14 Fantastici Usi dell’Olio di Neem e Tutte le Proprietà

Sarete davvero sorpresi dai tanti usi dell’olio di Neem, liquido dall’odore pungente e dal sapore amaro, che viene estratto dal frutto intero e dai semi della pianta tropicale Azadirachta, meglio nota come Lilla Indiano o albero di Neem. Le straordinarie proprietà di questa pianta, originaria dell’India ma oggi coltivata in tutto il mondo, sono conosciute ed apprezzate dalla medicina ayurvedica praticamente da sempre, tanto da utilizzarne le radici, i rami, i fiori, i frutti e soprattutto le foglie come rimedio a numerose malattie, dai vermi intestinali alle infezioni della pelle e perfino la febbre.

Ma di tutte le parti della pianta, l’olio ricavato dalla spremitura a freddo del frutto e dei semi è senza dubbio quello che possiede le più importanti proprietà in campo medico ed estetico: questo spiega, pertanto, i molti usi dell’olio di Neem che oggi si fanno nei diversi paesi del mondo. All’interno di questo olio sono presenti, infatti, composti biochimici come la limonina, la nomilina, la genudina, la salanina e l’acido nimbico che lo rendono estremamente efficace come antibatterico, antimicotico, antiparassitario, antinfiammatorio e perfino come antipiretico.

Queste sostanze, appartenenti alla famiglia dei limonoidi, sono le stesse che si trovano all’interno dei nostri agrumi, ma nell’olio di Neem sono presenti in misura amplificata; fra i limonoidi che rendono l’uso dell’olio di Neem così efficace a debellare funghi, germi, parassiti e batteri, spicca soprattutto l’azadiractina. Le proprietà insetticide di questo composto sono così potenti da farne uno degli ingredienti principali di molti pesticidi di tipo organico!

Oltre che di limonoidi, l’olio di Neem è ricco anche di sostanze antiossidanti (fra cui alcuni composti fenolici come le catechine, beta-carotene e flavonoidi come la quercitina), vitamine del gruppo B, acido ascorbico e alcuni minerali come potassio, calcio, ferro, fosforo e zolfo (a cui è dovuto il forte odore simile all’aglio). Trattandosi poi di un olio esso è molto ricco anche di acidi grassi essenziali, per lo più di tipo insaturo, di cui i principali sono l’acido oleico, l’acido stearico e l’acido linoleico.

Lo stesso olio, ottenuto però non dalla spremitura a freddo ma tramite l’impiego di solventi, è utilizzato anche per la produzione di prodotti industriali come detergenti e lozioni antimicotiche: insomma, gli usi dell’olio di Neem sono talmente vari variegati che è davvero difficile farne una lista completa. Se siete curiosi di conoscere i 14 fantastici usi dell’olio di Neem, correte subito a leggere il paragrafo che segue.

14 Fantastici Usi dell’Olio di Neem

usi-dell-olio-di-neem

Se leggendo dei numerosi usi dell’olio di Neem vi fosse venuta voglia di acquistare subito un’ampolla di questo prezioso olio, tenete presente che in commercio ne esistono davvero di tanti tipi, ma se volete ottimizzare i risultati in campo medico ed estetico, dovrete comprare solo olio di Neem puro, ottenuto dalla spremitura a freddo dei semi e del frutto non trattato. Ed ora diamo uno sguardo ai 14 fantastici usi dell’olio di Neem per promuovere naturalmente la salute e la bellezza di pelle, unghie e capelli.

1. Contrastare la forfora

L’olio di Neem è un ingrediente spesso presente negli shampoo antiforfora per la sua provata efficacia nel controllare questo fastidioso e antiestetico problema. Anche l’uso dell’olio di Neem puro può contribuire a ridurre secchezza e prurito del cuoio capelluto, a loro volta cause scatenanti della forfora. Un uso regolare di questo olio aiuterà anche a prevenire le infezioni batteriche e fungine secondarie che possono peggiorare lo stato della vostra cute.

Per utilizzare l’olio di Neem contro la forfora, scaldate un cucchiaino di olio puro e applicatelo sui capelli, massaggiando delicatamente. Se possibile, lasciate in posa l’impacco per almeno mezz’ora: dato che il cuoio capelluto è molto sensibile, qualora l’olio di Neem dovesse provocarvi prurito o bruciore, provate a diluirlo con una quantità pari di olio di cocco.

Leggi anche: Come Eliminare la Forfora: 8 Rimedi Naturali Efficaci

2. Ridurre l’effetto crespo dei capelli

Se volete chiome lisce e fluenti, l’olio di Neem è di sicuro il prodotto adatto a voi. Esso infatti è in grado di ridurre l’effetto crespo dei capelli, giacché inibisce l’assorbimento dell’umidità che fa gonfiare la vostra chioma, rendendo i capelli ingestibili. Quando viene applicato sui capelli, l’olio di Neem forma uno scudo sottile che impedisce ai capelli di assorbire acqua dall’ambiente; l’applicazione regolare di questo olio sul cuoio capelluto mantiene perfettamente i capelli morbidi ed idratati, molto di più che con un qualunque balsamo o maschera ammorbidente.

3. Diminuire gli effetti di una scottatura solare

L’esposizione prolungata alle radiazioni ultraviolette provoca molti più danni di quelli che possiate immaginare: i raggi UV penetrano infatti attraverso gli strati esterni della pelle e distruggono lo strato di collagene sottostante. Questo si traduce nella formazione di pieghe o rughe che conferiscono alla pelle un aspetto invecchiato. I raggi ultravioletti, a contatto con la pelle, producono poi i radicali liberi, cui sono associate malattie terribili come il melanoma o altre forme di cancro della pelle.

In caso di scottature, o anche solo per porre rimedio a pelli arrossate dopo un’esposizione prolungata alle radiazioni ultraviolette, l’olio di Neem si rivela davvero molto efficace. Grazie alle sue proprietà antinfiammatorie, un piccolo quantitativo di questo olio massaggiato direttamente sulla pelle riduce il dolore e l’arrossamento dopo l’esposizione al sole; al tempo stesso, catechine, flavonoidi, beta-carotene e tutte le altre sostanze antiossidanti presenti nell’olio di Neem contrastano la formazione dei radicali liberi, mentre gli acidi grassi nutrono la vostra pelle, compensando la perdita di collagene.

4. Trattare le infezioni fungine della pelle e del cuoio capelluto

Fra i fantastici usi dell’olio di Neem c’è anche quello legato al trattamento delle infezioni fungine della pelle e del cuoio capelluto. Molte di queste infezioni tendono a ripresentarsi anche dopo essere state debellate con l’uso di farmaci; inoltre, le creme per uso topico impiegate per contrastare questo genere di infezioni sono solitamente cariche di sostanze che presentano molte controindicazioni, dunque non è possibile farne un uso prolungato.

Invece, l’olio di Neem non solo non presenta alcun effetto dannoso sul nostro organismo essendo un prodotto completamente naturale, ma è anche molto più efficace di numerose creme e pomate antimicotiche che si trovano in commercio. Solo in caso di pelli sensibili, è preferibile testare l’area del corpo colpita dall’infezione applicando un piccolo quantitativo di olio di Neem e, in caso di rossore o prurito, usare quest’olio diluito con olio di mandorle o olio di cocco.

Leggi anche: Olio di Cocco Alimentare: Benefici sulla Salute e sulla Pelle

5. Proteggere la pelle dalle aggressioni esterne

Massaggiando la pelle del viso e del corpo con qualche goccia di olio di Neem otterrete subito dei benefici, soprattutto in caso di pelli molto secche. La presenza di antiossidanti, vitamine e acidi grassi aiuta innanzitutto la vostra pelle a proteggersi dalle aggressioni esterne di sole, gelo, vento e umidità.

Essendo inoltre un composto oleoso, l’olio di Neem non si mischia all’acqua, ma forma un leggero strato sulla vostra pelle, contribuendo a formare una sorta di schermo che impedisce alle cellule della vostra epidermide di venire a contatto con sostanze dannose, mantenendo inalterata la loro idratazione interna. Se non gradite il suo odore pungente, provate a diluirlo con qualche goccia di olio essenziale di limone o di lavanda.

6. Controllare l’acne

Le proprietà antibatteriche dell’olio di Neem sono molto efficaci anche per controllare l’acne giovanile: brufoli e punti neri sono spesso il risulto della sovrapproduzione di sebo da parte delle ghiandole sottocutanee sotto l’influenza degli ormoni riproduttivi, ma di solito la situazione si aggrava a seguito della proliferazione batterica all’interno dei follicoli piliferi.

Anche a concentrazioni molto basse, l’uso regolare di olio di Neem può effettivamente inibire la crescita batterica, rappresentando così un’alternativa molto valida a creme e lozioni antiacne spesso contenenti sostanze chimiche dannose per il nostro organismo. La presenza di zolfo e di altri minerali, nonché dei numerosi antiossidanti, contribuisce inoltre a normalizzare la produzione di sebo da parte della pelle, riducendo rossore, dolore e prurito; l’alto contenuto di acidi grassi aiuta infine a ridurre il rischio di macchie e cicatrici permanenti.

Per preparare un’efficace maschera antiacne con olio di Neem, mischiate 10 gocce di questo olio con un cucchiaino di olio di cocco o di olio di oliva e applicatelo sul viso per una o più ore, a seconda del livello di tolleranza.

7. Alleviare eczema e psoriasi

Fra i tanti usi dell’olio di Neem, sicuramente quelli che maggiormente possono essere d’aiuto a porre rimedio a dei fastidiosi inestetismi, riguardano la capacità di controllare le complicazioni di alcune malattie della pelle come l’eczema e la psoriasi. L’eczema è una reazione allergica a delle sostanze irritanti esterne, mentre la psoriasi è una condizione autoimmune.

Anche se l’olio di Neem non può inibire le cause di queste malattie, esso tuttavia risulta molto utile a ridurre l’infiammazione associata. Grazie alle sue proprietà idratanti e lenitive, può anche ammorbidire la pelle sulla zona interessata formando uno strato protettivo che impedisce alla pelle di seccarsi; inoltre, in virtù dei limonoidi che hanno forti proprietà antibatteriche, l’olio di Neem impedisce che nelle crepe della pelle provocate da eczema e psoriasi si formino infezioni dovute alla proliferazione di germi e batteri.

8. Assicurare una corretta igiene orale

Pur non potendo essere ingerito per il suo sapore estremamente amaro, l’olio di Neem diluito in acqua od olio di cocco può essere usato per effettuare gargarismi in grado di detergere efficacemente denti e gengive. Le sue proprietà antibatteriche e antimicotiche metteranno anche al riparo la vostra bocca da herpes labiale e altre infezioni della mucosa orale; per un’azione d’urto, provate a sfregare qualche goccia di olio di Neem sulle gengive o sui denti, anche per lenire eventuali tagli o stomatiti.

Dato che l’olio di Neem non è dannoso anche se ingerito, può essere usato anche per dissuadere i bambini a mettersi le mani in bocca per via del suo sapore amaro. Se non gradite particolarmente il suo odore acre, mescolatelo con altre sostanze come olio di cocco e otterrete un validissimo antisettico per detergere la vostra bocca e ridurre la carica batterica del vostro cavo orale, causa di carie, gengiviti ed alito cattivo.

Leggi anche: Come fare un Dentifricio con Olio di Cocco: Sano e Naturale

9. Eliminare i pidocchi

Ecco uno degli usi dell’olio di Neem che farà felici soprattutto i genitori: non è, infatti, raro anche oggi assistere, nei bambini che frequentano la scuola, ad infestazioni da pidocchi. L’olio di Neem è un insetticida ed un antiparassitario eccellente: la sua azione è così potente da eliminare i parassiti dai capelli in poche applicazioni, non contenendo fra l’altro sostanze chimiche tossiche.

Se uno dei vostri bambini dovesse presentare questo problema, riscaldate 2 cucchiai di olio di Neem in un pentolino e applicateli come impacco sui capelli, da lasciare, coperto da una sciarpa o da un asciugamano, per almeno una notte. Al mattino, lavate i capelli con uno normale shampoo e pettinate con cura con un pettine a maglie strette. In questo modo riuscirete a debellare i pidocchi in poco tempo e con pochissima fatica! Ripetete l’operazione una volta ogni tanto a scopo preventivo, durante tutti i mesi in cui i vostri figli andranno a scuola.

10. Curare le infezioni delle unghie

Le infezioni alle unghie possono essere di due tipi, batteriche o fungine, ma in entrambi i casi sono molto dolorose ed antiestetiche. Di solito, queste infezioni vengono curate con antibiotici nel caso la causa sia batterica, o antimicotico, qualora invece il problema sia dovuto ad un fungo. Talvolta, queste infezioni sono così aggressive da comportare il distacco e la perdita dell’unghia.

L’olio di Neem risulta pertanto molto utile per ottenere una rapida guarigione da tutti i tipi di infezioni alle unghie. Per un’azione d’urto procedere così: applicare una o due gocce di olio di Neem sulle unghie colpite e fasciate l’area con una garza per evitare che il liquido si disperda. Ripetete l’applicazione 2-3 volte al giorno fino a quando l’infezione non si sia completamente risolta.

Leggi anche: Come Rinforzare le Unghie Fragili: 7 Trattamenti Naturali

11. Debellare i parassiti dagli animali domestici

Gatti, cani e altri animali domestici possono essere portatori di diversi parassiti sia esterni che interni; questi parassiti, oltre che causare disagi ai vostri amici a quattro zampe, possono costituire una minaccia per la salute umana. Uno dei più comuni usi dell’olio di Neem è legato proprio alla sua capacità di debellare pulci, zecche, acari dell’orecchio e altri parassiti che si trovano sul pelo dei cani e di altri animali domestici. Oltre che per i parassiti esterni, l’olio di Neem può essere utilizzato anche per i parassiti interni, ma in tal caso l’olio dovrà essere ingerito.

Fate molta attenzione nel somministrare l’olio di Neem ai vostri cuccioli: esso potrebbe infatti avere effetti tossici sugli animali di taglia piccola, come gatti o cuccioli di cane. In tal caso, provate a sostituire l’olio con le foglie dell’albero di Neem se riuscite a reperirle con facilità. Inoltre l’olio di Neem ha un odore talmente pungente che anche i vostri animali potrebbero provare disgusto nell’ingerirlo: in tal caso, provate a mischiare l’olio di Neem con quello di cocco, ottenendo così anche un’azione antisettica sul cavo orale dei vostri gatti e cani.

12. Allontanare insetti e parassiti 

Oltre a curare efficacemente morsi e punture di insetto, gli usi dell’olio di neem includono anche l’efficacia di mettere in fuga formiche e scarafaggi dalla vostra casa. Come? Ma è semplice: se siete riluttanti a usare veleni o insetticidi di tipo chimico dentro le pareti domestiche, l’olio di Neem può venire in vostro aiuto. Versate delle gocce di questo olio su delle garze ed impiegatele per pulire intorno a porte, finestre e altri punti di ingresso di insetti e parassiti.

Alcuni batuffoli di cotone immersi nell’olio di Neem potranno invece essere messi dentro a mobili, armadi e cassetti per respingere formiche e altri scarafaggi. Tenete presente che, a differenza di molti insetticidi, l’olio di Neem non uccide direttamente gli insetti, ma imitando gli ormoni che controllano il loro sviluppo, ne blocca la crescita e la riproduzione.

13. Evitare la formazione di muffa e funghi 

L’azione antimicotica dell’olio di Neem può essere di grande aiuto anche in casa. Uno dei fantastici usi dell’olio di Neem riguarda proprio l’igiene degli ambienti in cui viviamo: mescolando quest’olio con detergenti liquidi e spruzzando questi ultimi sulle pareti eviterete la formazione di muffe e funghi, le cui spore spesso sono responsabili di allergie e reazioni immunitarie anche gravi.

Aggiungendo qualche goccia di olio di Neem ai detersivi che usate per lavare tende, divani e tutti i tessuti della vostra casa otterrete una protezione aggiuntiva nei confronti di germi, parassiti, funghi e muffe di vario genere.

14. Disinfestare le piante 

Eccoci all’ultimo degli usi dell’olio di neem. Le piante che avete in casa possono sviluppare un certo numero di infezioni fungine, nonché essere infestate da afidi, acari e cocciniglie. Contrastare queste infestazioni con agenti chimici può essere dannoso sia per la pianta che per la vostra salute: allora che fare? Anche in questo caso l’olio di Neem risulta un prezioso alleato grazie alle sue proprie proprietà insetticide.

Per controllare la proliferazione dell’agente infestante, provate a trattare le piante con l’olio di neem (ne bastano 2 cucchiaini in un litro di acqua). Spruzzate questo composto sulle piante, comprendendo il tronco, le foglie e perfino la radice se appare marcia o malata. Se volete usare l’olio di Neem come pesticida naturale, ricordate che funziona non solo sulle piante da interno, ma anche su quelle da esterno, dove può essere usato efficacemente per controllare infestazioni di insetti e parassiti.

Leggi anche: Olio di Neem: un Rimedio Universale per Ogni Male