Succo di Barbabietola Rossa per Anemia, Stanchezza e Ipertensione

Ortaggio dal meraviglioso colore porpora, comunissimo e facilmente reperibile in negozi e mercati, dalle sorprendenti proprietà nutrizionali e ottima fonte energetica. Stiamo parlando della barbabietola rossa, ricchissima di elementi nutritivi, carboidrati, proteine, fibre, vitamina A e C, e sali minerali (potassio, sodio, magnesio e ferro).

Una leggenda popolare sostiene che il suo caratteristico colore porpora sia in grado di sostituirsi al sangue perduto. Ovviamente, questa affermazione non possiamo ritenerla verosimile, tuttavia in essa un fondo di verità esiste. Il suo contenuto di ferro è in grado di agire positivamente sui meccanismi dell’emoglobina, rendendo di fatto l’ortaggio un rimedio contro l’anemia.

Ma questa non è la sola proprietà della barbabietola rossa. Agisce sulla qualità del sangue con rilevanti conseguenze positive sulla salute del sistema cardiocircolatorio, incrementa il trasporto dell’ossigeno facilitando concentrazione e resistenza fisica, rilascia lentamente gli zuccheri con benefici effetti sui valori glicemici, e moltissime altre proprietà specifiche, rendono la barbabietola rossa un ortaggio utilissimo al mantenimento in salute del nostro organismo.

Molto facile da preparare, dal sapore gradevole e dalla consistenza del tutto inusuale, possiamo consumarla in tantissime ricette e modalità. Alla fine di questo articolo vedremo come preparare il succo di barbabietola rossa, facilmente assimilabile, buono e soprattutto utilissimo per fare fronte a una carenza di ferro.

Perché fa Bene Mangiare la Barbabietola Rossa?

succo-di-barbabietola

Vediamo ora quali sono le validissime ragioni per consumare la barbabietola rossa e assimilare le sue sostanze nutritive adatte rilasciare importanti benefici per il nostro corpo.

Il contenuto di ferro, è forse la caratteristica più interessante della barbabietola. L’emoglobina è la molecola presente nei globuli rossi deputata al trasporto dell’ossigeno nel sangue, della cui produzione è responsabile il ferro. La carenza di questo sale minerale determina anemia.

La barbabietola e il succo di barbabietola, allora, con le loro elevata quote di ferro, risultano essere un ottimo alimento contro l’anemia, in grado di facilitare il trasporto dell’ossigeno a tutti i distretti corporei. Le stesse vitamine (A e C) presenti nella barbabietola, sono responsabili della capacità del nostro organismo di assimilare il ferro.

La barbabietola rossa è indicata anche per fronteggiare molti sintomi tipici della donna durante la gravidanza e dovuti sostanzialmente a una anemia fisiologica, quali palpitazioni, stanchezza e affanno. Sempre il ferro, inoltre, grazie alla sua facoltà di agevolare la circolazione dell’ossigeno, sembra essere in grado di migliorare la resistenza alla fatica e la concentrazione intellettuale.

La barbabietola rossa è un’importante fonte di nitrati, convertiti poi dal nostro organismo in nitriti e ossidi di azoto. Entrambe le molecole contribuiscono ad aumentare il diametro delle arterie e a abbassare la pressione sanguigna.

E sono gli stessi nitrati, che attraverso la dilatazione arteriosa, sono i diretti responsabili dell’aumento del volume del flusso sanguigno anche nella regione genitale, andando a conferire alla barbabietola rossa la denominazione di “Viagra naturale”.

Il pigmento che conferisce il colore caratteristico alla barbabietola (le betacianine) rappresentano un valido antiossidante, in grado i contrastare il “colesterolo cattivo” (LDL) riducendo i depositi lungo le pareti delle arterie, con notevoli benefici per il sistema cardiocircolatorio e per la prevenzione di ictus. Ancora, lo studio delle betacianine, ha rilevato una correlazione fra queste e un rallentamento dei tumori al seno e alla prostata.

Gli zuccheri presenti nella barbabietola possiedono la caratteristica di essere rilasciati nel sangue molto lentamente, rispetto ad altre fonti zuccherine. Questa particolarità può essere importante per i soggetti diabetici, che in questo ortaggio trovano la possibilità di godere di un alimento dolce, senza necessariamente alterare il loro equilibrio glicemico.

Ma la barbabietola rossa contiene anche il calcio, sale minerale importante per contrastare l’osteoporosi, mentre il suo acido folico sembra intervenire a favore della corretta formazione del midollo spinale nel feto. È noto, infatti, il coinvolgimento di questa sostanza nella prevenzione della spina bifida.

Sono noti, infine, il potere disintossicante del nostro ortaggio e i suoi effetti lassativi grazie alla elevata percentuale di fibre in grado di equilibrare la flora intestinale e ripristinare una adeguata peristalsi.

Leggi anche: I Migliori Lassativi contro la Stitichezza

Come Mangiare la Barbabietola Rossa

La barbabietola rossa è un ortaggio versatile, che può essere consumato in varie maniere, mantenendo inalterati tutti i suoi valori nutrizionali e la piacevolezza al palato. Vediamo allora come possiamo consumare la barbabietola utilizzando metodi casalinghi.

Cruda

Lavata, sbucciata e tagliata a pezzetti, la barbabietola rossa è un gradevolissimo ingrediente da aggiungere alle nostre insalate arricchendole di gusto, colore e elementi nutritivi. In alternativa, possiamo consumarla da sola, condita con olio e limone. Non dimentichiamo di masticarla bene, facilitando così il lavoro digestivo.

Bollita

La cottura sicuramente riduce il potere nutritivo dell’ortaggio, tuttavia rimane, anche dopo la bollitura, un’importante fonte nutritiva. Tagliata a pezzetti e condita anche qui con olio e limone è un gustoso piatto, fresco e delicato. Gli stessi cubetti di barbabietola possono andare a insaporire e colorare piatti di verdure miste lessate.

Succo

Un’altra modalità di consumo della barbabietola rossa è consumarlo sotto forma di succo, metodica che permette di conservare intatte tutte le caratteristiche di questo straordinario ortaggio. La preparazione del succo di barbabietola è molto semplice e divertente. Vediamo nel prossimo paragrafo come procedere nei dettagli.

Succo di Barbabietola: Perché fa Bene

succo-di-barbabietola-rossa

Il succo di barbabietola rossa è un’eccellente tecnica di preparazione che consente di ottenere i massimi benefici da tutti gli elementi nutritivi, non alterandoli da processi di cottura. Iniziando consumandone meno di metà tazza, per poi aumentarne progressivamente la quantità, il succo di barbabietola è:

- una fonte preziosa di energia che allevia la fatica e facilita la concentrazione mentale;
– un potente rimedio contro l’anemia, grazie al ferro e alle vitamine che facilitano il trasporto i ossigeno nel sangue;
– un disintossicante, agevola l’eliminazione di tossine presenti negli organi (fegato innanzitutto) e nel sangue;
– un’alternativa agli alimenti dolci per i soggetti diabetici, grazie alla lenta assimilazione dei suoi zuccheri;
– un alleato contro il “colesterolo cattivo” (LDL). Il pigmento colorato della barbabietola è il principale attore di questa lotta;
– un regolatore della pressione sanguigna. I suoi nitrati vanno a aumentare il diametro delle arterie diminuendo i valori pressori;
– un compagno della donna in gravidanza (contrasta i sintomi caratteristici, quali vampate, affanni e stanchezza), e del feto (il calcio è un coadiuvante alla formazione del midollo spinale);
– un aiuto alla cura dell’osteoporosi e rinforzo delle ossa fragili, grazie al calcio;
– una fonte di fibre che agevolano il lavoro della flora intestinale e le evacuazioni;
– una forma di prevenzione contro i tumori al seno e alla prostata, grazie alle betacianine, i pigmenti colorati responsabili del colore porpora della barbabietola
– un viagra naturale, a seguito del maggiore volume del flusso sanguigno determinato dai nitrati che aumentano la capacità arteriosa.

Leggi anche: 8 Cibi Afrodisiaci per Risvegliare il Desiderio a Tavola

Come Fare il Succo di Barbabietola in Casa

Vediamo ora come fare un succo di barbabietola rossa. Due o tre ortaggi di media grandezza sono sufficienti per ottenere un ottimo succo. Sbucciamoli, tagliamoli a dadini e frulliamoli in un comune frullatore. Al fine di garantirci il completo quadro nutrizionale offerto dalla barbabietola, non trascuriamo di frullare anche le radici e le foglie accuratamente lavate, notevoli riserve di vitamine A e C.

La nostra verdura è già dolce, quindi non avremo bisogno di aggiungere altri ingredienti per dolcificare il succo così ottenuto. Possiamo invece aggiungere nel frullatore altre verdure o frutti a nostra scelta (es. carote e mele) per ottenere ogni volta sapori nuovi e interessanti.

Una valida alternativa è preparare in casa il succo di barbietola rossa con un estrattore di succo vivo che consente di preparare bevande che conservano tutto il loro effetto benefico grazie al processo di “masticazione lenta”.

Leggi anche: 2 Ricette con gli Scarti dell’Estrattore e della Centrifuga

Controindicazioni della Barbabietola Rossa e del Succo di Barbabietola

Non esistono particolari controindicazioni della barbabietola rossa e del suo succo. È un ortaggio largamente assimilabile dalla stragrande maggioranza di persone. Occorre fare attenzione a eventuali reazioni allergiche.

Il colore rosso di urine e feci, che talvolta si può presentare, è dovuto sostanzialmente a un eccessivo consumo dell’ortaggio, o a differenti capacità digerenti variabili da soggetto a soggetto, e non deve destare preoccupazione.