Salice Bianco: l’Aspirina Naturale per Eccellenza

Il salice bianco è un albero diffuso in tutta l’Europa del sud e le proprietà analgesiche e antispasmodiche della sua corteccia sono ben note da più di 2000 anni. La salicina presente nella corteccia, infatti, viene tramutata in acido salicilico dall’organismo.

L’acido salicilico è uno degli elementi di base dell’acido acetilsalicilico, ovvero dell’aspirina. La corteccia, assunta tramite infusi o sotto forma di estratto secco, è dunque una potente aspirina naturale utile in particolare per curare la febbre, lenire i dolori mestruali, contrastare cefalee e vampate di calore e –in generale- lenire i fastidi legati all’eccessiva umidità.

I vantaggi del salice bianco rispetto all’aspirina sono tanti. Questo tipo di cura infatti, richiede tempi leggermente più lunghi rispetto al comune farmaco ma garantisce risultati più duraturi ed inoltre non presenta particolari effetti collaterali nemmeno sullo stomaco.

Utilizzi del Salice Bianco come Aspirina Naturale

salice-bianco-aspirina-naturale

La corteccia del salice bianco – per essere efficace – deve provenire da un albero vecchio di almeno 2-3 anni. La salicina, i flavonoidi e i tannini presenti nella corteccia contribuiscono a rendere il salice bianco una vera e propria aspirina naturale che agisce da antinfiammatorio, antifebbrile e analgesico.

Questa pianta, in particolare si è dimostrata efficace per la cura di stati dolorosi e infiammatori come dolori reumatici, artrite e tendinite, ma anche per la cura di ferite e bruciature.

Ecco alcuni dei casi in cui il salice bianco si rivela utile:

Febbre

L’acido salicilico agisce da antifebbrile e antipiretico: è capace, cioè, di far abbassare la temperatura corporea. In caso di febbre, dunque, gli effetti curativi del salice bianco possono essere sfruttati bevendone un infuso, che va preparato con due cucchiaini di corteccia in 200 ml di acqua bollente lasciati in infusione per almeno 10 minuti.

La bevanda può essere assunta 2-3 volte al giorno, al massimo per tre giorni. In alternativa si può assumere il salice bianco anche sotto forma di capsule, prendendone due al giorno in caso di influenza. Se la febbre supera i 39°, si consiglia di consultare il medico.

Mal di testa

Le proprietà analgesiche del salice bianco sono utili per lenire i dolori provocati dal mal di testa. Anche in questo caso l’infuso di corteccia di salice bianco potrebbe essere utile. Altrimenti, sono presenti in commercio anche polveri di corteccia o estratti sia secchi che liquidi.

L’importante è non superare i 240 mg di salicina al giorno (e i 120 mg per dose singola) se non si vuole incorrere in effetti collaterali.

Leggi anche: Come Far Passare il Mal di Testa : 11 Rimedi Naturali Efficaci

Dolori mestruali

Le componenti presenti nella corteccia di salice bianco riducono le infiammazioni, presenti nella mucosa uterina, che provocano i crampi mestruali. L’infuso di salice bianco è efficace anche per contrastare altri dolori tipici del periodo mestruale come mal di schiena, mal di gambe e mal di testa.

Leggi anche: I 10 Migliori Antinfiammatori Naturali da Portare in Tavola

Per preparare un infuso contro i dolori mestruali basta versare due cucchiaini da tè di corteccia di salice bianco in due bicchieri di acqua ben calda. Far riposare per qualche minuto, filtrare e dolcificare eventualmente con del miele. B

ere questo infuso qualche giorno prima dell’arrivo del ciclo e durante la fase di dolore più acuta.

Mal di denti

La corteccia di salice bianco è utile anche per contrastare il mal di denti grazie alle sue proprietà analgesiche e antinfiammatorie. In questo caso basta masticare un po’ di corteccia dove si avverte maggior dolore o in alternativa bere un infuso di corteccia.

Con l’infuso di salice bianco si possono anche fare dei gargarismi per lenire il fastidio del mal di denti o strofinare un po’ di polvere sulla parte dolorante.

Mal di schiena

Anche i dolori alla schiena possono essere alleviati dall’azione analgesica del salice bianco. Questa aspirina naturale difatti, assunta sotto forma di estratto o di compresse aiuta a disinfiammare la zona colpita dal dolore.

Lo stesso effetto si ottiene anche per altri tipi di dolori muscolari e articolari come quelli che colpiscono le ginocchia e il tunnel carpale.

Leggi anche: I Migliori Antidolorifici Naturali per Combattere il Dolore

Effetti Collaterali del Salice Bianco

corteccia-salice-bianco

Il salice bianco è controindicato per chi è allergico ai salicilati (e quindi all’aspirina), per chi è affetto da ulcera cronica e da asma bronchiale. È sconsigliato l’uso in caso di allattamento o gravidanza; inoltre, gli estratti di salice bianco non sono indicati per bambini e ragazzi sotto i 18 anni.

Tra gli effetti collaterali noti vi sono orticarie e in generale reazioni allergiche alla pelle, nausea, acidità di stomaco e diarrea. In ogni caso, è importante consultare un medico se si intende assumere il salice bianco, soprattutto se nel frattempo si stanno assumendo altri farmaci.

Dove comprare il Salice Bianco

Il salice bianco si acquista in erboristeria e può essere reperito in diverse forme. Si può acquistare sotto forma di corteccia, capsule, compresse, polvere, tè o tintura. In alternativa si può acquistare online.