Olio di Calendula per Infiammazioni, Irritazioni, Ferite e Pelle Secca

Ne sentiamo spesso parlare, ma siamo davvero sicuri di conoscere bene gli usi dell’olio di calendula? Quest’olio è generalmente contenuto nella lista di ingredienti di composizioni farmaceutiche o omeopatiche. L’olio di calendula, o meglio, l’oleolito di calendula, si dimostra un elemento naturale in grado di lenire e guarire diverse condizioni della pelle.

Parliamo specificamente di oleolito di calendula poiché si tratta in realtà di un olio ricavato dalla macerazione delle foglie della pianta omonima in un olio vettore, ossia un olio in cui vanno a raccogliersi tutti i principi attivi della calendula. L’olio vettore può essere qualsiasi tipo di olio: olio di mandorle, di oliva, di girasole, di cocco ecc. Gli usi dell’olio di calendula vengono apprezzati in particolare per i benefici in caso di fastidi o patologie legate alla pelle: infiammazioni delle cute, così come infiammazioni articolari o muscolari.

L’olio possiede inoltre un’azione idratante ed emolliente che nutre a fondo la pelle screpolata, andando a migliorare anche l’aspetto di quelle zone del nostro corpo colpite ad esempio da eczema o persino psoriasi. Le sue caratteristiche antisettiche lo rendono invece ideale per piccoli tagli o ferite.

Usi dell’Olio di Calendula: Perché fa Bene e Come Usarlo

usi-dell-olio-di-calendula

L’efficacia dell’oleolito di calendula è nota fin da tempi remoti: si pensi che già nell’antico Egitto questa pianta veniva adoperata per la sua azione emolliente e rigenerante sulla pelle. Vediamo subito quali sono esattamente i diversi usi dell’olio di calendula e come agisce quest’ultimo a livello cutaneo.

1. Pelle secca e screpolata

L’oleolito di calendula è un ottimo prodotto per trattare la pelle screpolata, causata ad esempio dal repentino cambio delle condizioni atmosferiche, e la pelle secca. Idratiamo quindi la cute con qualche goccia di olio di calendula fino al totale assorbimento. Possiamo anche versare delle gocce di oleolito di calendula nelle creme emollienti che siamo soliti usare per donare alla pelle un aspetto più sano e diminuire il pizzicore o il prurito creato dalla cute screpolata.

Leggi anche: 5 Maschere Viso Fai da Te per Pelle Secca

2. Infiammazioni articolari e muscolari

Uno degli usi dell’olio di calendula riguarda il suo potere antinfiammatorio. La capacità di ridurre le infiammazioni muscolari o articolari si deve in particolare alla presenza dei flavonoidi, composti chimici che hanno proprietà antiossidanti utili non solo contro l’invecchiamento cellulare, ma anche nel favorire la guarigione di lividi ed ematomi. In seguito ad un trauma o in caso di dolori articolari, un massaggio con un paio di gocce di olio di calendula (unito eventualmente a poche gocce di olio di ippocastano) ridurrà gonfiore e dolore in pochissimo tempo.

Leggi anche: Olio di Iperico per Artrite, Dolori Muscolari, Scottature, Eritemi

3. Vene varicose ed emorroidi

Tra gli usi dell’olio di calendula emerge anche quello ben noto di cicatrizzante. La calendula è infatti molto spesso contenuta in preparati da applicare sulle emorroidi, dal momento che esercita un’azione di riparazione dei tessuti, prevenendo al contempo lo sviluppo di infezioni o infiammazioni grazie anche alle sue proprietà antisettiche e antimicrobiche. I flavonoidi contenuti nell’oleolito di calendula sono inoltre dei vasoprotettori, pertanto non solo rendono più forti le pareti venose, ma migliorano anche la circolazione al loro interno. Per tale motivo l’olio di calendula è utilissimo nel migliorare disturbi del microcircolo, come vene varicose e capillari in evidenza.

4. Irritazioni da pannolino

I principi attivi della calendula ne fanno un rimedio naturale e delicato anche per le pelli più sensibili come quelle dei bambini. Se i nostri piccoli soffrono di irritazioni da pannolino, la calendula calmerà il dolore e diminuirà l’infiammazione dell’area, disinfettandola e donando alla pelle sollievo e freschezza. Le mucillagini contenute nell’oleolito di calendula formano una pellicola protettiva che protegge la pelle del bambino dall’umidità, evitando pertanto l’irritazione. Basterà spalmare anche una sola goccia di olio sulla zona da trattare.

5. Piaghe, tagli e ferite

Il potere cicatrizzante, antisettico e riparatore dei tessuti cutanei è un altro dei pregi e dei più importanti usi dell’olio di calendula. Da sempre infatti l’oleolito di calendula è adoperato per favorire la guarigione della pelle in presenza di piccoli tagli o ferite, accelerando il processo di rigenerazione delle cellule. La capacità dell’olio di combattere batteri permette invece di prevenire le infezioni e disinfettare allo stesso tempo le ferite e le piaghe da decubito. L’oleolito di calendula agisce anche sulle punture di insetto, eliminando la sensazione di prurito e arrossamento causato dalle stesse.

6. Acne, eczema, dermatiti

Come detto più volte, le proprietà principali dell’oleolito di calendula si espletano soprattutto quando emergono dei disturbi e/o malattie della pelle. Grazie ai carotenoidi e ai flavonoidi, la calendula idrata la pelle e riduce le possibili infiammazioni. Ciò vale per la pelle del viso, ad esempio in caso di acne e per dermatiti di vario genere. Dal momento che uno degli usi dell’olio di calendula è quello di stimolare la cicatrizzazione e sedare il pizzicore, specialmente se provocato da infiammazione, l’olio è indicato in caso di psoriasi: 1 goccia di oleolito di calendula e una di tea tree oil possono dare davvero giovamento.

Leggi anche: Come Usare il Tea Tree Oil: Rimedi per Salute, Pelle e Capelli

7. Geloni e calli

Sapevate inoltre che un altro degli usi dell’olio di calendula riguarda i nostri piedi? È proprio così. L’olio di calendula è in grado di ammorbidire la pelle ispessita che forma calli o duroni sulla pianta del piede. A questo fine è consigliabile fare prima un pediluvio e poi stendere qualche goccia di oleolito di calendula sugli arti. Ma non è finita qui. Poiché la calendula favorisce la microcircolazione e l’irrorazione del sangue nei tessuti, essa può essere usata per prevenire oppure curare i fastidiosi geloni che colpiscono i piedi nella stagione invernale.

Leggi anche: Come Eliminare il Cattivo Odore dei Piedi in Modo Naturale

Alla luce dei tantissimi benefici che l’olio di calendula è in grado di apportare per numerosi disturbi della pelle e per le infiammazioni muscolari e articolari, possiamo dire che questo prodotto naturale non dovrebbe mancare mai nelle nostre case. L’olio di calendula si acquista in erboristeria ma è possibile trovare degli ottimi preparati anche online. Infine, ricordiamo, che possiamo realizzare un’efficace oleolito alla calendula anche in casa, facendo macerare i fiori di questo bellissimo fiore in un olio vegetale come quello di oliva.