8 Tisane Diuretiche per Combattere la Ritenzione Idrica

Le tisane diuretiche rappresentano un valido aiuto per stimolare la diuresi e smaltire così i liquidi in eccesso dovuti ad un disturbo molto comune: la ritenzione idrica. Questa patologia, spesso associata a momenti particolari della vita della donna, come il ciclo mestruale, la gravidanza o la menopausa, presenta, fra i suoi sintomi principali, edema o gonfiore alle mani, ai piedi, agli arti inferiori e superiori, al volto e alle palpebre.

Anche se bere più acqua, ridurre il consumo di sale e zuccheri complessi, oppure mangiare alimenti ricchi di potassio, sono abitudini che possono contribuire a ridurre i sintomi della ritenzione idrica, molto spesso, per contrastare in modo efficace questo disturbo, è necessario ricorrere a dei diuretici che, favorendo l’espulsione del sodio, permettono anche il drenaggio dei liquidi in eccesso. In tal caso, oltre ai rimedi di tipo farmacologico, esistono anche diuretici naturali, bevande o tisane a base di erbe, fiori e piante, che hanno il vantaggio di non avere effetti collaterali e dunque possono essere assunte tranquillamente da tutti, a patto di non superare le dosi raccomandate.

L’efficacia delle tisane diuretiche è legata principalmente alla presenza di caffeina che, stimolando la minzione, favorisce la diuresi; tuttavia esistono anche diuretici naturali privi di caffeina, che devono la loro azione drenante alle proprietà diuretiche di alcune piante. Molte di queste bevande, oltre a ridurre il gonfiore, favoriscono anche il buon funzionamento dei reni e del fegato, l’abbassamento della pressione sanguigna e la riduzione del peso corporeo.

8 Tisane Diuretiche Efficaci Contro la Ritenzione Idrica

tisane-diuretiche-ritenzione-idrica

Sia che la ritenzione idrica sia dovuta ad una condizione transitoria, come il ciclo mestruale, oppure legata ad un disturbo permanente, come una cattiva circolazione o un malfunzionamento dei reni o della tiroide, l’assunzione di tisane diuretiche rappresenta, senza dubbio, un efficace rimedio. Fra i diuretici naturali più usati ci sono sicuramente il tè verde, che stimolando la diuresi e favorendo il metabolismo dei grassi facilita anche il drenaggio dei liquidi, e la tisana all’ortica, usata spesso anche per contrastare problemi urinari.

Oltre a queste esistono numerose altre bevande, o tisane, che usate con costanza risultano dei validi diuretici naturali. Scopriamo di seguito alcune tisane diuretiche che risultano davvero efficaci nel contrastare la ritenzione idrica; ricordate, in ogni caso, che prima di iniziare ad  assumere dei diuretici è necessario chiedere il parere di un medico, soprattutto se state prendendo farmaci o soffrite di qualche patologia.

1.Tisana al carciofo

Quella al carciofo rappresenta senza dubbio una delle tisane diuretiche più efficaci: la presenza di cinarina, sostanza dalle forti proprietà depurative e diuretiche aiuta, infatti, il nostro organismo a disintossicarsi. L’infuso di carciofo, preparato mettendo a macerare una quindicina di foglie, o il gambo a pezzi di un carciofo, in due tazze di acqua bollente per circa 10 minuti, filtrando poi il tutto con un colino, oltre a depurare il fegato, stimolare la diuresi e favorire la digestione, è utile anche per sgonfiare la pancia e ridurre la ritenzione idrica.

Il carciofo è, inoltre, ricco di potassio, minerale che facilita la regolazione dei livelli di sodio e la conseguente espulsione dei liquidi dal nostro corpo. La dose consigliata di tisana al carciofo contro la ritenzione idrica è pari a 3 tazze al giorno; l’infuso può essere bevuto caldo oppure freddo e si conserva in frigo per non più di 3 giorni. La tisana al carciofo è utile anche nelle diete dimagranti perché favorisce il calo ponderale.

Leggi anche: Tisana al Carciofo per Disintossicare il Fegato e Sgonfiare la Pancia

2. Tisana all’ortica

La tisana all’ortica, essendo ricca sia di vitamine che di antiossidanti, fra cui clorofilla e betacarotene, rappresenta un vero toccasana per il nostro organismo, soprattutto per le sue proprietà diuretiche, antinfiammatorie e antibatteriche. Bere regolarmente decotto di ortica preparato con 50 gr circa di foglie essiccate messe in infusione per 15 minuti in un litro di acqua bollente, oltre a favorire il corretto funzionamento dei reni, ci protegge anche da alcuni disturbi molto comuni come i calcoli renali e le infezioni alle vie urinarie. La dose consigliata in questo caso è di circa 2 tazze di tisana all’ortica al giorno; se al posto delle foglie essiccate impiegate quelle fresche, fate molta attenzione a non toccarle con le mani nude.

Leggi anche: Tisana all’Ortica Contro Anemia, Allergie e Calcoli Renali

3. Tisana al tarassaco

Vediamo adesso la terza delle tisane diuretiche più efficaci. Il tarassaco, o dente di leone, è una pianta infestante usata da sempre per lenire disturbi al fegato, alla milza e altri organi interni.  Essendo molto ricca di vitamine, minerali e sostanze antiossidanti come i fitosteroli vegetali e alcuni composti fenolici, la tisana drenante ottenuta mettendo infusione un cucchiaio circa di fiori, foglie e perfino la radice, contribuisce al benessere generale del nostro organismo, migliorando l’appetito e rafforzando il sistema immunitario.

Ma l’infuso al tarassaco è anche uno dei più validi diuretici naturali, in quanto, pur essendo privo di caffeina, è in grado di stimolare efficacemente la diuresi, favorendo il rilascio di liquidi. Le proprietà diuretiche della tisana di dente di leone rendono dunque questa pianta un alleato anche nella perdita di peso e nel  controllare uno dei sintomi più nefasti della ritenzione idrica quale l’elevata pressione sanguigna.

Leggi anche: Proprietà del Caffè di Tarassaco e Come Farlo in Casa

4. Karkadè (Fiori di Ibisco)

Il karkadè, o infuso di ibisco, è uno fra i più potenti diuretici naturali, in quanto ricco di sostanze antiossidanti, vitamina C e sali minerali. Importata dai caldi paesi africani, dove il karkadè è usato comunemente come bevanda rinfrescante e dissetante, questa tisana conosciuta anche col nome di tè rosso, si prepara mettendo in infusione in acqua bollente i fiori della pianta di ibisco.

Utile anche come lassativo, a causa della presenza di mucillaggini che favoriscono il transito intestinale, l’infuso di ibisco è in grado anche di favorire la diuresi, fluidificare il sangue e proteggere il tratto urinario dalle infezioni. Dato che il karkadè contiene alcune sostanze capaci di interferire con la produzione ormonale, se ne sconsiglia l’uso alle donne in gravidanza o a quelle che sono sottoposte a terapie con estrogeni.

Leggi anche: Infuso di Karkadè: le Proprietà Rilassanti dei Fiori di Ibisco

5. Tè verde

Fra le tisane diuretiche dobbiamo sena alcun dubbio annoverare il tè verde, ottenuto dall’infusione delle foglie delle pianta del tè semplicemente raccolte e fatte  essiccare al sole senza subire altro tipo di lavorazione. Davvero ricco di antiossidanti, quali flavonoidi e tannini, e vantando anche una discreta presenza di caffeina, questo tè permette di ridurre la ritenzione idrica in quanto favorisce la minzione e accelera il metabolismo.

Dal tè verde, si ottiene anche il tè matcha, bevanda tradizionale giapponese, usata anche nel rito Buddhista, che si ricava dalla polverizzazione delle stesse foglie di Camelia Sinensis, o pianta del tè. Questo processo consente di ottenere una bevanda molto gustosa che mantiene inalterate tutte le sue proprietà organolettiche, comprese quelle diuretiche, stimolanti e disintossicanti. Per preparare il tè matcha è sufficiente munirsi della polvere di tè verde in una qualunque erboristeria, che andrà messa in infusione dentro una tazza di ceramica con acqua ad una temperatura inferiore a quella di ebollizione.

Leggi anche: 11 Tipi di The Verde più Diffusi e Apprezzati al Mondo

6. Tisana allo zenzero

La radice di zenzero, ricchissima di sostanze antiossidanti, è considerata un superalimento in grado di contrastare numerosi disturbi e malattie. La tisana con la radice di zenzero grattugiata messa in infusione per 20 minuti in acqua bollente risulta molto utile anche nel caso di ritenzione idrica. Essa infatti, oltre a rafforzare le difese immunitarie, soprattutto se arricchita con del succo di limone, favorire la digestione e calmare la nausea, contribuisce anche a ridurre il peso corporeo e a tenere sotto controllo il diabete. Ottima anche per disintossicare il fegato, la tisana allo zenzero agisce a livello delle ghiandole surrenali, accelerando il metabolismo e bruciando grassi e liquidi in eccesso. Ottima quindi anche per chi mani e piedi gonfi dovuti alla ritenzione idrica.

Leggi anche: Tisana Zenzero e Limone Proprietà e Come Prepararla in Casa

7. Bevanda alla cicoria

Ecco l’ultima delle nostre tisane contro la ritenzione idrica! Una bevanda che risulta molo utile in caso di mani e gambe gonfie è il caffè alla cicoria, ottenuto mettendo nella moka, o nella macchina per il caffè americano, al posto della polvere di caffè tradizionale, le radici lavate, tagliate ed essiccate di questa pianta. La presenza nell’infuso di acido cicorico, nonché di vitamine, minerali, oli essenziali e pectine, fanno del caffè alla cicoria una bevanda energizzante, indicata anche per combattere l’astenia, capace di dare una scossa al metabolismo e di favorire il corretto funzionamento di fegato, pancreas e cistifellea. Usata regolarmente, la bevanda alla cicoria contribuisce anche a regolare la funzione intestinale e a controllare il peso corporeo, nonché i livelli di zucchero nel sangue.

Leggi anche: Caffè di Cicoria: una Sana Alternativa al Caffè

8. Tisana di Equiseto

Volendo parlare di diuretici naturali, non possiamo non citare la tisana di equiseto, pianta medicinale che cresce spontaneamente in prati e giardini, che gli allevatori erano solito legare alla coda dei cavalli per scacciare le mosche, da cui il nome. Essendo molto ricco di acido silicico, che ha funzioni di protezione nei confronti di articolazioni,  vasi sanguigni e tessuti, l’equiseto può essere usato per curare disturbi come la gotta e le vene varicose e risulta molto utile anche per contrastare la ritenzione idrica e le infezioni del tratto urinario. La preparazione dell’infuso di equiseto è davvero molto semplice: prendete circa 2 cucchiaini di foglie di equiseto essiccate per ogni tazza e metteteli in infusione in acqua bollente per una decina di minuti. La dose consigliata per avene buoni effetti diuretici è di 2 tazze al giorno.

Tisane Diuretiche: Consigli e Controindicazioni

Abbiamo visto quindi ben 8 tisane diuretiche che vengono incontro nel caso si presenti gonfiore a mani e piedi in seguito alla ritenzione idrica. A seconda dei propri gusti si possono preparare gli infusi che più si amano dando una mano anche ad altri organi come fegato, reni e pancreas. Ovviamente occorre valutare lo stato della ritenzione idrica e consultare un professionista nelle situazioni più gravi senza abusare di questi diuretici naturali. Per quanto riguarda le controindicazioni delle tisane diuretiche che abbiamo appena visto, occorre valutare se si soffre di qualche forma di allergia verso uno o più ingredienti che le compongono.

Leggi anche: 5 Tisane Anticellulite Efficaci contro Gonfiore e Ritenzione Idrica