono il primo passo per una bocca sana. Per un sorriso perfetto possiamo ricorrere ad alcuni rimedi naturali per sbiancare i denti gialli o macchiati a causa di caffè o bevande gassate. Vediamo quindi come sbiancare i denti nel modo migliore e quali accortezze adottare.

1. Olio di cocco

Utilizzare l’olio di cocco per sbiancare i denti gialli è uno dei rimedi naturali più sicuri che possiamo provare. L’olio di cocco ha un’efficacia antibatterica che elimina gli organismi annidatisi nella nostra bocca. L’acido laurico, contenuto nel cocco, protegge i denti e ha un potere sbiancante delicato che lo rende ideale per l’uso quotidiano. Come procedere allora? Basta mettere sullo spazzolino l’equivalente di un cucchiaino di olio di cocco e procedere come se fosse un normale dentifricio. Eseguendo questa pratica almeno una volta al giorno i nostri denti rimarranno bianchi e sani. Con l’olio di cocco, possiamo inoltre creare un dentifricio sbiancante ed antibatterico.

Leggi anche: Come fare un Dentifricio con Olio di Cocco: Sano e Naturale

Per migliorare maggiormente la salute della nostra bocca è utile inoltre effettuare anche l’oil pulling, che consiste nello sciacquare il cavo orale con olio di cocco per qualche minuto tutte le mattine.

Leggi anche: I Benefici dell’Oil Pulling: Ecco Perchè Farlo Ogni Giorno

2. Cenere

La cenere è da sempre conosciuta per il suo potere pulente e illuminante, in particolare quando si tratta di lavare capi di abbigliamento. Tuttavia, la cenere di noce è anche in grado di rendere nuovamente i denti bianchi. Ma come sbiancare i denti con la cenere? Anche in questo caso possiamo metterne un po’ sullo spazzolino, oppure su un batuffolo di cotone o ancora strofinare sui denti la corteccia dell’albero di noce. Si tratta però di un rimedio naturale per sbiancare i denti che non può essere praticato ogni giorno, dal momento che la cenere di noce contiene idrossido di potassio, che risulta irritante per le pareti del cavo orale e per le gengive. Sarebbe meglio quindi sbiancare i denti gialli con la cenere una sola volta al mese.

3. Buccia di limone o arancia

Limone e arancia sono agrumi che contengono elevate quantità di acidi e presentano inoltre proprietà antisettiche e antibatteriche. Spesso si usano poche gocce di uno di essi per disinfettare il cavo orale. Al di là del succo possiamo sfruttare un’altra parte del frutto: la buccia. Questa può essere strofinata sui denti dopo i pasti per ottenere uno sbiancamento naturale; nel caso dell’arancia la parte da porre a contatto con i denti è quella interna bianca. Va in seguito fatto un risciacquo con acqua tiepida. Se scegliamo di usare gli agrumi dobbiamo porre attenzione: la componente acida può intaccare lo smalto e provocare bruciore alle gengive. Per tale motivo è consigliabile ricorrere a questo trattamento una volta ogni 3-4 settimane.

4. Salvia

Quello della salvia è un piccolo trucco che le nostre nonne conoscevano bene. Per ottenere denti bianchi è sufficiente sfregare sugli stessi delle foglie di salvia. La salvia infatti riesce ad eliminare le macchie dai denti attraverso questa azione “meccanica”. Essa possiede inoltre proprietà antinfiammatorie ed antibatteriche. Possiamo adoperare la salvia per uno sbiancamento naturale a giorni alterni: è fondamentale però ricordare che essa non va ingerita (poiché il liquido che fuoriesce dalle foglie può rivelarsi tossico in elevate quantità) e che un utilizzo molto frequente può peggiorare la sensibilità dentinale. Inoltre un buon infuso di salvia si rivela utile anche per profumare l’alito.

Leggi anche: Infuso di Salvia: Proprietà, Benefici e Controindicazioni

5. Acqua ossigenata

L’acqua ossigenata, o meglio il perossido di idrogeno, è un altro strumento che consente di avere dei denti bianchi. È nota per la sua efficacia antibatterica e antimicrobica e non deve essere in alcun modo ingerita. È tuttavia vero che il perossido di idrogeno riesce a sbiancare i denti gialli, si trova infatti negli ingredienti di dentifrici e collutori. In realtà, l’uso dell’acqua ossigenata per sbiancare i denti genera pareri molto contrastanti. L’azione sbiancante viene infatti considerata troppo aggressiva e quindi pericolosa per i denti; un uso frequente può inoltre provocare irritazioni alle mucose. Come si usa? Possiamo semplicemente prendere un cottonfioc imbevuto di acqua ossigenata e passarlo sui denti, a cui seguirà un risciacquo con semplice ma abbondante acqua (1 volta ogni 2 settimane).

Leggi anche: 10 Fantastici Usi dell’Acqua Ossigenata

6. Curcuma

Potrebbe sembrare strano che un ingrediente come questo che solitamente macchia venga utilizzato per migliorare l’aspetto dei nostri denti. È proprio così. La curcuma ha potenzialità antinfiammatorie e previene il formarsi della placca, protegge inoltre lo smalto e…smacchia! Vediamo subito come sbiancare i denti con la curcuma: è possibile unire un po’ di curcuma a un po’ d’acqua per creare una crema da mettere sullo spazzolino, oppure unire alla spezia dell’olio di cocco. In entrambi i casi, procediamo ad una prima «passata» con lo spazzolino, quindi attendiamo 5 minuti e continuiamo con la seconda passata. Sciacquiamo quindi i denti. Questo rimedio naturale per denti bianchi può essere eseguito 2 volte a settimana.

Leggi anche : 3 Maschere alla Curcuma per Acne e Pelle Grassa

7. Verdure crude

 Molti si chiederanno cosa c’entrino le verdure crude con i denti. Ebbene, verdure e frutta come carote, sedano, mele e mirtilli sono in grado di svolgere un’azione sbiancante e pulente mentre li mangiamo. Con il consumo di questi alimenti, la bocca è portata a produrre più saliva e ciò si traduce in un migliore stato dei denti, con minore formazione di placca e carie. Anche per sbiancare i denti gialli alla base vi è quindi una corretta alimentazione. Mangiamo allora quante più verdure crude possiamo per trarre dei benefici estetici, come nel nostro caso, e non solo.

8. Fragole

Davvero le fragole hanno il potere di restituirci dei denti bianchi? Assolutamente sì. Le fragole, così come anche altri tipi di frutti, contengono acido malico, un componente dall’azione sbiancante che migliora la brillantezza dei denti. Come si usano? È possibile adoperare una fragola divisa in due e strofinare le due metà interne sui denti, oppure, possiamo preparare una purea di fragole semplicemente schiacciandole e lasciando in posa questa crema sbiancate sui denti per non più di 5 minuti. Poiché stiamo parlando pur sempre di un acido, è consigliabile ricorrere a questo «stratagemma» naturale non più di 2 volte a settimana, dal momento che l’acido può intaccare lo smalto e macchiare i denti.

Rimedio Veloce per Sbiancare i Denti Gialli

Passiamo ora ad un rimedio veloce ma più potente per avere uno sbiancamento naturale. Questa volta andiamo ad utilizzare più ingredienti: 1 cucchiaino di acqua ossigenata, 1 di sale fino e 1 di bicarbonato. Sale e bicarbonato hanno un’azione pulente e disinfettate e anche leggermente sbiancante. Uniamo questi ingredienti e creiamo un composto da mettere sullo spazzolino, quindi puliamo i denti ed infine risciacquiamo. Poiché stiamo adottando ingredienti un po’ aggressivi è bene eseguire questo rimedio per denti bianchi non più di 2 volte al mese. Volendo, una volta al mese, possiamo anche lavare i denti soltanto con del succo di limone.